diredonna network
logo
Stai leggendo: Convivenza: 10 Cose che Potrebbero Rovinare (Irrimediabilmente) la Nostra Relazione

Bisessualità: il non-capriccio di chi non "sceglie" di essere gay o etero

"Perché è freddo e distante durante i rapporti sessuali?"

Chi sono gli uomini che amano le donne transgender

Si può tradire senza sesso?

Il sesso secondo il tuo segno zodiacale: scopri la tua posizione

Pausa di riflessione: quando può essere utile e quando è una scusa per lasciare

Lingam, il massaggio tantrico del pene: come si fa e benefici

"Litighiamo sempre perché preferisce la PlayStation a me"

Separazione dei beni: quando è consigliata e cosa accade in caso di decesso

"Sono ancora vergine e non riesco a fare l’amore"

Convivenza: 10 Cose che Potrebbero Rovinare (Irrimediabilmente) la Nostra Relazione

Viviamo con lui una splendida relazione da anni e ora stiamo per andare a convivere: ecco 10 stili di vita insieme che potrebbero portare la nostra storia al capolinea in men che non si dica!
10 fattori che rovinano convivenza
Fonte: Web

Chiunque l’abbia provato o chi sia in odore di convivenza lo sa bene: può essere incredibilmente entusiasmante iniziare a vivere con il nostro partner. Nella situazione ideale, lui è anche il nostro migliore amico e l’idea di trascorrere tutto quel tempo insieme non potrà che risultare elettrizzante. Ma se non siamo contente già solo all’idea, allora forse dovremmo anzitutto valutare i motivi di questa insoddisfazione: fare un passo tanto significativo senza la giusta convinzione potrebbe rivelarsi un grosso errore.

Naturalmente vivere insieme comporta tanti vantaggi, che tuttavia celano anche il rovescio della medaglia, ossia i problemi che potrebbe nascere molto precocemente e potrebbero far terminare la nostra relazione in tempo record. Ad alcuni di questi problemi non facciamo nemmeno caso quando usciamo con una persona e ognuno vive a casa sua, ma quando si approda alla convivenza le cose cambiano, eccome. Potremmo per esempio accorgerci che alcune sue abitudini delle quali prima nemmeno ci accorgevamo ora ci mandano in bestia, e viceversa, con conseguenti discussioni e litigi che potrebbero protrarsi verso l’infinito e oltre.

Del resto, quando si vive con una persona e con quella si condividono gioie e dolori del quotidiano, si notano anche le minime sfumature, sia positive che negative, del carattere dell’altro. Ci saranno giorni buoni ma anche giorni neri, e questi ultimi saranno quelli in cui sarà pressoché impossibile guardare la nostra relazione e il nostro partner attraverso lenti rosa. Quando si convive, è necessario riuscire a rafforzare il livello di comunicazione tra noi e il partner per consolidare di conseguenza il sentimento e il rapporto.

Anche nelle migliori famiglie, comunque, ci saranno senza dubbio notevoli ostacoli da superare. Noi, rifacendoci a un decalogo pubblicato da The Richest, abbiamo deciso di mettervi in guardia sui 10 problemi principali che potrebbero rovinare una relazione che sfocia in convivenza!

1. Attenzione alla gestione delle finanze!

gestire finanze in convivenza
Fonte: Web

La gestione delle finanze è una delle cose che cambiano maggiormente una volta che si avvia una convivenza, per questo è fondamentale discutere il prima possibile in modo chiaro, aperto e trasparente delle aspettative sul pagamento di bollette, affitto e così via. Quando anni fa abbiamo avuto quel ragazzo per qualche mese che spendeva tutti i suoi soldi in birra e sigarette poteva non importarci granché, ma quando la relazione si consolida in una convivenza questo tipo di cose ci interessano ed è giusto che sia così.

Dovremmo anche parlare di eventuali debiti preesistenti e delle nostre abitudini di spesa in generale. Se non riusciamo a discutere da subito di soldi e gestione delle finanze, si staglierà dinanzi a noi una strada decisamente in salita quando ci sposeremo o quando faranno capolino dei figli: attenzione!

