diredonna network
logo
Stai leggendo: La pornostar Lea di Leo svela i nomi dei suoi clienti famosi. Ecco chi è coinvolto nello scandalo.

I migliori orgasmi? Ecco la mappa di chi "viene" di più (e meglio)

Il manuale del sesso senza inibizioni per donne musulmane

I segnali per riconoscere un uomo con la sindrome di Peter Pan

Fidget Spinner: i ragazzini lo usano (anche) come sex toy

Sei vegano? Ecco come fare sesso vegano!

Sesso Tantrico: come prolungare l'orgasmo e il piacere in 4 mosse

Perché gli uomini con i capelli rossi sono i donatori di sperma più ricercati

"Sono stanca, lui non mi aiuta né in casa né con le gemelle: me ne vado?"

"Perché quando voglio qualcuno ogni volta va male?"

Questo sito ti dice se la tua relazione durerà

La pornostar Lea di Leo svela i nomi dei suoi clienti famosi. Ecco chi è coinvolto nello scandalo.

La pornostar Lea di Leo svela i nomi dei suoi clienti in un diario.Tra i vip, molti calciatori e qualche insospettabile star. Ecco chi è coinvolto.

Sonia Faccio, in arte Lea di Leo, pornostar e diva delle chat erotiche protagonista del processo di estorsione che vede come imputato la casa editrice Imart che sta per pubblicare i suoi diari, racconta la sua versione e fa nomi. La casa editrice avrebbe ricattato i clienti famosi protagonisti del diario hot, contattati per chiedere una liberatoria, con una cifra in denaro che oscilla tra i 20.000 e i 40.000 euro.

Saranno 30 i personaggi dello spettacolo, della politica, dello sport che dovranno testimoniare. Lea di Leo si dichiara ignara del ricatto, anzi, ammette di aver scoperto il tutto tramite le Iene. Le persone coinvolte nello scandalo sono molti calciatori di serie A come Iaquinta, Borriello, Inzaghi, Coco, Toni, Galante, Ambrosini. Tra i nomi della musica e della tv nazionale spiccano Gianluca Grignani, Fabri Fibra, Amedeo Goria, Roberto Farnesi e dulcis in fundo Matteo Branciamore, il protagonista della serie televisiva i Cesaroni che pare essere stato anche l’unico ad essersi costituito parte civile. Lea ha fatto anche il nome dell’ex viceministro Mario Baldassarri e riguardo alle smentite ha aggiunto:

Peggio per loro. Io capisco che magari alcuni hanno mogli, fidanzate, però non voglio passare per quello che non sono. Io dico la verità. Chi nega? Ambrosini? Il senatore Baldassarri? Io conservo gli sms di tutti con i giorni e i luoghi degli appuntamenti. E tornerò a Marsala per ascoltare le loro testimonianze davanti al giudice. Voglio vedere chi dirà di non avermi frequentato. L’unico che ha detto il vero è Gianluca Grignani: era uno del suo staff a venire con me. I giudici mi hanno creduto, tanto è vero che io in questo processo sono solo una testimone, non sono accusata di niente. E ripeto, mi dispiace per la privacy di tutti loro, ma non è stata colpa mia. La verità è che questo libro fa paura a tanti e non solo ai miei clienti. I calciatori sono i migliori, forse perché si allenano molto anche a letto. Ma come cliente ho avuto anche un vescovo, aveva un grosso crocifisso al collo.

Un processo, quello di gennaio, che si prepara ad essere tra i più scottanti degli ultimi mesi.

Ne sentiremo parlare ancora per molto tempo, ne sono sicura.