diredonna network
logo
Stai leggendo: Labioplastica e vaginoplastica: la chirurgia per il ringiovanimento vaginale

Labioplastica e vaginoplastica: la chirurgia per il ringiovanimento vaginale

Avete mai sentito parlare di interventi estetici e chirurgia plastica alle parti intime? Ebbene sì: esistono! Ecco una serie d'interventi, estetici e non, per rimodellare le vostre vagine e renderle come nuove. Dategli un'occhiata insieme a noi!
Labioplastica e vaginoplastica
Fonte: Web

Che scoperta! Noi non lo sapevamo ma ormai c’era da aspettarselo: a quanto pare non c’è luogo del nostro corpo che non sia soggetto a chirurgia estetica, parti intime comprese. E infatti… Ecco a voi la labioplastica e la vaginoplastica. Ora che la scoperta è fatta, non potevamo tenervi all’oscuro.
Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla chirurgia plastica della vagina e delle labbra vaginali.

Vi siete mai chieste quanto davvero conoscete la vostra vagina? In questo video vengono mostrati diversi aspetti che molto probabilmente non immaginereste mai!

1. Labioplastica, la chirurgia estetica delle labbra vaginali

Labioplastica e vaginoplastica ringiovanimento vaginale
Fonte: pallaoro.it

Anche la vagina vuole farsi bella, e quando madre natura non aiuta non si sottrae nemmeno lei a piccoli interventi di perfezionamento. O almeno così è, pare, per alcune donne.

Il più richiesto è senza dubbio la labioplastica, ovvero la chirurgia estetica delle piccole labbra vaginali. L’intervento chirurgico può essere richiesto per migliorare puramente l’aspetto estetico, per esempio in casi di asimmetria molto pronunciata che può causare disagio psicologico, ma non solo. Con il passare degli anni il tessuto potrebbe cedere notevolmente alla forza di gravità causando problemi di irritazioni e piccole lesioni. Queste possono essere causate dallo sfregamento contro i vestiti o durante l’attività fisica, soprattutto se viene effettuata molto intensamente e prevede sport, come la bicicletta o lo spinning, in cui la vagina a sottoposta a stress.

vaginoplastica e labioplastica
Fonte: chirurgiaestetica-laser.net

L’intervento di labioplastica avviene in anestesia locale in trattamento day hospital. La durata dell’intervento varia da 30 minuti a 1 ora, prevede una riabilitazione di circa 7 giorni e dopo 3/4 settimane sarà possibile riprendere tutte le normali attività, comprese quelle sportive.

L’intervento non è pericoloso né complesso, ma è opportuno arrivare all’operazione ben preparate. Si consiglia di smettere di fumare nei giorni precedenti all’intervento e curare minuziosamente l’igiene intima. L’intervento è molto semplice, dunque molto rare le possibilità di complicazioni, tuttavia l’area genitale ha una forte carica batterica ed è spesso sottoposta a trazioni causate dai normali movimenti delle gambe: per questo è possibile che insorgano piccole infezioni superficiali. Trattandosi di una rimozione cutanea, anche le infezioni più importanti si risolvono con qualche medicazione aggiuntiva e senza conseguenze.

E ora occupiamoci di plastica vaginale.

2. Vaginoplastica, la chirurgia estetica della vagina

vaginoplastica
Fonte: caglaryazicioglu.com

Con la chirurgia estetica della vagina è possibile rimodellare l’estetica dei genitali femminili esterni. La vaginoplastica ha una durata di circa 20 minuti e viene realizzata in anestesia locale. Le cicatrici sono solitamente invisibili perché apposte nella mucosa. L’eventuale liposuzione della vagina lascia un’unica piccola cicatrice nascosta di alcuni millimetri.

La vaginoplastica è utile per combattere oltre che problemi di tipo estetico, anche malattie quali:

Rilassamento Vaginale

Quando i tessuti vaginali e l’area del perineo cedono, i muscoli della vagina diventano indeboliti e privi di sospensioni. Questo avviene soprattutto dopo il parto ma in alcuni casi può verificarsi in soggetti anche giovani che non hanno mai avuto gravidanze. Anche a livello sessuale la perdita di elasticità fa diminuire l’attrito del pene causando una diminuzione del piacere.

Incontinenza urinaria da sforzo

Consiste nella perdita involontaria dell’urina quando si tossisce, si starnutisce, si ride o si svolge un’attività fisica (può comprendere anche l’attività sessuale). La condizione è provocata dall’indebolimento dei muscoli vaginali e da un danno intervenuto ai tessuti o legamenti che sostengono la vescica. L’incontinenza urinaria da sforzo è spesso il risultato del rilassamento vaginale a seguito di traumi ostetrici (parto), dell’invecchiamento, o di un trauma.

vaginoplastica per rilassamento vaginale
Fonte: tervist24.ohtuleht.ee

Questi problemi sono risolvibili attraverso la tecnologia Hifu che rassoda il canale vaginale. Il cosiddetto ringiovinamento vaginale si esegue in maniera indolore e non invasiva, senza neanche l’utilizzo del bisturi. Gli ultrasuoni focalizzati ad alta intensità lasciano assolutamente intatta la mucosa vaginale e colpiscono i tessuti ad una profondità di 3 mm e 4,5 mm, inducendo gli stessi a un processo rigenerativo che rassoda e ringiovanisce il canale vaginale

Il ringiovinamento vaginale è possibile anche con la laser terapia. Grazie all’estrema precisione del laser è possibile disepitelizzare con altissima precisione il tessuto interessato, producendo un tessuto che sembrerà come nuovo.

Il costo della chirurgia estetica della vagina varia in funzione del tipo di rimodellamento richiesto e dell’eventuale abbinamento di più interventi.

Per intenderci, il prezzo della vaginoplastica può variare tra i 1.000 € e i 2.500 €.