diredonna network
logo
Stai leggendo: Il Preservativo del Futuro: No Lattice e con Viagra

9 posizioni per (provare ad) avere orgasmi multipli

10 cose che agli uomini non interessano durante il sesso orale

Morena e Ivano: "Il nostro lavoro? Sperimentare sex toys in coppia"

20 canzoni romantiche per la playlist perfetta per una cena a due

La sottile differenza tra farsi desiderare e capire che non gliene può fregare di meno

Educazione sessuale: perché è tempo di concentrarsi sul piacere

In difesa della chirurgia vaginale: "perché può salvare molte donne"

Questi sex toys dimostrano che la Unicorn mania è fuori controllo

Ecco perché queste 12 persone sposate hon hanno più rapporti con il partner

Le domande da fare a un ragazzo per conoscerlo meglio

Il Preservativo del Futuro: No Lattice e con Viagra

Innovazione nel mondo dei condom: un nuovo preservativo, senza lattice e con un po' di viagra, migliora le prestazioni maschili, donando più serenità. Bill Gates finanzierà il progetto?
(foto: Web)
(foto: Web)

In principio fu Bill Gates che aveva riservato un finanziamento per favorire una nuova generazione di profilattici.
I ricercatori australiani dell’University of Wollongong hanno creato realmente un nuovo modello di preservativo, pensato per una svolta al piacere maschile.
Il lattice sarà sostituito dall’idrogel, un gel sterile e trasparente, molto sottile.
Inoltre, all’interno del profilattico ci sarà una dose di viagra.
L’autore dello studio, Robert Gorkin, ha voluto spiegare il suo progetto assicurando che questa nuova tipologia di condom renderà impazienti le persone di indossarlo.

“Il nostro obiettivo principale era quello di trovare un materiale che potesse sostituire il lattice, ma non eravamo sicuri che l’idrogel fosse la scelta giusta”

E invece questa sostanza si è rivelata un ingrediente perfetto per una serie di vantaggi: biodegradabile, lubrificato e con una piccola dose di viagra.
Molto sottile ma anche estremamente difficile da rompere.

Bill Gates premierà questa scoperta?
Da sempre, il fondatore della Microsoft è convinto che un’innovazione possa incidere riducendo le gravidanze indesiderate e l’HIV.