diredonna network
logo
Stai leggendo: Gli uomini svelano 6 cose cui pensano quando si masturbano

"Non raggiungo l'orgasmo con il mio compagno, ma se mi masturbo sì"

Fare sesso una volta a settimana rallenta l'invecchiamento

Orgasmo maschile: come funziona e gli eventuali problemi

9 posizioni per (provare ad) avere orgasmi multipli

Questo sito ti dice se la tua relazione durerà

Se lui è incapace di amare: come comportarsi con un uomo anaffettivo?

"Cosa vuol dire questo bacio?": 8 tipi di bacio e significato

Perché le coppie felici non postano le loro foto sui social

"Non so se lui mi ama e sono gelosa della mia migliore amica"

"Tra pochi giorni mi sposo, dovrei essere felice e invece non lo sono"

Gli uomini svelano 6 cose cui pensano quando si masturbano

Uomini e masturbazione rappresentano un binomio pieno di fascino, perché di fatto noi donne non riusciamo a immaginare cosa pensino durante: ecco una lista di cose, persone e situazioni che vengono in mente ai maschietti durante l'autoerotismo.
Masturbazione maschile
Fonte: Pixabay

La masturbazione può essere un argomento affascinante, dato che se ne parla sempre troppo poco, soprattutto quando si tratta di quella femminile. Ma quando pensiamo alla masturbazione maschile, l’argomento è altrettanto affascinante, perché sono tante le cose che noi non conosciamo dell’altra metà del cielo. Per esempio: a cosa pensano gli uomini quando si gingillano con il proprio muscolo dell’amore?

Ognuna di noi sa a cosa pensa. C’è chi pensa al proprio amato magari lontano, c’è chi immagina nuovamente una situazione già vissuta, chi fantastica su qualche attore, come James Franco o Nick Jonas. Ma i maschietti sono molto diversi da noi e quindi Glamour ha fatto un’indagine e stilato un elenco di cose a cui pensano gli uomini durante l’autoerotismo: ecco quali sono.

1. Il porno

Masturbazione maschile
Fonte: Pixabay

La pornografia 2.0 è diventata alla portata di tutti. E non è soltanto a pagamento, ma ne esiste anche di gratuita. Quindi moltissimi uomini che praticano la masturbazione ricorrono al porno con semplicità. Però bisogna stare attenti: l’accessibilità al mezzo può diventare una vera e propria droga per i maschietti che vi ricorrono ed è difficile uscire indenni da certe abitudini. E si finisce per non sentire più il bisogno di soddisfare la propria partner.

«È davvero difficile – spiega il terapista sessuale Ian Kerner – trovare uomini che non si masturbano con il porno su Internet. Infatti ci sono giovani uomini, di 20 o anche di 25 anni, che non hanno mai avuto un orgasmo che non fosse da masturbazione su Internet. Non è la fine del mondo, ma una conseguenza della fruizione del porno è che gli uomini hanno meno immagini erotiche nel loro database mentale e potrebbero non sapere eccitarsi o diseccitarsi. È come guardare la TV senza aver mai letto un libro. Ci si può abituare a un solo tipo di facile orgasmo con materiale che è costruito per titillarsi ed eccitarsi.»

 

2. Le celebrità

Esiste una minoranza di uomini che pensa alle celebrità durante la masturbazione. Naturalmente il chi è discrezionale: come Friends ci ha insegnato, ci sono uomini che trovano eccitante Jennifer Lopez e altri che trovano eccitante Angela Lansbury. Il fenomeno è ristretto però, perché tutti i maschietti trovano le vip poco accessibili nella realtà e questo spegne le loro fantasie. Ci deve essere un fondo di attendibilità perché un uomo si masturbi.

3. Conoscenti o sconosciute

Masturbazione maschile
Fonte: Pixabay

Conoscenti o sconosciute viste qualche volta – soprattutto se si esercita un mestiere che porta a contatto con un vasto pubblico, come il commercio – costituiscono un vasto repertorio “masturbatorio”. Ma non bisogna pensare che anche qui la fantasia non abbia un ruolo fondamentale: caratteristiche e particolari anatomici sono fondamentali per sprigionare l’eccitazione che spinge un uomo alla masturbazione, ma anche eventuali situazioni che potrebbero risultare verosimili.

4. Amiche o colleghe

Eh sì, è una sorpresa, ma forse i nostri amici e colleghi si masturbano pensando a noi. Non c’è nulla di potenzialmente problematico in questo: alcuni trovano attraenti amiche e colleghe e ci costruiscono una fantasia, senza necessariamente tramutarla in una realtà come un corteggiamento o la formula dei “friends with benefits”.

5. Ex

Masturbazione maschile
Fonte: Pixabay

Il fatto che finisca l’amore non vuol dire che finisca l’attrazione. Alcuni uomini quindi praticano la masturbazione pensando ai loro ex amori. Questo aiuta i maschietti a dotarsi di quel database di cui sopra: soprattutto le relazioni lunghe forniscono immagini e fantasie piene di dettagli.

6. Partner in carica

Infine, alcuni si masturbano pensando alla partner in carica, soprattutto se la storia è iniziata da poco. È proprio vero che è il cervello a essere il più esteso organo sessuale: tutto diventa connesso con la persona che si ama, dentro e fuori la propria fantasia, ossia quella che chiamiamo comunemente realtà.