diredonna network
logo
Stai leggendo: Iniezioni di botox nelle parti intime: ecco perché sempre più uomini lo fanno!

Iniezioni di botox nelle parti intime: ecco perché sempre più uomini lo fanno!

Si chiama Scrotox ed è l’intervento di chirurgia estetica che sta facendo letteralmente impazzire gli uomini di tutto il mondo. Ma vale davvero la pena di spendere migliaia di euro per questa “iniezione” di bellezza per i genitali? Scopriamolo insieme.
Fonte: Web
Fonte: Web

Mai sentito parlare della “chirurgia intima”? Si tratta di una branca della chirurgia estetica che sta diventando molto di moda tra le donne che vogliono un “ritocchino” proprio lì sotto. Se questo vi sorprende, dovete sapere che questa “moda” sta contagiando anche i maschietti che ricorrono sempre più al chirurgo plastico per ottenere migliorie varie nella zona genitali. L’ultima novità in questa delicata materia si chiama “scrotox”. Curiose di sapere perché molti uomini nel mondo stanno spendendo migliaia di euro per questo intervento? Vediamolo insieme.

1. Scrotox: ecco di cosa si tratta!

Fonte: Lasexta.com
Fonte: Lasexta.com

Lo scrotox non è altro che un’iniezione di tossina botulinica (meglio conosciuta come “botox”) nella delicata zona intima maschile dello scroto. Un trattamento già sperimentato da molti anni in medicina estetica per la riduzione delle famose “zampe di gallina”. Il farmaco svolge un’azione mirata che blocca temporaneamente la contrattilità dei muscoli responsabili dei movimenti mimici di fronte, mento, e zona perioculare. In poche parole, le rughe di espressione risultano distese e se ne previene la nuova formazione con la ripetizione del trattamento ogni 6-12 mesi. Questo per quanto riguarda le rughe del viso. Un nuovo utilizzo pare appunto essere quello sulla pelle dei testicoli dei maschietti che vogliono vedere ringiovanita e rinvigorita questa parte del loro corpo.

2. La promessa: ringiovanimento e aumento della dimensione dei testicoli

Fonte: Web
Fonte: Web

Lo scrotox dovrebbe servire a ridurre la rugosità dello scroto e ne aumenterebbe visivamente la dimensione. La pelle rilassata e rugosa di questa parte del corpo maschile, infatti, risulta essere antiestetica e per questo motivo molti uomini hanno già scelto di sottoporsi a questo intervento. Non solo, i medici affermano che l’infiltrazione di tossina botulinica nello scroto ne ridurrebbe fortemente la sudorazione. Insomma, avrebbe anche un effetto terapeutico, ad esempio, per gli sportivi che con lo sfregamento sarebbero maggiormente soggetti a dermatiti e altre infiammazioni cutanee.

3. Controindicazioni del filler di botox ai testicoli

Fonte: Web
Fonte: Web

Ma ne vale davvero la pena? In realtà, alcuni medici affermano che i vantaggi di questo intervento non sarebbero proporzionati ai reali risultati ottenuti. Intanto, i costi restano molto alti, e se il problema del rilassamento cutaneo della zona è di una certa gravità, l’ideale rimane rimuovere l’eccesso di pelle con un lifting, come spiega al The Sun Mark Norfolk, direttore di una famosa clinica a Transform.

4. L’intervento estetico maschile che sta spopolando in Stati Uniti e Regno Unito

Fonte: Web
Fonte: Web

Il ritocchino ai genitali maschili è ormai un fiore all’occhiello in molte cliniche degli Stati Uniti e del Regno Unito, mentre, in Italia ancora non esiste la possibilità di ottenere questa procedura. Nei prossimi anni gli esperti attendono però un esponenziale incremento della domanda. Chissà se anche i maschietti nostrani sentiranno il bisogno di provare questa novità. Jason Emer, chirurgo estetico di Beverly Hills in California, ha affermato che dopo il ringiovanimento della vagina, anche gli uomini stanno cercando la strada per ottenere risultati simili per le loro parti intime. Insomma, anche i maschietti vorrebbero poter migliorare l’aspetto dei loro genitali per aumentare la propria autostima e dare nuovo vigore alla propria vita sessuale. Che ne pensate di questi uomini che vogliono apparire sempre più in forma e sexy anche a costo di ricorrere al chirurgo?!

5. Costi e rischi troppo elevati ancora non convincono gli esperti

Fonte: Web
Fonte: Web

Per ora i costi del filler allo scroto rimangono molto alti. Si parla, infatti, di circa 3000 euro per una seduta di trattamento. Anche la possibilità di complicazioni ed effetti collaterali è ancora alta, per questo Norfolk sconsiglia questa procedura, o almeno, raccomanda agli eventuali interessati di informarsi molto bene sul prodotto iniettato e sui rischi prima di prendere in considerazione l’intervento.