diredonna network
logo
Stai leggendo: “Faccio la tester di sexy toys e guadagno molto bene”: l’esperienza di Paige

Bisessualità: il non-capriccio di chi non "sceglie" di essere gay o etero

4 cose che non sai sull'imene (compresi i miti da sfatare)

C'è chi ama praticare il trampling sessuale e chi... il soft trampling

11 cose che solo le donne che usano la spirale possono capire

Lingam, il massaggio tantrico del pene: come si fa e benefici

Il sesso secondo Cameron Diaz: "L'importante è farne tanto"

"Si può essere gay e musulmani: Allah ama l'uguaglianza"

"Perché è freddo e distante durante i rapporti sessuali?"

Clitorissima: "Vi presento 'la' clitoride. Perché dobbiamo parlarne alle bambine"

Chi sono gli uomini che amano le donne transgender

"Faccio la tester di sexy toys e guadagno molto bene": l'esperienza di Paige

Pur se l'argomento rimane ancora oggi molto spesso un tabù, anche i sex toys, prima di essere messi in commercio, hanno bisogno di qualcuno che li testi, per verificarne funzionamento e qualità. E, a quanto pare, la professione di tester di oggetti per il piacere sessuale è anche decisamente remunerativa! Ecco l'esperienza personale di una ragazza che ha deciso di fare questo lavoro.
Fonte: Web
Fonte: Web

Con i tempi che corrono fare di necessità virtù è diventata la regola, soprattutto nell’ambito lavorativo. Ci si arrangia come si può, accettando spesso lavori che non rientrano proprio nelle nostre corde, e sono pochi i fortunati che possono dire di trarre piacere da quello che fanno.

Una che senz’altro può usare letteralmente questa espressione è la ventiduenne australiana Paige Gregory, che non solo ha trovato un lavoro decisamente sopra le righe, ma riesce a ricavarne anche un discreto guadagno.

Che cosa fa la signorina per vivere? Semplicemente, la tester di sex toys. Esatto, lei è appunto quella che sperimenta vibratori e via dicendo prima che vengano commercializzati, esaminandone caratteristiche tecniche e qualità. E non solo riesce a vivere di questa professione, ma lei e il resto dello staff, impiantato a Brisbane, si aggirano addirittura su profitti che variano dai 60 ai 70 mila dollari annui, cui vanno aggiunti vari benefits, che includono anche (e come potrebbe essere altrimenti!) la disponibilità di nuovi prodotti gratuiti ogni mese.

Paige ha iniziato questo lavoro quasi per gioco, iscrivendosi sul sito Seek.com, e in principio lo faceva soprattutto nei giorni in cui non era occupata all’università, dove studiava Management. Una volta laureata, però, la ragazza ha iniziato a svolgere la professione a tempo pieno, e attualmente lavora per la compagnia LoveHoney.

Le sue mansioni principali consistono nel rispondere alle domande più frequenti delle clienti, ma anche nel testare in prima persona ogni singolo prodotto, soprattutto dal punto di vista qualitativo; e, assicura lei, i test cui vengono sottoposti gli articoli sono davvero tanti, al punto che, se un prodotto non è giudicato sufficientemente idoneo, viene scartato. Ogni membro dello staff sperimenta personalmente a casa gli oggetti fabbricati, per poi recensirli sul sito aziendale ufficiale.

Miss Gregory sa bene che l’argomento oggetti per il piacere sessuale è, molto spesso, ancora tabù, ma lei non solo ne parla liberamente, assicura anche che la sua famiglia è assolutamente orgogliosa di lei e la supporta in tutto ciò che fa, e afferma di discutere spesso del suo lavoro con la nonna.

“Spesso- dice- l’uso dei sexy toys è ancora associato al mondo della pornografia, ma in realtà dietro c’è molto di più. Io aiuto le persone a vivere più serenamente la propria vita sessuale”

Essendo un’esperta del settore, naturalmente Paige ha visto oggetti delle più diverse forme e funzionalità, ma quello che l’ha colpita di più, raccogliendo le sue parole, è stato senza dubbio un “twerking butt“, un sedere che faceva twerking, per capirci. “Era fondamentalmente un prodotto per la masturbazione maschile” spiega “che poteva essere controllato e mandato su e giù”.

Per quanto riguarda il mondo femminile, invece, Paige ha sicuramente i suoi consigli da dare. Ecco quali sono i tre oggetti che la tester di sexy toys raccomanda assolutamente:

Silencer

Fonte: lovehoney.com
Fonte: lovehoney.com

Paige consiglia questo vibratore soprattutto alle principianti, dato che il suo funzionamento è assolutamente semplice.

Il dildo Tracy Cox

Fonte: lovehoney.com
Fonte: lovehoney.com

“Se siete più esperte e di carattere avventuroso” afferma Paige “il dildo in vetro di Tracy Cox vale la pena di essere provato, perché può essere scaldato o tenuto freddo, perciò è veramente eccitante giocare con le temperature”.

LoveHoney Desire

Fonte: lovehoney.com
Fonte: lovehoney.com

Il più quotato di tutti, però, eletto addirittura vibratore dell’anno da Good Housekeeping, è questo: Desire, che permette una stimolazione del clitoride davvero eccezionale.

Fra gli altri prodotti suggeriti, nell’elenco personale di Paige ci sono poi anche il Dream Bullet, anch’esso adatto a chi vuole sperimentare per la prima volta un giocattolo erotico, e l’Happy Rabbit 2, molto potente, più adatto a chi sa già come usare un sex toys, e completamente ricaricabile.

Tutti i prodotti raccomandati da Paige sono, naturalmente, disponibili sul sito ufficiale dell’azienda per cui lavora.

Insomma, questa ragazza è riuscita davvero a trovare una professione con cui unire, come si dice, l’utile al dilettevole!