diredonna network
logo
Stai leggendo: Donna Indipendente: Perché Davanti A Lei Gli Uomini Sono Insicuri?

I segnali per riconoscere un uomo con la sindrome di Peter Pan

"Sono stanca, lui non mi aiuta né in casa né con le gemelle: me ne vado?"

"Perché quando voglio qualcuno ogni volta va male?"

"Tra pochi giorni mi sposo, dovrei essere felice e invece non lo sono"

5 modi non convenzionali, ma efficaci, per superare una delusione d'amore

Sono sola, senza amici e senza amore, che problema ho?

"Fra me e il mio compagno non c'è più complicità e questa situazione mi sta facendo male"

Perché gli uomini con i capelli rossi sono i donatori di sperma più ricercati

Fidget Spinner: i ragazzini lo usano (anche) come sex toy

Questo sito ti dice se la tua relazione durerà

Donna Indipendente: Perché Davanti A Lei Gli Uomini Sono Insicuri?

Siamo ormai abituate a sentirci dire che gli uomini sono “spaventati” dalle donne forti e indipendenti sotto tutti i punti di vista. Ma quali sono i motivi e i meccanismi che spingono gli uomini a comportarsi in un certo modo e a ricercare un determinato tipo di donna?
Da Pinterest.com
(Foto: Pinterest.com)

Siamo ormai abituate a sentirci dire che gli uomini sono “spaventati” da queste nuove donne, forti e indipendenti sotto tutti i punti di vista e devono perciò reinventare il loro ruolo all’interno della società.

Una donna che sa quello che vuole, che non si fa mettere i  “piedi in testa”, che ha dei sogni e lotta per realizzarli, che viaggia e si mantiene da sola, a quanto pare, spaventa.

Effettivamente, tutto questo, può generare insicurezza nella figura maschile di oggi che fatica ad abbandonare la tradizionale impostazione “italica”.

Ma, cari maschietti, guardiamo i lati positivi: una donna forte e indipendente è una donna che saprà darvi il suo appoggio.

E se sceglierà voi, sarà per profonda convinzione e non per comodità.

Vi pare poco? È un salto mentale a volte difficile da compiere, ma chi ci riuscirà sarà sicuramente premiato.

Un salto che devono compiere entrambi gli universi: maschile e femminile.

Ma con la forza e la costanza di cui siamo capaci noi donne, sicuramente riusciremo a far capire che piangere non è segno di debolezza e uscire struccate non è segno di sciatteria.

Pensate che in Cina hanno addirittura coniato una nuova definizione delle donne single.

Le chiamano “donne-avanzo”.

Donne che hanno saputo scalare la carriera professionale ma sono diventati “scarti per la società” perché non hanno preso marito e non hanno procreato.

Autonome e indipendenti, per l’uomo è troppo faticoso controllarle.

Questi sono i dati rilevati in Cina, chissà se anche in Italia c’è qualcuno che ancora la pensa così.

Intanto andiamo a vedere quali sono i motivi per cui i nostri maschietti si sentono insicuri davanti a una donna indipendente.

1. Quanto valgono i tuoi euro?

Da Lemiecartolinedallafrancia.blogspot.com
(Foto: Web)

Più il potere d’acquisto di una persona è basso, più facile è corteggiarla.

Le donne che invece non pendono dal vostro portafogli ma intavolano discorsi di un certo spessore sono più complicate da affrontare ed è decisamente impegnativo tenere alto il vostro dato di “audience” per tutta la serata.

Soprattutto se non riuscite a distrarle sventolando il portafogli.

Come si fa? Vi tocca essere interessanti e aperti al dialogo!

Forza, crediamo in voi.

 2. Tutto su sua madre

Da Diggita.it
(Foto: Web)

Il mammismo è una delle piaghe persistenti di questa società, in cui il masculus italicus junior ricerca una fotocopia della madre per passare dallo stato “celibe” a “coniugato”.

Per poi lamentarsi tutta la vita al grido di “sembri mia madre”.

Le donne con un lavoro, invece, ricordano più papà.

Questo crea un corto circuito nel cervello di Junior che non sempre riesce ad affrontare.

3. Machismo a manetta

Da Femaleworld.it
(Foto: Web)

Una delle sfide più grandi a cui le donne sottopongono l’uomo moderno è l’idea della parità di genere.

Come riuscire a convincerlo, ad esempio, che la collega seduta a fianco sia sua pari?

Care donne, in questo caso tocca a noi: dobbiamo essere le prime a crederlo e, giorno dopo giorno, vedrete che se ne accorgerà anche il collega in questione.

4. Benedetta de noartri

Da Realtime.it
(Foto: Web)

“Puoi essere la responsabile marketing di Dior Italia ma se non sai fare i cappelletti non sei nessuno. Rien à faire, la donna che cucina eccita, quella che dirige le aziende no”( Fonte: Oltreuomo).

Al di là dell’estremismo della citazione, è possibile che nella cultura che ci portiamo appresso siano rimasti appiccicati alcuni brandelli dell’idea di “angelo del focolare”.

Non troppo uoma, non troppo donno: forse la soluzione sta semplicemente nel trovare il giusto equilibrio.

5. Parli tu, poi parlo io

Da Rischiocalcolato.it
(Foto: Web)

Tra dire e il fare c’è di mezzo il mare.

Soprattutto: tra la “teoria della coppia perfetta” e la pratica ci stanno in mezzo due oceani.

Alzi la mano chi, al primo appuntamento, ha sentito “lui” affermare che il dialogo è il segreto per far funzionare il rapporto.

Lo stesso “lui” che dopo sei mesi risponde con un distratto “Ah-ahm” alle vostre domande…

Forza ragazze, non perdetevi d’animo: stare con una donna che ricerca il confronto è molto più impegnativo che stare con una che pende dalle sue labbra.

O addirittura con una che sbraita.

Provate a cambiare approccio, il cervello maschio è diverso dal nostro.

Se non funziona neanche questa, cambiate fidanzato e sarete più felici!

6. E se poi…

Da Latuaiva.it
(Foto: Web)

Maschio alfa incontra bella ragazza, intelligente, divertente, con un buono stipendio, molte amiche, interessi realmente interessanti e una vita impegnata.

Caro maschio: perchè rinunci a qualcosa della sua vita per passare del tempo con te, devi avere argomenti validi.

Fattene una ragione.

Il problema è che per trovarli non basta Wikipedia.

7. Non sono Lara Croft

Da Pinterest.com
(Foto: Web)

La parola libertà non fa rima con “sieditilà”.

Libertà fa rima con rispetto.

Il rispetto della vostra opinione, dei vostri interessi, del tempo che volete dedicare a voi stesse e non deve mai mancare.

Non siete Lara Croft ma una persona reale che non risponde ai comandi triangolo-cerchio-quadrato.

Nel caso ogni tanto gli passasse di mente, nascondetegli la Play Station e subito tornerà alla ragione!

 8. Agli uomini piacciono le bionde… ma sposano le more

Da Vitadadonna.com
(Foto: Web)

Per un uomo è questione di orgoglio sociale poter mostrare al pubblico la propria donna.

Perciò conquistare una donna interessante, che sa stare anche con i suoi amici, di classe e con capacità di interazione, magari con un lavoro invidiabile, lo renderà il più orgoglioso della terra.

Attenzione, però, al chip  che giace latente nel suo cervello: gli ricorderà, di punto in bianco, che avere una donna al suo fianco equivale a non poter più essere un bambino.

E dovrà, necessariamente, comportarsi da uomo.