diredonna network
logo
Stai leggendo: Colpo di Fulmine: I Segnali per Riconoscerlo e Distinguerlo da una Cotta!

Bisessualità: il non-capriccio di chi non "sceglie" di essere gay o etero

"Perché è freddo e distante durante i rapporti sessuali?"

4 cose che non sai sull'imene (compresi i miti da sfatare)

Chi sono gli uomini che amano le donne transgender

Si può tradire senza sesso?

C'è chi ama praticare il trampling sessuale e chi... il soft trampling

Il sesso secondo il tuo segno zodiacale: scopri la tua posizione

11 cose che solo le donne che usano la spirale possono capire

Pausa di riflessione: quando può essere utile e quando è una scusa per lasciare

Lingam, il massaggio tantrico del pene: come si fa e benefici

Colpo di Fulmine: I Segnali per Riconoscerlo e Distinguerlo da una Cotta!

Da adolescenti tutte ci credevamo e lo sognavamo ogni notte. Crescendo ciascuna di noi si è fatta un po' una sua idea sul colpo di fulmine. A noi piace parlarne, ogni tanto, perché è un argomento che evoca sensazioni piacevoli. Ecco quindi qualche spunto sul colpo di fulmine e soprattutto le tecniche per riconoscere i "sintomi"!
colpo di fulmine
Fonte: Web

Sul colpo di fulmine – conosciuto anche come “amore a prima vista” o “amore al primo sguardo“, combinazione di parole che già esplicita il significato dell’espressione – la cinematografia americana (e non solo) ha costruita buona parte dei suoi successi. Ma, film a parte, cos’è nella realtà un colpo di fulmine? È un sentimento che nasce a prima vista tra due perfetti estranei, come se i due venissero colpiti da un fulmine, il fulmine dell’amore.

Naturalmente da adolescenti tutte sogniamo il colpo di fulmine, e a quell’età è anche piuttosto difficile distinguere a dovere tra un’attrazione, una cotta, un’amicizia, un sentimento che sta nascendo e un vero e proprio colpo di fulmine. Crescendo, alcune di noi continuano a crederci, sebbene in modo più disincantato, mentre altre abbandonano in toto l’idea di poter vivere un colpo di fulmine. Di contro, c’è addirittura chi è convinto che l’unica idea per innamorarsi sia attraverso un colpo di fulmine.

In ogni caso, vogliamo proporvi qualche argomento per approfondire il tema del colpo di fulmine, per capire meglio cosa sia e se, effettivamente, esista nel mondo reale. Per farlo, partiamo anzitutto dal significato di colpo di fulmine!

1. Storia e significato del colpo di fulmine

didone ed enea colpo di fulmine
Pierre-Narcisse Guérin, Didone ed Enea – Fonte: Web

Già gli autori della Grecia Classica – prendiamo per esempio l’Ars Amandi di Ovidio, il Leucippe e Clitofone di Achille Tazio o la passione di Didone per Enea nell’Eneide – cercavano di spiegare il fenomeno del colpo di fulmine. Per farlo utilizzavano un complesso schema metaforico e psicologico: l’immagine dell’amato, e in particolare i suoi occhi, ricordano dei dardi che vengono scagliati verso l’amante; se tali dardi arrivano a destinazione, l’amante viene trafitto, ferito e sopraffatto dal desiderio, dalla passione e dal sentimento. Qualora l’oggetto del desiderio fosse invece disinteressato, l’amante cadrebbe, in ragione della sua passione non ricambiata, in uno stato di dolore e depressione.

L’immagine dei dardi è in genere rappresentata attraverso la figura mitologica di Cupido, mentre lo sguardo di una donna bellissima è paragonato alla vista del basilisco (figura ripresa da J. K. Rowling in Harry Potter). L’immagine della ferita causata da una freccia, dal canto suo, è talvolta usata per dar luogo a ossimori e antitesi retoriche. Ad esempio nel caso delle immagini ispirate dalla classicità, If love’s a sweet passion dalla Fairy Queen di Henry Purcell.

Tornando alla contemporaneità, dal punto di vista “biochimico” un colpo di fulmine è un’attrazione improvvisa e immediata verso un’altra persona, e non si tratta solo di una sensazione legata alle caratteristiche fisiche. Il colpo di fulmine infatti si contraddistingue anche per un trasporto emozionale molto forte, nonostante l’oggetto del desiderio sia sconosciuto o quasi.

