diredonna network
logo
Stai leggendo: 12 cose che dovete sapere se non riuscite a raggiungere l’orgasmo

"Non raggiungo l'orgasmo con il mio compagno, ma se mi masturbo sì"

9 posizioni per (provare ad) avere orgasmi multipli

6 cose che fanno male alla nostra vagina

Questo sito ti dice se la tua relazione durerà

Se lui è incapace di amare: come comportarsi con un uomo anaffettivo?

"Cosa vuol dire questo bacio?": 8 tipi di bacio e significato

Fare sesso una volta a settimana rallenta l'invecchiamento

Perché le coppie felici non postano le loro foto sui social

"Non so se lui mi ama e sono gelosa della mia migliore amica"

"Tra pochi giorni mi sposo, dovrei essere felice e invece non lo sono"

12 cose che dovete sapere se non riuscite a raggiungere l'orgasmo

Sebbene parlare di piacere e di raggiungimento dell'orgasmo inibisca e metta in imbarazzo, non riuscire a culminare il piacere è del tutto normale e non c’è nulla che non vada nel nostro corpo o in noi quando ciò non avviene.
Fonte: Web
Fonte: Web

Durante un rapporto sessuale concentrarsi troppo verso il conseguimento del piacere può comportare che ci si dimentichi di quel che stiamo vivendo, perché l’ossessione rivolta verso quello che ci aspettiamo che arrivi, potrebbe distrarci, caricarci di tensione e tramutarsi in impedimento. Sono molte le donne che non raggiungono l’orgasmo e che non sanno come risolvere questo problema. Noi abbiamo preso spunto da uno studio proposto da Cosmopolitan, all’interno del quale viene illustrata una serie di cause che potrebbero comportare un’inibizione fisica che rende difficile, se non apparentemente impossibile, raggiungere l’apice dei sensi.

1. Donne che non hanno mai un orgasmo

Fonte: Web
Fonte: Web

Vi è capitato di avere un bellissimo rapporto sessuale, ma di non compierlo e di dover ricorrere all’autoerotismo per riuscire a soddisfarvi? In un sondaggio – che risale al mese di Aprile del 2015 per conto di Cosmopolitan – è emerso che l’8% delle donne in età tra i 25 e i 29 ha confidato di non aver mai raggiunto un orgasmo, si passa al 16% nella fascia di età che va dai 18 ai 24 anni.

2. C’è ancora molto che non sappiamo

Fonte: Web
Fonte: Web

E la mancanza di ricerche specifiche che esplorino le cause dell’anorgasmia è un fattore significativo. Non sempre i medici e gli psicologi sanno fornire delle spiegazioni adeguate al riguardo. Sviluppare studi e ricerche è molto dispendioso e sono molte le donne che cercano chiarimenti o spiegazioni su riviste femminili o blog specializzati. Le donne non sanno dove apprendere le informazioni che cercano, e le risorse, spesso si trovano soltanto in lingua straniera.

3. Ma è la fine del mondo?

Fonte: Web
Fonte: Web

No, non lo è affatto e non tutte le donne che non sono in grado di raggiungere l’orgasmo vivono questa condizione in modo catastrofico, ma continuano a fare sesso e a goderne.

4. Ma sei venuta per davvero?

Fonte: Web
Fonte: Web

Sono molte le donne che fingono un orgasmo e lo fanno per i motivi più disparati. Il 67% di coloro che hanno deciso di sottoporsi al sondaggio hanno risposto di aver finto un orgasmo, e il 97% tra loro lo ha fatto per non deludere il partner, per finire un po’ più in fretta il rapporto o entrambi i casi.

5. Il sesso può essere meraviglioso anche senza orgasmi

Fonte: Web
Fonte: Web

Per alcune non è una priorità e non sentono il bisogno di masturbarsi nel momento in cui il rapporto si è concluso, ma non hanno raggiunto il piacere. A molte basta la condivisione dell’intensità della forma di affetto sessuale, si godono in sesso in sé, momento dopo momento, ma senza riporre aspettative ulteriori.

