diredonna network
logo
Stai leggendo: Avrai un matrimonio felice? Te lo dice la pancia!

Perché le coppie felici non postano le loro foto sui social

"Tra pochi giorni mi sposo, dovrei essere felice e invece non lo sono"

9 tipi di sesso che le coppie fisse conoscono bene (forse)

Astinenza sessuale: le ragioni, gli effetti e le conseguenze

Questo sito ti dice se la tua relazione durerà

Se lui è incapace di amare: come comportarsi con un uomo anaffettivo?

Fare sesso una volta a settimana rallenta l'invecchiamento

"Non so se lui mi ama e sono gelosa della mia migliore amica"

È normale che lui non mi dica mai "ti amo"?

A ogni età la sua ora migliore per fare l'amore

Avrai un matrimonio felice? Te lo dice la pancia!

Uno studio ha dimostrato come i sentimenti di "pancia", quindi intuito ed inconscio, misurabili attraverso un software ad hoc possa determinare se un matrimonio sarà felice o meno.
Bozza automatica

Uno studio condotto da un team di scienziati della Florida State University, pubblicato sulla rivista scientifica Science, ha rivelato come un test eseguito al computer possa rivelare se gli sposi vivranno un matrimonio felice o meno.

Il capo team James K. McNulty sostiene che le sensazioni di “pancia”, ossia quelle intuizioni che a volte la ragione spinge a trascurare perchè vanno contro i sentimenti dettati dal cuore, siano invece essenziali per il successo di un matrimonio.

Lo studio americano ha preso in esame 135 coppie eterosessuali sposate da meno di 6 mesi e seguendole e studiandole per 4 anni ha scoperto che i giudizi espressi dai partecipanti erano totalmente estranei ai cambiamenti di felicità coniugale nel tempo, al contrario invece dei giudizi negativi dei partner a livello inconscio che rivelavano la futura felicità.

Benchè possano essere in gran parte inconsce ed inespresse” affermano i ricercatori “le sensazioni di ‘pancia’ delle persone sul proprio partner sono in grado di predire uno dei risultati più importanti della loro vita: la traiettoria della loro soddisfazione coniugale“.

“Tutti vogliono avere un buon matrimonio” continua McNulty, spiegando che “All’inizio molte persone sono in grado di convincere sè stesse che questo è vero, almeno a livello conscio. Ma le sensazioni di ‘pancia’ sono meno influenzate da ciò che si vuole pensare. Non puoi auto-convincere il tuo inconscio che tutto va bene, quando così non è”.

Ma come funziona questo software? Viene mostrata una foto lampeggiante del coniuge seguita da una parola positiva (come ad esempio bello o formidabile) e da una negativa (come ad esempio insopportabile). Le persone devono scegliere tra le due alternative, nel mentre il software misura il tempo di reazione. Spiega McNulty che “Veder lampeggiare una foto del coniuge rende le persone più o meno veloci a rispondere, a seconda del proprio atteggiamento automatico nei confronti del partner. Dai risultati è emerso che le persone che hanno sentimenti molto positivi nei confronti del marito o della moglie sono molto veloci a indicare parole positive, e molto lente con quelle negative.”

Disse Piette Mac Orland: “Chiunque abbia sempre assecondato i propri istinti non può avere rimorsi”, e sembrerebbe proprio che avesse ragione.. almeno per avere un matrimonio felice!