diredonna network
logo
Stai leggendo: La classifica dei Dialetti più sexy d’Italia

Bisessualità: il non-capriccio di chi non "sceglie" di essere gay o etero

Clitorissima: "Vi presento 'la' clitoride. Perché dobbiamo parlarne alle bambine"

4 cose che non sai sull'imene (compresi i miti da sfatare)

Cosa pensa Rihanna del giorno in cui ha perso la verginità

C'è chi ama praticare il trampling sessuale e chi... il soft trampling

11 cose che solo le donne che usano la spirale possono capire

Quando Sophie Fontanel scelse la castità: perché sempre più donne praticano l'astinenza

3 falsi miti sull'orgasmo nei 50 video più visti su Pornhub

Lingam, il massaggio tantrico del pene: come si fa e benefici

Separazione dei beni: quando è consigliata e cosa accade in caso di decesso

La classifica dei Dialetti più sexy d'Italia

Quali sono i dialetti più sexy d'Italia?!Ecco la classifica completa di una ricerca di Speed Date.
(foto:Web)
(foto:Web)

L’Italia, a differenza di qualsiasi altra nazione del mondo, è davvero ricca di dialetti, ognuno con una propria storia, una propria caratteristica che lo distingue da tutti gli altri.

Quello che non tutti sanno, tuttavia, è che alcuni dialetti hanno una maggiore capacità di stimolare gli ormoni, provocando più o meno piacevoli sensazioni nell’organismo dell’ascoltatore.

È sempre SpeedDate, l’agenzia di incontri online, a rivelare i risultati di questa nuovo studio che ha analizzato circa 2000single.

Il dialetto più sexy di Italia, neanche troppo a sorpresa, è il toscano che vince con una percentuale del 18% rispetto agli altri. A seguire il dialetto romagnolo e sul podio anche il romano.

Questa la classifica completa delle preferenze espresse dagli italiani:

  1. Toscano, 18%
  2. Romagnolo, 15%
  3. Romano, 13%
  4. Salentino, 12%
  5. Napoletano, 10%
  6. Umbro-Marchigiano, 8%
  7. Milanese-Torinese, 8%
  8. Siciliano, 6%
  9. Calabrese, 4%
  10. Sardo, 3%
  11. Altri, 3%

Il fondatore di Speed Date racconta:

Molti di coloro che hanno affermato di trovare seducente il romagnolo hanno affermato di aver cominciato ad amare il dialetto di Rimini e dintorni in seguito ad una divertentissima vacanza di mare il giorno e locali la sera. Alcuni dialetti del sud risultano meno graditi poiché meno intelligibili e comprensibili a chi non sia della zona. Il primo dei dialetti del Sud è il salentino: Il dialetto di Lecce è infatti caldo, suadente e musicale, echeggia come le note tipiche della pizzica. Segue poi il napoletano, amato soprattutto grazie alla musica leggera e al teatro. Parole magiche come “io te vurria vasà” sembrano essere in grado di far scoccare la scintilla. Dialetti come il milanese ed il torinese, seppur raffinati, risultano freddini e poco passinali, per questo meno graditi.

E voi, quale dialetto preferite? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto 😉