diredonna network
logo
Stai leggendo: Io ho 24 anni, lui 40: non sono felice ma non riesco a lasciarlo
Invia la tua richiesta a tema psicologia, sessuologia, rapporti di coppia.
Domanda all'esperto

Io ho 24 anni, lui 40: non sono felice ma non riesco a lasciarlo

Buona sera sono una ragazza di 24 anni e il mio fidanzato ne ha 40… questo rapporto non riesce a darmi ciò che voglio visto la differenza d’età non è quello che desidera una ragazza della mia età. Inoltre quando esco non lo vivo con leggerezza mi sento osservata da tutti e mi imbarazzo ma comunque ho provato a lasciarlo e mi rendo conto che mi manca non so cosa fare questa storia dura già da quattro anni e mi rende infelice… vorrei rimanere anonima. Grazie mille.
Inoltre da quando ho terminato la scuola e mi sono diplomata ho iniziato a soffrire di ansia, ad essere malinconica. Dopo il diploma persi le mie amicizie, il mio ex e nonostante mi fossi diplomata mi è rimasto anche il rimorso di non essermi potuta iscrivere all’università per motivi economici… e non sono più io e vorrei tanto ritrovare me stessa.

Domanda di Anonimo

La risposta dell'esperto

Carissima, leggo tra le righe una insoddisfazione forte riguardo non solo la tua vita sentimentale ma un po’ verso tutto.

Mi parli di un’età importante, l’età in cui si esce dalla scuola e si devono tirare le somme per progettare un futuro sempre più vicino. Un’età di cambiamenti che può confondere e impaurire ma anche animare e riempire di energie.

A questo farei ricondurre la tua ansia e malinconia: ad un momento di passaggio, di scelte importanti, di capire cosa vuoi e come raggiungerlo. Un momento che ti richiede tutte le energie e di cui al momento forse non senti di poter disporre e allora ti viene spontaneo eliminare le situazioni che al momento ti distraggono, come la tua storia.

Sulla tua storia d’amore mi arriva forte una dualità che deve farti riflettere: da una parte ci sei tu, una ragazza che ha un rapporto stabile, che ha deciso di stare con un uomo più grande, che quindi sa scegliere e decidere e prova sentimenti per lui. Dall’altra parte ci sono gli “altri”: cosa pensano, cosa si aspettano da te, credenze, giudizi e pregiudizi…

Io credo fermamente che uniformarsi alla massa e rinunciare ad essere se stessi sia un grave errore. La tua felicità è più importante del parere degli altri. Però mi parli anche di “infelicità” e questo non è un dettaglio.

E’ importante però che tu riesca a dividere le due cose: quanto è importante cosa pensano gli altri e quanto è importante cosa vuoi tu. Paure, dubbi e pensieri sono normali, una storia di coppia che dura da tanto richiede impegno ed energia per fare in modo che funzioni ed è un lavoro quotidiano…

Capisco la tua confusione… hai tanti ingredienti dentro il calderone della tua vita !

E allora il consiglio che posso darti è: fai un passo indietro per mettere meglio a fuoco. Ritagliati il tuo spazio prendendo un po’ le distanze anche da lui, prenditi il giusto tempo per riflettere su di te, sulla tua vita, su cosa vuoi, cosa cerchi e cosa ti serve per essere felice. Non devi subire questa situazione ma puoi diventare protagonista principale!

Analizza la situazione, individua problema e soluzione e agisci per essere felice! Puoi farlo.

Non sarà semplice né veloce… ma avere un obiettivo ti aiuterà a non sentire troppo la fatica.

Valutazione: 3.0. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...

Risponde Dottoressa Cristina Colantuono

Psicologa Psicoterapeuta

Domanda all'esperto

Esperta in Psicologia Giuridica, si occupa di terapie individuali e familiari e offre supporto sulle seguenti tematiche: relazioni di coppia, sessualità, affidamento, divorzio, mobbing, abuso sessuale, disagi psicologici (ansia, depressione, etc..), genitorialità e infanzia.

Pagina Facebook Dott.ssa Cristina Colantuono – Psicologa Psicoterapeuta

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Consulta le risposte della Dottoressa Cristina Colantuono e degli altri esperti su: