diredonna network
logo
Stai leggendo: In difesa della chirurgia vaginale: “perché può salvare molte donne”

In difesa della chirurgia vaginale: "perché può salvare molte donne"

Sempre più diffusa, soprattutto tra le giovani donne, è la richiesta di interventi di chirurgia vaginale. Alla base di questo c'è un problema psicologico o un vezzo estetico? Scopriamo perché può salvare molte donne.

Fino a una decina di anni fa la chirurgia vaginale interveniva in presenza di una patologia o nella volontà di cambiare sesso con un intervento di vaginoplastica. Oggi invece sono in continua crescita interventi estetici come: labioplastica per modellare le piccole labbra, ringiovanimento vaginale per rassodare il canale vaginale, imeneoplastica, perineoplastica e tanti altri.

chirurgia vaginale
Fonte: Jamie McCartney

The Huffington Post ha da poco pubblicato un intervista a Navid Jallali, uno tra i più importanti chirurghi plastici del Regno Unito, e capo del dipartimento di Chirurgia Plastica presso Imperial College NHS Trust di Londra. Navid, a favore della chirurgia plastica vaginale, cerca di spiegare questa tendenza spiegando anche pro e contro.

1. Vagina normale o vagina anormale

Fonte: Jamie McCartney

“I corpi esistono in tutte le forme e dimensioni” dice il medico, non esiste una cosa normale e una anormale “è mio dovere come chirurgo informare la gente di questo fatto” soprattutto alle giovani donne. Concetto chiaramente espresso nell’opera di Jamie McCartney “il grande muro” che mostra 400 calchi in gesso di organi genitali femminili tutti diversi tra loro. Solamente il 5% dei suoi calchi aveva una forma sottile e delicata mentre il 95 % no.

2. Costi e complicazioni della chirurgia vaginale

Privatamente un intervento estetico di chirurgia vaginale può costare da 3000 euro in su mentre, per beneficiare dell’assistenza sanitaria è necessario che sussista un disagio fisico, un disturbo ormonale, dolore durante i rapporti o danni causati dal parto. Esistono complicazioni, i medici devono spiegare i rischi a breve e lungo termine, far valutare i rischi e indirizzare una donna verso una decisione responsabile e informata. Le piccole labbra, ad esempio, sono piene di terminazioni nervose, possono restare le cicatrici, si possono avere infezioni urinarie, emorragie, asimmetrie, riduzione del piacere sessuale o dolore per anni.

3. Vanità o insicurezza alla base delle richieste d’intervento

chirurgia vaginale
Fonte: web

Nel 2015, secondo alcune statistiche della Società Internazionale della Chirurgia Estetica, sono stati fatti più di 100.000 interventi di labioplastica. Per questo motivo sta crescendo la paura che stia diventando semplicemente un fattore estetico. La due cose però sono legate tra loro. Cresce infatti anche il numero di adolescenti che si recano dal chirurgo accompagnate dalle madri perché si convincono di avere un problema con la propria vagina.

4. La tendenza cresce, responsabilità del medico o della società

Difficile individuare a chi addossare la colpa del fatto che le donne paragonino il proprio corpo a quello delle attrici. Sicuramente c’è una pressione della società dovuta a un facile accesso alla pornografia, foto di donne che sembrano perfette, pubblicità ingannevoli. Ma anche una fascia di medici che, lavorando su commissione, effettuano intervento di chirurgia vaginale troppo facilmente. 

Sarà anche che il settore ormai in crescita è fortemente redditizio? Il dottor Navid Jallali dice: “è aumentato il numero di adolescenti che vogliono sottoporsi a questo tipo di intervento senza alcuna necessità medica, queste vengono prontamente allontanate, sarebbe sbagliato curarle!”.

Ma la società si è evoluta e alcuni tabù vengono abbattuti quindi le donne possono prendere coscienza delle opzioni che hanno per rendere più gradevole l’aspetto dei loro organi genitali.

5. Come può la chirurgia vaginale salvare molte donne

chirurgia vaginale
Fonte: web

Nonostante le critiche che questo può suscitare il dottor Jallali resta a difesa della chirurgia vaginale perché conosce i benefici medici che questo tipo di intereventi possono portare.

Molte sono le donne che hanno veramente bisogno e meritano di essere aiutate. Ognuna di queste, se maggiorenne, deve essere libera di fare ciò che vuole del proprio corpo.

Viene fatta eccezione per tutte quelle ragazze minorenni le cui dimensioni o forma della vagina potrebbero causare depressione o un forte calo di autostima. Non sempre infatti si parla di vanità: la grandezza delle labbra può dare dei problemi nei rapporti sessuali, molte ragazze non possono indossare vestiti attillati o altre sono talmente imbarazzate dal proprio aspetto che non riescono ad avere rapporti intimi.

“Nessun intervento chirurgico andrebbe fatto sulla base di un capriccio… Ma se questo tipo di intervento può permettere alle donne di prendere il controllo del proprio corpo, la mia opinione è che un designer-vagina può essere una cosa utile”.