2. Ciò che è pulito e ordinato per lui potrebbe non esserlo per noi…

convivenza accordarsi sulla pulizia
Fonte: Web

Per quanto disordinate e caotiche possiamo essere, a nessuna di noi piace convivere con qualcuno che sia a sua volta disordinato e/o che non condivida le nostre abitudini di pulizia. Pertanto, per il bene della nostra relazione, noi e il nostro partner dovremmo raggiungere un accordo su cosa significhi “pulito” e su come suddividere al meglio i lavori di casa per fare in modo di venirci incontro reciprocamente.

Molte persone tendono a diventare pigre e si aspettano che tutte le faccende di casa vengano sbrigate dal partner, ma se entrambi ragionassimo così, in brevissimo tempo ci ritroveremmo a vivere in una discarica. In pratica, il nostro nido d’amore non diventerebbe altro che un fetido terreno di scontro.

3. I nostri amici non sono suoi amici…

come fare con amici in convivenza
Fonte: Web

Una delle cose che più si “mescola” quando iniziamo a vivere insieme sono gli amici di uno e dell’altra. Di certo è una grande cosa che ciascuno abbia i suoi amici, ma quando in una relazione si condivide una spazio di vita è molto probabile che i nostri amici e il nostro partner si trovino, almeno in alcune circostanze, a incontrarsi e/o a sovrapporsi.

E se al nostro lui non piacciono i nostri amici… be’, potrebbe essere quanto meno fastidioso. Anche perché è vero che la casa è di entrambi, ma ci piacerebbe poterla sentire come un ambiente accogliente in cui ospitare le persone a cui vogliamo bene. A sua volta, il nostro partner ha il pieno diritto di sentirsi a suo agio in casa, ma se ci sono problemi con i nostri amici (o viceversa) sarebbe meglio risolvere questo tipo di conflitto ancora prima di andare a vivere insieme.

4. Cucino io o cucini tu?!

Fonte: Web
Fonte: Web

Ci piace cucinare? Se la risposta è no, non è necessario – visto che non siamo nel 1950 – che siamo noi a metterci regolarmente ai fornelli: ci sono uomini che sanno preparare arrosti migliori di quelli di nostra madre (mamma, perdonaci).

In una relazione in cui si conviva è opportuno parlare anche della ripartizione dei lavori in cucina. Non è detto che debba essere solo uno dei due a occuparsi di colazione, pranzo, cena e merenda, a meno che noi o il nostro partner non lo vogliamo a tutti i costi. Anche in questo caso, potremmo trovare un compromesso che renda più semplice la vita per entrambi. E qualora uno dei due sia incredibilmente bravo ai fornelli mentre l’altro è un povero incapace, potremmo cogliere l’occasione per cucinare insieme!

5. Ci sentiamo scarsamente apprezzate

sentirsi poco apprezzate in convivenza
Fonte: Web

Quando, anche dopo una relazione durata anni, una coppia inizia a vivere insieme, potrebbe iniziare a radicarsi nelle abitudini di vita quotidiana un certo senso di pigrizia che potrebbe tradursi anche in una mancanza di apprezzamento nei confronti del partner. Tradotto in termini concreti, i “ti amo” e i complimenti diminuiscono vertiginosamente man mano che ci si abitua a vivere insieme. E, solitamente, sono gli uomini a essere colpiti da questa sindrome di “stitichezza sentimentale”. Ok, prima ci scambiavamo decine di messaggini carini, ma non è solo perché non abbiamo più la necessità di comunicare tanto via smartphone che l’affetto debba scemare.

6. La perdita dell’indipendenza!

perdere indipendenza in convivenza
Fonte: Web

Spesso, almeno inizialmente, è normale voler trascorrere tutto il nostro tempo libero insieme. Ma dovremmo anche renderci conto, soprattutto in prospettiva, della mole di tempo che arriveremo a condividere. Vivendo insieme non ci mancherà certo lo spazio per le coccole o per sdraiarci sul divano a guardare serie Tv a ripetizione.

