diredonna network
logo
Stai leggendo: Coppia: Luoghi comuni o verità?

Separazione dei beni: quando è consigliata e cosa accade in caso di decesso

"Vorrei sposarmi e avere un figlio ma lui non vuole"

La vita sessuale segreta degli sposi ventenni

Bisessualità: il non-capriccio di chi non "sceglie" di essere gay o etero

"Perché è freddo e distante durante i rapporti sessuali?"

Si può tradire senza sesso?

Il sesso secondo il tuo segno zodiacale: scopri la tua posizione

Pausa di riflessione: quando può essere utile e quando è una scusa per lasciare

Lingam, il massaggio tantrico del pene: come si fa e benefici

"Litighiamo sempre perché preferisce la PlayStation a me"

Coppia: Luoghi comuni o verità?

Gli uomini preferiscono le bionde? Gli opposti si attraggono? L'amore è una questione di ormoni? Quanto c'è di vero in tutto questo? Con l'aiuto della scienza vediamo cosa è vero e cosa non lo è..
uomini donne

Gli opposti si attraggono? Gli uomini preferiscono le bionde alle more? Le donne preferiscono i belli e dannati?

Sono dei modi di dire che ognuna di voi ha sentito mille volte. Ma quanta verità c’è dietro a questi luoghi comuni?

La scienza ha confermato e sfatato questi luoghi comuni.. curiose di sapere cosa è vero e cosa non lo è?

L’attrazione sessuale è soprattutto questione di naso

odore-del-sesso-
Riuscireste a riconoscere dall’odore il vostro partner? Molte di voi risponderebbero di si. Ed è vero!

Degli esperimenti condotti dal 1995 al 2006 in tutto il mondo hanno dimostrato che le coppie più durature hanno caratteristiche genetiche molto diverse tra loro e che quindi esiste una correlazione strettissima tra odore corporeo, genetica e attrazione sessuale.

Sembrerebbe inoltre che siano le donne ad avere maggior “naso” nell’identificare un partner geneticamente molto diverso e quindi a scegliere quello che a livello evolutivo potrebbe essere il migliore per sè e la prole.

Le donne preferiscono i belli e dannati

uomini-belli-e-impossibili
I ricercatori dell’University of British Colombia in Canada sono arrivati alla conclusione che per le donne un uomo sempre sorridente è meno attraente rispetto al classico dannato. La ricerca consisteva nel far vedere a un campione di 1000 persone tra uomini e donne delle immagini dell’altro sesso, alle volte sorridenti, alle volte serie. Sembrerebbe quindi che gli uomini mostrano più interesse per le donne sorridenti mentre il gentil sesso è maggiormente attratto da espressioni di orgoglio e determinazione.

Insomma uno sguardo sicuro e fiero sarebbe molto più sexy di un sorriso.

Gli opposti si attraggono

opposti
La ricerca della Cornell University ha sfatato questo mito coinvolgendo nello studio un migliaio di volontari. Il risultato è che gli uomini e le donne tendono a cercare un partner all’interno della propria cerchia e quindi che la maggior parte di noi tende a preferire qualcuno con gusti, convinzioni, background, interessi e intelligenza il più simile possibile noi stessi.

Gli uomini preferiscono le bionde alle more

bionda o mora
Che ognuno abbia i suoi gusti e su questo non si discute in ogni caso è un’affermazione errata. I ricercatori della Westminster University hanno sfatato questo mito prendendo 130 uomini e portandoli in tre diversi nightclub. Davanti a loro sfilava sempre la stessa donna ma con i capelli tinti ogni volta di un colore diverso. Il risultato? Quando aveva i capelli biondi era invitata a ballare di più, mentre era valutata più attraente ed intelligente quando era mora.

Secondo i ricercatori le bionde attirerebbero di più l’attenzione maschile semplicemente perchè la maggior parte delle persone nel mondo ha una chioma scura; inoltre la preferenza verso i capelli chiari o scuri deriva molto anche dalle mode. Basti pensare che le bionde sono tornate alla riscossa negli anni ’80 grazie alla Principessa Diana, dopo un periodo in cui la preferenza era sulle more.

L’amore è una questione di ormoni

amore ormoni
Sembrerebbe incredibile ma è così ed ancora più incredibile è che gli ormoni in circolo tra uomini e donne sono gli stessi nei vari step. Il colpo di fulmine iniziale è regolato dal testosterone. Nella seconda fase del consolidamento del legame fanno la loro comparsa la dopamina e la serotonina che hanno un’azione calmante e riducono l’ansia. Il terzo e ultimo step, che è quello dell’attaccamento, è dovuto all’azione dell’ossitocina che aiuta a consolidare la fiducia nel partner e a rafforzare il legame.

Insomma, tutto merito degli ormoni!

La quotidianità è la tomba dell’amore

routine
Io qui ci avrei messo la mano sul fuoco che fosse vera quest’affermazione ma invece uno studio della Rutgers University lo smentisce. Infatti la ricerca ha confrontato l’attività cerebrale di novelli sposi con coppie che stavano insieme da più di 20 anni e il risultato è del tutto inaspettato. Infatti gli scienziati hanno appurato che l’attività cerebrale era la stessa per tutti a prescindere dalla durata del matrimonio. Inoltre sembrerebbe che le coppie più datate mostravano l’assenza di ansia tipica dei primi periodi di una storia e che provavano una totale e completa calma nei confronti del partner.

Insomma se vi siete annoiate del partner non è colpa nè della quotidianità nè della routine!