diredonna network
logo
Stai leggendo: Le 5 cose da fare (o non fare) assolutamente per tenersi un uomo

I migliori orgasmi? Ecco la mappa di chi "viene" di più (e meglio)

Il manuale del sesso senza inibizioni per donne musulmane

I segnali per riconoscere un uomo con la sindrome di Peter Pan

Fidget Spinner: i ragazzini lo usano (anche) come sex toy

Sei vegano? Ecco come fare sesso vegano!

Sesso Tantrico: come prolungare l'orgasmo e il piacere in 4 mosse

Perché gli uomini con i capelli rossi sono i donatori di sperma più ricercati

"Sono stanca, lui non mi aiuta né in casa né con le gemelle: me ne vado?"

"Perché quando voglio qualcuno ogni volta va male?"

Questo sito ti dice se la tua relazione durerà

Le 5 cose da fare (o non fare) assolutamente per tenersi un uomo

Care mie, mettiamoci in testa che tenersi un uomo é un lavoro. A tempo pieno. Quindi dovrebbero farci un contratto, o almeno darci un rimborso spese!
foto:web
foto:web

 

Ok, calmi tutti, San Valentino si avvicina e noi non siamo pronte. Ancora di meno leggendo qua e là “i prontuari” della relazione perfetta e, nel caso di noi donne, di “come tenersi un uomo.”
Quindi, partiamo dal presupposto che ce lo vogliamo tenere?! Benissimo.
Allora, secondo recenti e “interessantissime” scoperte, fatte probabilmente da madri di figli unici e suocere della peggior specie, ci sarebbero diverse cose da fare per tenersi la tanto agoniata preda.

Pronte?

1.Prima cosa da fare per tenersi un uomo: farlo sentire sempre al centro dell’attenzione.

Quindi ad esempio, stare a sentire tutto quello che dice, ridice, ripete e ribadisce fino allo sfinimento (pensando forse di avere davanti un pesce rosso?!?); oppure, ridere alle sue battute, o ascoltare ciò che di più interessante ha fatto durante la giornata… (ricordatevi però di non sbadigliare e di fare finta che la PSP possa essere considerato uno sport estremo, ok?!?)
2.Altra cosa da fare: dargli ragione. E qui ci vuole impegno. Mi raccomando quindi, tenete per voi tutto quello che pensate e su cui non siete d’accordo; testa bassa e assecondatelo. Esatto sì, tipo i pazzi.
Andiamo avanti.
3.Mi raccomando, non soffocatelo, non toglietegli aria, non siate oppressive… “lasciategli i suoi spazi”! (No, il balcone non vale…) Deve uscire con i suoi amici, vedere altre persone, sentirsi libero! (chiaramente voi però nel frattempo organizzate una serata con le amiche, giusto per “sentirvi libere” ovvio…). Quindi in pratica, si tratta di farlo “cornuto e contento”? (per carità, non nel senso letterale del termine…)
4.Un’altra cosa che sembra andare di moda tra le “accalappiatrici seriali” é di gratificare l’uomo con ciò che gli piace: quindi preparargli il suo piatto preferito o indossare quel colore che gli piace tanto… E qui viene fuori un altro elemento fondamentale per tenerci stretto l’oggetto del desiderio (che nel frattempo forse s’è spento viste le tante cose a cui bisogna fare attenzione…) ovvero la cura di noi stesse… perché certo lui può anche trasformarsi in uno zombie e puzzare come un camionista ubriaco, ma noi, noi dobbiamo sempre essere curate, pettinate… insomma “-ATE”, mattina, pomeriggio e sera. Ma attenzione, essere sempre curate sì, senza mai esagerare! Mica vorrete sembrare una svampita che pensa solo all’estetica!!
Credetemi, io mentre le scrivo queste cose, già sono stanca.
Comunque, abbiamo fatto 30, facciamo 31.
5. Dulcis in fundo si dice che… per tenersi un uomo bisogna essere felici con se stesse!
Ok, io sfido chiunque, dopo essersi svegliata un’ora prima la mattina per truccarsi ma non troppo, vestirsi bene ma senza esagerare, aver delimitato con il metro gli spazi vitali, ascoltato cose noiosissime e senza capo né coda per farlo sentire il più figo e intelligente, rischiato una paresi facciale a forza di sorridere, cucinato piatti preferiti “svestita” da cameriera così all’occasione gli fate due spaghi o due grattini, ad avere anche il tempo di essere felice con se stessa.
Ho un’idea… Ma invece che ne dite, per San Valentino e oltre, di cominciare a essere semplicemente voi stesse?!?

foto:web
foto:web