diredonna network
logo
Stai leggendo: James Deen: faccia da bravo ragazzo per il porno divo del momento

La sottile differenza tra farsi desiderare e capire che non gliene può fregare di meno

9 posizioni per (provare ad) avere orgasmi multipli

10 cose che agli uomini non interessano durante il sesso orale

Morena e Ivano: "Il nostro lavoro? Sperimentare sex toys in coppia"

20 canzoni romantiche per la playlist perfetta per una cena a due

Ecco perché queste 12 persone sposate hon hanno più rapporti con il partner

Le domande da fare a un ragazzo per conoscerlo meglio

A che età si perde la verginità? Dipende dai geni e dal rapporto con la madre

A letto con uno sconosciuto o per una sola notte: 19 donne si raccontano

"Chi ce l'ha più lungo?". La mappa del mondo in cui le dimensioni... contano!

James Deen: faccia da bravo ragazzo per il porno divo del momento

James Deen, nome d'arte, è il nuovo idolo del porno.Viso pulito, animo perverso, ha avvicinato i più giovani all'eros.
jamesdeen

La faccia è quella del classico bravo ragazzo. Ricci castani e grandi occhi azzurri. Il fisico non manca, l’addominale scolpito è un must. Quello che può sembrare il classico uomo della porta accanto, in realtà è il porno attore più in voga del momento. 

All’anagrafe fa Bryan Rothstein, ma il nome d’arte è James Deen, il suo soprannome da quando, a soli 12 anni, è stato scoperto fumare dai suoi compagni di classe.  

Sono anni che James sogna di lavorare nel porno e per questo motivo, ancora minorenne, ha lasciato la casa dei suoi genitori per lavorare da Starbucks e inseguire il suo desiderio. “Se vuoi diventare un attore porno devi riuscire a masturbarti davanti ad almeno 20 persone” questo fu il primo consiglio che decise di seguire fedelmente, dopo aver sentito alla radio Jenna Jameson, famosa attrice pornografica statunitense. James Deen iniziò ad avere rapporti sessuali in pubblico, durante feste e concerti e questa forma di esibizionismo l’ha aiutato a sentirsi totalmente a suo agio con il suo corpo. 

Un’immagine alternativa la sua, in un mercato senza crisi, una creatura perversa nascosta da un viso d’angelo, pensata per corrompere un pubblico più giovane. In sette anni ha partecipato a 1200 film come attore e ne ha girati 9 come regista. Ora vuol solo migliorarsi.