All’università di Syracuse, nello stato di New York, un team di scienziati ha condotto uno studio per “cronometrare” in quanto tempo ci si innamori di qualcuno. E hanno scoperto che nei 20 centesimi di secondo a partire dal momento in cui osserviamo l’altra persona vengono attivati nel cervello particolari processi chimici che rilasciano nel corpo ossitocina, adrenalina e dopamina, sostanze che generano un senso di benessere e al contempo eccitazione simile a quello di alcune sostanze stupefacenti.

Insomma, il significato e le conclusioni della scienza li abbiamo capiti, direte voi, ma questo colpo di fulmine esiste o no?

2. Il colpo di fulmine esiste?

il colpo di fulmine esiste
Fonte: Web

Il colpo di fulmine, a quanto pare, esiste. E, sorpresa delle sorprese, quelli a crederci di più sono gli uomini: uno su quattro, infatti, è convinto di sapere grazie al colpo di fulmine se quella che gli piace sarà la donna della sua vita oppure no. Ma come può essere, si staranno chiedendo molte di noi, se poi la maggior parte di loro sembra non sapere nemmeno dove stia di casa il romanticismo? Giusta osservazione. In realtà non è una questione di romanticismo. Semplicemente, gli uomini sembrano essere più sensibili alle famigerate farfalle nello stomaco perché più sensibili alla vista. E quindi al colpo di fulmine, dato che di amore a prima vista si tratta.

Tornando ancora una volta alla scienza, i nostri cari uomini, per una volta, non avrebbero nemmeno tutti i torti: secondo Stephanie Cacioppo, ricercatrice dell’università di Chicago, il responsabile del colpo di fulmine, come pensavano peraltro anche i Greci, sarebbe lo sguardo. E quindi il colpo di fulmine partirebbe dagli occhi. Soprattutto dagli occhi di chi guarda: è lì che si cela la differenza tra un colpo di fulmine, quindi tra amore e “semplice” desiderio sessuale.

Ma naturalmente per parlare di colpo di fulmine non possiamo fermarci a un soggetto gradevole per lo sguardo: se si tratta di un vero colpo di fulmine, come vedremo in seguito, saremo completamente avvinte – e anche un poco intontite – dalla sua voce, dal suo modo di muoversi, dal suo profumo, dalla sua risata, dal suo stile… Insomma, ci sentiremo in sintonia con l’altra persona sebbene l’abbiamo conosciuta da cinque minuti: è una sensazione che sicuramente tutte conosciamo e che – sia che crediamo nel colpo di fulmine sia che lo reputiamo una leggenda – è bellissima. Tanto che non di rado questa sensazione ci fa arrivare a pensare che con quella persona vorremmo trascorrere il resto della nostra vita.

Ma quali sono i “sintomi” per riconoscere un colpo di fulmine?

3. Cosa fare se incappiamo in un colpo di fulmine? E come riconoscerlo?

colpo di fulmine come riconoscerlo
Fonte: Web

Non staremo certo rivelando un segreto, ma ci sono dei “sintomi” per riconoscere un colpo di fulmine, e distinguerlo da una semplice cotta. Eccoli:

  • Sentiamo le cosiddette farfalle nello stomaco: come minimo siamo “vittime” di una cotta;
  • Abbiamo la sensazione di aver sempre conosciuto quella persona anche se l’abbiamo incontrata da due giorni: è proprio una bella cotta, come minimo;
  • Vorremmo avere una storia d’amore con questa persona e vorremmo gridarlo a lui e al mondo: ehm…
  • Continuiamo a pensarci, e ogni cosa che vediamo, sentiamo o immaginiamo ci fa nuovamente pensare a lui: dobbiamo continuare?
  • Abbiamo iniziato a uscire e quando lo vediamo respiro e cuore si mozzano di colpo: tana…
  • Le mani tremano e/o sudano e/o si raffreddano improvvisamente: Bingo!
  • Vorremmo ascoltarlo per ore e ore ma non riusciamo nemmeno a sentire ciò che dice, da quanto siamo euforiche ed eccitate. Inutile dire che non ci accorgiamo nemmeno di cosa accada attorno a noi, e qualsiasi cosa lui ci dica ci sentiamo in imbarazzo: ok, questo è un colpo di fulmine bello e buono. Soprattutto se, una volta arrivate al “sodo”, ci accorgiamo che la nostra non è affatto sola attrazione sessuale.

Bene, amiche, questo era il nostro piccolo intervento sul colpo di fulmine. Voi ci credete, l’avete mai provato? Quali sono le vostre esperienze?