diredonna network
logo
Stai leggendo: “Perché dopo un tradimento sono ancora gelosa del mio fidanzato?”
Invia la tua richiesta a tema psicologia, sessuologia, rapporti di coppia.
Domanda all'esperto

"Perché dopo un tradimento sono ancora gelosa del mio fidanzato?"

Buonasera, sono fidanzata da un anno con un ragazzo che ha sempre avuto avventure e mai storie serie. (La prima sono io, tanto che sono stata la prima a conoscere i genitori e tutta la famiglia). In passato mi ha detto di aver avuto una scappatella mentre già stava con me. Ci siamo lasciati e una volta ritornati insieme aveva ammesso il suo errore e detto che non lo avrebbe più fatto perché sarebbe stato da stupidi ricommettere lo stesso sbaglio. L’ho perdonato ma appena lo vedo che parla e scherza con un’altra donna mi salgono i dubbi ed il nervoso. Come mai non riesco a fidarmi al 100%? Perché mi sorgono ancora dubbi?

Domanda di Anonimo

La risposta dell'esperto

Carissima,
parliamo di fiducia allora, quel sentimento che ti permette di credere di poter contare su qualcuno, che non ti deluderà e non ti provocherà sofferenza alcuna. Il tradimento nella coppia è uno dei principali motivi per cui viene meno la fiducia ed è una situazione molto delicata in cui entrano in gioco una lunga serie di emozioni e insicurezze: la delusione, la rabbia, il pensiero che l’altra sia meglio di me o che abbia un qualcosa di più, la sofferenza legata all’inganno… E quel primo episodio, anche se sarà poi l’unico, ci dimostra che l’altro è capace di farlo, che è una cosa che è accaduta e potrà riaccadere di nuovo.

Il perdono è un processo lungo e impegnativo, che si basa su pilastri importanti e che è solo il primo gradino, di una lunga serie, verso un rinnovato equilibrio che dovrà quindi basarsi su tante altre dimostrazioni.
Probabilmente questo processo tra te e lui non si è concluso del tutto e questa carenza ti provoca ancora dei dubbi. Per avere fiducia negli altri, è necessario che siano presenti degli elementi indispensabili:
– regole e comportamenti condivisi
– valori, ideali e credenze condivise
– stima reciproca e coerenza durevole nel tempo
– risultati che dimostrano che l’altra persona merita fiducia
– l’aspettativa che l’altro possa soddisfare i nostri bisogni

Rifletti su queste regole e valuta quanto siano presenti nel rapporto che hai con lui, valuta anche in che percentuale mancano. Avrai così un quadro chiaro di quali sono gli aspetti migliorabili per ottenere di nuovo una fiducia piena in lui. Perché è chiaro che questi tuoi dubbi coprono la paura di soffrire di nuovo, l’incertezza sulle sue intenzioni e la posta in gioco che è molto alta! Allora sforzati di capire bene a che punto siete di questo percorso e cosa potete fare. Parlate, condividete pensieri, paure e sentimenti, aumentando il senso di sicurezza della coppia ma anche individuale, aumenterà anche la fiducia. E parlo al plurale perché non è solo un problema tuo ma anche del tuo ragazzo. Lui deve collaborare e diventare tuo complice!

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Risponde Dottoressa Cristina Colantuono

Psicologa Psicoterapeuta

Domanda all'esperto

Esperta in Psicologia Giuridica, si occupa di terapie individuali e familiari e offre supporto sulle seguenti tematiche: relazioni di coppia, sessualità, affidamento, divorzio, mobbing, abuso sessuale, disagi psicologici (ansia, depressione, etc..), genitorialità e infanzia.

Pagina Facebook Dott.ssa Cristina Colantuono – Psicologa Psicoterapeuta

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Consulta le risposte della Dottoressa Cristina Colantuono e degli altri esperti su: