diredonna network
logo
Stai leggendo: Gwyneth Paltrow: “Ecco la mia guida per il sesso anale”

Gwyneth Paltrow: "Ecco la mia guida per il sesso anale"

Il sesso anale è un argomento ancora tabù. La famosissima Gwyneth Paltrow rompe il silenzio e annuncia sul suo blog di amare moltissimo questa pratica.
Fonte: Web

Gwyneth Paltrow, l’attrice protagonista di Shakespeare in Love ha raccontato nel suo blog Gloop una delle sue abitudini sessuali più amate: il sesso anale.

Parlare del sesso, soprattutto a milioni di persone che leggono, non è proprio una passeggiata; bisogna stare estremamente attenti alle affermazioni che si fanno (soprattutto quando sei un vip e vieni presa come esempio da molte ragazze e donne). Gwyneth ha voluto rompere il tabù che esiste attorno all’argomento e, senza vergogna, parlare con i suoi lettori.

Ma il sesso anale non è stato l’unico tema trattato in un suo recente post. Gwyneth ha parlato anche di temi come sex toys, lubrificanti e di rapporti occasionali. Detto questo, l’attrice ha voluto però precisare che il sesso anale è una pratica che può essere rischiosa, soprattutto rispetto a eventuali malattie sessualmente trasmissibili.

A tal proposito, Gwyneth ha voluto fissare le “linee guida” del sesso orale” intervistando lo psicanalista Paul Joannides, autore di The Guide to Getting it On!e chiedendogli tutto quello che c’è da sapere a riguardo, rischi e pericoli compresi. Pronte per scoprire qualche dettaglio?

“Quando il sesso anale tra gli eterosessuali è diventato una pratica comune?”

Fonte: Web

Negli anni ’80, mi ricordo di un mio amico che mi disse di avere una videocassetta porno sul sesso anale. A quei tempi sembrava una cosa scioccante. (ciò accadeva prima di Netflix: tutto era trasmesso in videocassette, dai porno ai film Disney fino agli highlights delle Olimpiadi. Le videoteche erano dappertutto). Non credo che al giorno d’oggi gli studenti si sconvolgerebbero o si sorprenderebbero nel vedere sesso anale su PornHub o YouPorn.

Da quando il porno è diventato più accessibile come per esempio su Youtube, i produttori pornografici hanno dovuto lottare per ottenere clic, e così il porno è diventato più estremo. Direi proprio che dal 2005, il porno ha offuscato completamente la distinzione tra l’ano e la vagina di una donna. E questo non è accaduto perché le donne pregavano i loro amanti di praticare sesso anale, ma perché i produttori pornografici avevano paura che, se non avessero attuato qualcosa di più scioccante, qualcun altro avrebbe ottenuto più clic.

“La popolarità del sesso anale nel porno riflette la realtà delle coppie sia omosessuali che eterosessuali?”

No. Ci sono coppie che amano moltissimo il sesso anale. Forse, di tutte le coppie eterosessuali il 10 – 15%. Ma se si chiedesse loro quante volte praticano il sesso anale e quanto quello vaginale, vi risponderebbero che praticano il sesso anale una volta ogni cinque o dieci volte di quello vaginale. Sentiamo di tanto in tanto, tipo una volta all’anno, di donne che praticano sesso anale come quello vaginale, ma è inusuale.

Per quanto riguarda gli uomini gay, le statistiche variano ampiamente e gli studi non sono sempre coerenti con i risultati dei dati. Alcuni potrebbero essere alla ricerca dei livelli di frequenza, vale a dire: “nel corso dell’anno passato hai praticato sesso anale una sola volta oppure regolarmente?” Alcuni studi rivelano che gli uomini che praticano il sesso anale sono il 65%, altri meno del 50%. Quindi, non ci sono cifre esatte per le coppie eterosessuali o omosessuali. Ma ci sono dati che suggeriscono che una buona percentuale di uomini gay preferirebbe fare e ricevere pompini piuttosto del sesso anale.

E ora parliamo delle differenze del sesso anale nei film porno e nella realtà:

Continua a leggere