Ciò che dovremmo fare, dunque, è assicurarci che, anche durante la convivenza, ci sarà sufficiente spazio per condurre attività indipendentemente dal partner, un modo sano per crescere “autonomamente” e condividere le nostre esperienze con l’altra persona facendo contestualmente crescere la relazione in modo sano. Se uno dei due cercasse di monopolizzare tutto il tempo libero del partner, la relazione potrebbe iniziare a diventare asfissiante e foriera di risentimento.

7. Non riusciamo a dormire bene insieme

non dormire bene insieme
Fonte: Web

Avere diversi orari di lavoro o differenti abitudini per quanto riguarda il sonno potrebbe sembrare una questione di lana caprina quando si è “solo” fidanzati. Ma tutto ciò potrebbe diventare realmente un problema quando la relazione si consolida in convivenza.

Potremmo scoprire che desidereremmo un partner che sia in grado di sdraiarsi sul letto alla fine di una lunga giornata di lavoro semplicemente per rilassarsi con noi mentre lui, magari, è una molla sino a tarda notte. Oppure potremmo scoprire che il nostro uomo è un russatore da competizione. Il che non è un dramma quando da fidanzati si condivide il letto di quando in quando, ma nel corso di una convivenza potremmo arrivare a trovarlo pressoché impossibile. E non riuscire a dormire ci renderà di giorno in giorno più irritabili.

8. I nostri hobby non collimano

hobby non collimano convivenza
Fonte: Web

Una cosa che potrebbe rivelarsi disastrosa per alcune coppie potrebbe essere il tempo che il partner trascorre per dedicarsi al suo hobby o ai suoi hobby. Per esempio potremmo essere al corrente dell’amore del nostro fidanzato per i videogiochi, ma potremmo non esserci mai rese conto che questa passione lo coinvolge per almeno un paio d’ore a notte.

Dovremmo cercare di coltivare i nostri hobby mentre il partner, a sua volta, afferma la sua indipendenza, ma per riuscirci i tempi devono incastrarsi alla perfezione o quasi. Se odiamo gli hobby del nostro partner o non li condividiamo, potrebbe diventare particolarmente frustrante passare del tempo insieme per fare qualcosa che reputiamo, nella migliore delle ipotesi, stupido.

9. Non usciamo più insieme

non usciamo più convivenza
Fonte: therichest.com

Perché uscire quando possiamo semplicemente rilassarci a casa guardando Netflix?  Quando si inizia a vivere insieme può capitare che si dia per scontato uno stile di vita più “comodo” e che quindi non si pianifichino più uscite romantiche a due.

Tuttavia non si è mai troppo vecchi o troppo legati per un appuntamento di coppia, anzi: è sempre un ottimo modo per mantenere viva la relazione e accendere il romanticismo. Se ogni giorno è uguale all’altro e iniziamo a sentirci imprigionate in noia e monotonia, proviamo a pensare a qualcosa che vorremmo fare e discutiamone col nostro partner. Se rifiuta allora saremo autorizzate a scatenare l’inferno.

10. Ci rendiamo conto di odiare il nostro partner

odiare il partner
Fonte: Web

Lo sappiamo: è davvero fantastico avere un ragazzo quando ci si vede due o tre volte a settimana. Ma quando si arriva a parlare di convivenza, siamo davvero sicure di voler portare la relazione al livello successivo? L’abbiamo già detto: solo l’idea dovrebbe essere incredibilmente entusiasmante per noi, pur sapendo che ci saranno giornate pessime e che dovremo imparare a trovare compromessi per sostenerci l’un l’altra nel momento in cui il gioco inizierà a farsi duro.

Tuttavia una delle cose che potrebbe portare la nostra relazione alla fine è renderci conto che non sopportiamo di avere il nostro partner in giro per casa, che è precisamente ciò che la convivenza richiede.