diredonna network
logo
Stai leggendo: Amori impossibili. Perchè li desideriamo?

Amore non corrisposto: consigli per smettere di soffrire

Chi sono gli uomini che amano le donne transgender

Il sesso secondo Cameron Diaz: "L'importante è farne tanto"

"Perché è freddo e distante durante i rapporti sessuali?"

Si può tradire senza sesso?

Il sesso secondo il tuo segno zodiacale: scopri la tua posizione

Pausa di riflessione: quando può essere utile e quando è una scusa per lasciare

Lingam, il massaggio tantrico del pene: come si fa e benefici

"Litighiamo sempre perché preferisce la PlayStation a me"

Separazione dei beni: quando è consigliata e cosa accade in caso di decesso

Amori impossibili. Perchè li desideriamo?

La classica frase detta per gli amori che sembrano destinati al fallimento: ma quand’è che un amore è impossibile?
amore-impossibile

“È un amore impossibile!”: quante volte abbiamo pronunciato questa frase, soprattutto noi donne? Quante volte ci siamo sedute sul divano ripensando a quella storia che proprio non andava o che tutt’ora non va? Ma quando si può dire che un amore è impossibile? Quand’è che un uomo diventa impossibile per noi?

 

I motivi possono essere davvero tanti: magari Lui è impegnato in una relazione, siamo pazze di Lui – e forse anche Lui di noi – ma, ci diciamo, è un amore impossibile, non decollerà mai! Oppure si verifica il contrario: noi siamo impegnate in una relazione stabile, forse troppo stabile/monotona ma c’è Lui, che ci dà mille attenzioni, che sembra leggerci nei nostri più profondi desideri mentre il nostro compagno sembra addirittura non accorgersi della nostra esistenza…

eppure, ci diciamo, è un amore impossibile, non funzionerà mai, non abbiamo il coraggio di mollare il nostro partner e Lui, pensiamo, è come tutti gli altri, prima o poi ci deluderebbe allo stesso modo. Altre volte, invece, capita che due persone si amano alla follia, stanno insieme, condividono sentimenti, paure, sfide ma, dopo un po’, si rendono conto di non condividere gli stessi progetti: noi vorremmo piccole attenzioni in più, vorremmo progettare un futuro insieme, desideriamo quel “di più” che la relazione stessa pretende per continuare ad ardere; ma Lui non è pronto, non perché non ci ama ma perché, semplicemente, non sono quelle le priorità che Lui vuole realizzare nel presente o, peggio, sono priorità che non gli appartengono! Lui non vuole realizzarsi come gli altri, non crede  che siano quelle le priorità che fanno andare avanti una relazione, non pensa che l’amore dipenda dalla realizzazione di quei progetti. E ora?

La conclusione è sempre la stessa: “È un amore impossibile!”. Cerchiamo di stilare una specie di lista con tutti i pro e i contro della relazione e, a questo punto, le soluzioni sono due: fidarsi della lista e, in caso di un riscontro negativo, mandare tutto all’aria; oppure, stracciare quella lista e seguire la strada che secondo noi è quella migliore. Ma come si fa a capire qual è la strada giusta?

“È un amore impossibile” mi dici.

“È un amore impossibile” ti dico.

Ma scopri che sorridi se mi guardi,

e scopro che sorrido se ti vedo.

“Di notte” – tu confessi – “io ti penso.

Ti penso giorno e notte

e mi domando se stai pensando a me,

mentre ti penso”.

La società, le regole, i doveri…

ma tremi quando stringo le tue mani.

“Meglio felici o meglio allineati?”,

Ti chiedo. E il tuo sorriso accende il giorno,

cambiando veste ad ogni mio pensiero.

“Questo amore è possibile”, ti dico.

“Questo amore è possibile”, mi dici.

Sesto Properzio