6. I fattori che incidono sull’orgasmo

Fonte: Web
Fonte: Web

Può trattarsi di un problema di tipo fisico, emotivo o anche solo mentale, ma il punto è che non c’è assolutamente nulla di sbagliato, non c’è nulla che non vada in chi non ha orgasmi, e non c’è nulla di irrimediabilmente compromesso. Non avere orgasmi non significa che non si avranno mai orgasmi, molto spesso l’ossessione di raggiungere il culmine del piacere distrae dal piacere che si potrebbe provare, rendendoci più tese e meno disinibite e quindi diventiamo un ostacolo al nostro stesso piacere.

7. La masturbazione

Fonte: Web
Fonte: Web

Se non la praticate, perché non iniziare a farlo? Conoscere il proprio corpo e in particolare il vostro clitoride, renderà più semplice arrivare all’orgasmo in compagnia del vostro partner. Nel momento in cui la stimolazione clitoridea da sola non fosse sufficiente, allora potreste pensare di acquistare un vibratore o un sex toy. Perché è soltanto una questione di pratica e di tentativi, un po’ di relax e scegliere di dedicarsi tempo e dedizione.

8. Comunicare è la chiave per raggiungere l’orgasmo

Fonte: Web
Fonte: Web

Date ai vostri partner indicazioni precise, senza aspettare che siano loro a fare la magia. Sono in molti gli uomini che amano essere guidati e spesso accresce in loro l’eccitazione quando vedono la propria donna disinibita e libera di provare piacere. Se dire quello che desiderate ricevere vi inibisse, allora guidate il corpo e le mani dove desiderate che vadano. La disinformazione che riguarda l’orgasmo femminile spesso induce le donne a soffrire in silenzio. Sono molti gli uomini che vorrebbero essere i partner ideali, ma non hanno i mezzi per poterlo diventare in un mondo dove le donne si illudono che sappiano fare tutto da soli, senza alcun aiuto da parte nostra.

9. L’assunzione di farmaci

Fonte: Web
Fonte: Web

I medicinali influiscono negativamente con gli orgasmi. Se assumete antidepressivi oppure ansiolitici, sappiate che potreste provare sensazioni fisiche attenuate, controllate o anche soltanto sedate. Se il sesso rappresenta una parte importante della vostra esistenza e vi sentite frustrate dalla vostra mancanza di desiderio e di piacere, allora potreste consultare un medico che possa fornire una terapia alternativa a quella chimica.

10. La terapia del sesso

Fonte: Web
Fonte: Web

La figura del consulente sessuale sta prendendo sempre più piede, complice la volontà da parte di un numero crescente di persone  di desiderare di godere al meglio della propria fisicità. Non vergognatevi a rivolgervi a professionisti competenti che non vi giudicheranno e saranno a vostra disposizione per risolvere il problema. Occorre ricordare a noi stesse che nel momento in cui la nostra vita sessuale è logorata dallo sconforto e dalla mancanza di piacere ripieghiamo su altro, ma accrescendo la sofferenza. Andare da un esperto vi rassicurerà e vi permetterà di sentirvi più felici e appagate.

11. I programmi disponibili sul web

Fonte: Web
Fonte: Web

Se non ve la sentiste di rivolgervi ad un esperto – a volte le consulenze psicologiche hanno un costo rilevante e non sempre possiamo permettercele – sappiate che ci sono dei programmi divulgati on line, grazie ai quali sarà possibile mettere in pratica alcune delle tecniche e dei suggerimenti proposti. Nel caso in cui voleste provare a sondare meglio questo ambito vi suggeriamo di consultare OMGYES, uno strumento di apprendimento on line a pagamento, mirato a farvi gridare “Oh mio Dio, Sì!”.

12. Controllare i propri orgasmi

Fonte: Web
Fonte: Web

Un orgasmo non arriva da solo, bisogna cercarlo, sapersi muovere adeguatamente, ma è necessario comprendere il funzionamento del proprio corpo. Raggiungere gli orgasmi è un’abilità, qualcosa che bisogna imparare a conseguire. Concedetevi la possibilità di imparare a conoscere il vostro corpo, senza inibizioni, vergogne o remore.