diredonna network
logo
Stai leggendo: Credere nell’amore è ancora possibile?

Credere nell'amore è ancora possibile?

Amare equivale a soffrire? Dopo quante esperienze negative si getta la spugna? C'è ancora chi crede nell'amore nonostante tutto?Infondo Sigmund Freud insegna.

Quante volte abbiamo detto a noi stesse “Basta non succederà più” oppure ” io ho chiuso con gli uomini di quel genere” e poi ci si ricasca sempre?

Mi è capitato molte volte di ritornare sul tema dell’amore, delle esperienze vissute: è proprio vero che dagli errori del passato si impara? E allora perché cadiamo sempre nelle relazioni complicate, difiicili, che ci sconvolgono la vita?
È ormai risaputo che noi donne per natura siamo autolesioniste, testarde e questo ci porta sempre verso relazioni che poi una volta terminate malediciamo. Quante lacrime versate per un amore in cui si credeva al 100% per poi ritrovarsi di nuovo da sole un’altra volta.

Ma chi come me ha rifatto lo stesso errore, o forse un errore simile, l’ha fatto sperando che la persona in questione potesse cambiare in nome di quell’amore tanto professato e profondo. Io credo ancora nelle favole, credo nell’amore vero e voglio viverlo con tutta me stessa, perché la vita è una sola e non posso pensare che ogni volta che forse non durerà, che forse non è quello giusto ecc ecc….
Se si tiene davvero a qualcosa l’ultimo tentativo è sempre il penultimo… perciò donne non arrendetevi mai, credete in quello che fate e nella persona che avrete davanti, non togliete speranze all’amore perché lui vi stupirà quando meno ve lo aspettate…. e ve lo dice una che è dentro una storia impossibile e da cui non riesce ad uscirne…forse perché adesso va bene così finché non arriverà il mio vero principe azzuro che mi farà salire sul suo cavallo bianco e mi porterà nella nostra favola.

 

Dice bene Sigmund Freud: ” C’è una storia dietro ogni persona. C’è una ragione per cui loro sono quel che sono.
Loro non sono così solo perché lo vogliono. Qualcosa nel passato li ha resi tali, e alcune volte è impossibile cambiarli.”