diredonna network
logo
Stai leggendo: Matrimonio Felice e Duraturo? Ecco l’Età Giusta per Sposarsi

Separazione dei beni: quando è consigliata e cosa accade in caso di decesso

"Vorrei sposarmi e avere un figlio ma lui non vuole"

Bisessualità: il non-capriccio di chi non "sceglie" di essere gay o etero

"Perché è freddo e distante durante i rapporti sessuali?"

4 cose che non sai sull'imene (compresi i miti da sfatare)

Si può tradire senza sesso?

C'è chi ama praticare il trampling sessuale e chi... il soft trampling

Il sesso secondo il tuo segno zodiacale: scopri la tua posizione

11 cose che solo le donne che usano la spirale possono capire

Pausa di riflessione: quando può essere utile e quando è una scusa per lasciare

Matrimonio Felice e Duraturo? Ecco l'Età Giusta per Sposarsi

Esiste un età giusta per sposarsi. Ebbene si secondo il sociologo N. Wolfinger, in questa fascia d'età potrete ridurre il rischio di divorzio dell'11%. E sopratutto a chi vi tartassa con la fatidica domanda del: Quando ti sposi? Avrete la possibilità di rispondere: Mi dispiace ancora non ho l'età giusta oppure ormai è troppo tardi. Un bel vantaggio non credete?
Fonte: Tumblr.com
Fonte: Tumblr.com

La domanda del giorno è: esiste un età giusta per sposarsi? O meglio, ne esiste una per far sì che il vostro matrimonio duri per sempre? Secondo il sociologo Nicholas Wolfinger, professore presso l’Università dello Utah, esiste eccome ed è l’età compresa tra i 25 e i 32 anni. Secondo l’analisi dei dati provenienti dalla National Survey of Family Growth, il proffessor. Wolfinger ha poi pubblicato le sue conclusioni sul blog  dell’Institute For Family Studies.

Dai dati raccolti tra il 2006 e 2010 sembra, in effetti, che chi decide di sposarsi nella fascia d’età compresa tra 25 e 32 anni riduce i rischi di divorzio dell’11%, mentre chi prolunga oltre i 32 li aumenterebbe del 5% ogni anno che trascorre. Anche i rischi di chi convola a nozze prima dei 20 anni non sembra avere molte chance nel lieto fine, le cause sono da attribuirsi ad una società in evoluzione che non dona agli adolescenti le giuste carte per un passo così importante e decisivo. Gli adolescenti d’oggi hanno ben altro per la mente che il matrimonio, e se ci sono dei pochi innamorati coraggiosi che si sentono pronti per il grande passo, devono sicuramente fare i conti con una concezione del mondo poco chiara, un sistema a cui non sono ancora ben preparati, allo scetticismo famigliare e a tutte le difficoltà che la vita matrimoniale comporta nel quotidiano, la spesa, le bollette da pagare ecc..ecc..

“..molti di noi non sono capaci di affrontare con maturità un matrimonio da adolescenti o giovani adulti..”

Ma allora se sono questi, i motivi che alzano il numero dei divorzi, sopra i 32 anni le cose non dovrebbero andare sempre più migliorando? E invece no perché, sempre secondo Wolfinger, chi ancora non è sposato passati i 32 anni fa parte della categoria di persone non”adatte” alla vita di coppia, in quanto il loro stato “single”  indica che  hanno già scartato o sono già stati scartati da potenziali partner. Secondo una sorta di processo selettivo, Wolfinger afferma:

“Quelli che aspettano di più per sposarsi potrebbero far parte del tipo di persone non tagliate per il matrimonio, aspettano a sposarsi, spesso perché non trovano nessuno che voglia portarli all’altare, quando compiono il grande passo, i loro matrimoni hanno automaticamente un alto rischio di divorzio. Più in generale, forse le persone che si sposano più tardi devono affrontare un gruppo di potenziali partner che sono stati scartati escludendo da quelli disponibili gli individui più predisposti ad avere successo nel matrimonio”

Affermazioni pesanti, che tuttavia sono rilegati ad un’analisi svolta in un periodo circoscritto ben preciso con un numero neanche troppo elevato di campioni. Quello che possiamo affermare invece è che la fascia 25-32 risulta davvero la più stabile ed efficace nel tempo dal 1995 ad oggi.

L’età del matrimonio mediana  è comunque aumentata nel corso degli anni. Nel 2011 siamo arrivati a  29 anni per gli uomini e 27 per le donne, il più alto negli ultimi decenni per gli uomini e il più alto di sempre per le donne. Questo cambiamento si deve a due principali cause: in primo luogo, le persone aspettano a sposarsi perché non possono permetterselo o per lo meno pensano di non poterselo permettere, a causa della loro situazione economica. La gente ora ha bisogno di più esperienze lavorative per rendere stabile il salario ed ecco che rimanda sempre più il matrimonio. In secondo luogo, ora le alternative al matrimonio sono infinite. I giovani non devono essere sposati per poter trascorrere le giornate in compagnia dei loro partner, c’è molta più libertà, possono tranquillamente dormire insieme senza irritare le coscienze a nessuno e sopratutto  possono vivere insieme senza essere sposati. Ormai molti pensano che il matrimonio sia solo un clichè.

Voi che ne pensate, credete alle teorie del Prof. Wolfinger? O noi inguaribili romantiche crediamo ancora che l’amore non abbia età?