diredonna network
logo
Stai leggendo: Professione Money Mistress: quanto guadagna una dominatrice virtuale

Professione Money Mistress: quanto guadagna una dominatrice virtuale

Essere una money mistress significa essere adorata e ricevere denaro in cambio praticamente per fare nulla: il guadagno è considerevole ed esentasse.
Money mistress dominatrice
Fonte: Pixabay

Se ne sta parlando molto ultimamente, ma non è esattamente una novità. Sarà che il mestiere della money mistress è visto con ambizione anche da studentesse squattrinate che sperano di aver trovato una strada più semplice del solito per pagarsi gli studi, ma in realtà questa professione è ormai in voga da qualche decennio. Certo, l’avvento dei social network ha un po’ sparigliato le carte e fare la money mistress è diventato più evidente – perché avviene tutto alla luce di un laptop – ma anche più diretto.

Ne ha parlato di recente l’Espresso, che ha raccontato l’esperienza di Eva Dea, una money mistress 25enne. Nell’articolo, benché molto interessante, si confondeva però mezzo con causa: i social network non hanno inventato le money mistress, le stanno solo aiutando a guadagnare cifre cospicue ed esentasse. Stando a Eva Dea, lei guadagna 5500 euro al mese, mentre oltremanica, stando a un’inchiesta del Mirror, gli introiti variano dalle 3mila alle 7200 sterline al mese, anche in base al tempo in cui si lavora – perché, anche se non sembra, sempre un lavoro a cottimo è.

Che cos’è una money mistress?

Money mistress
Fonte: Pixabay

Una money mistress è fondamentalmente una dominatrice che, anziché esigere adorazione fisica dai propri slave, esige una dominazione finanziaria. I gesti di adorazione non consistono quindi in collari o rituali da feticismo dei piedi come suole di Louboutin da leccare, ma in account PayPal che vengono ricaricati o addirittura buoni spesa. Ovviamente tutto viene rendicontato, in modo da essere trasparente: l’etica della trasparenza è fondamentale anche e soprattutto in questo tipo di mestieri che ineriscono la sfera sessuale.

Non sono tutti ricchi gli slave che si sottopongono alla dominazione di una money mistress, ma gran parte sono rappresentati da uomini d’affari. Certe volte questi fenomeni vengono liquidati come una sorta di rovesciamento inconscio: l’uomo d’affari che è abituato a comandare e ad accumulare ricchezze, decide di farsi comandare e perdere parte di quelle ricchezze come richiamo sessuale. Ma ovviamente non può essere sempre così, la sessualità è sempre qualcosa di multiforme e complesso.

È stupefacente – spiega Mistress Harley, money mistress 28enne di San Francisco – sapere che non devo lavorare duro per guadagnare soldi, non sono mai stressata e ho tutto ciò che ho sempre voluto. Non mi tolgo neppure i vestiti per gli uomini, prendo solo i loro soldi e questo mi dà molto potere.

Proprio perché non comporta il sesso vero e proprio con altre persone, il mestiere della money mistress si presta anche alle relazioni tradizionali monogame. Queste dominatrici virtuali sono spesso sposate o fidanzate, e i loro mariti e compagni danno una mano in casa – anche perché le loro donne guadagnano a sufficienza per entrambi. Anche se spesso i soldi finiscono spesso nelle spese di bellezza: una money mistress deve essere sempre e comunque al massimo per mostrarsi bene in cam o nelle fotografie in cui insulta i suoi schiavi online.

Cosa differenzia una money mistress da una mistress tradizionale?

Money mistress
Fonte: Pixabay

La differenza principale è semplice da comprendere: una mistress fa sesso – se vuole – con i propri slave, riceve sesso orale quando glielo concede, e simili. Tra una money mistress e una persona che viene da lei dominata non c’è alcun contatto. Inoltre, la dominatrice tradizionale non fa questo per denaro, a meno che non sia una prostituta o una escort, il suo può essere semplicemente uno stile di vita che ha a che vedere con la propria sfera sessuale.

Ho trovato clienti – continua Mistress Harley – che hanno voluto essere dominati in una maniera più permanente e, attraverso il software che installo, posso controllare i siti che visitano, aggiungere controlli parentali, accedere ai loro dettagli bancari, la lista è infinita. […] Ho circa 20 clienti regolari ma ho centinaia di uomini diversi che visitano il mio sito e pagano per scaricare i miei video, così vengo pagata anche se tecnicamente non sto lavorando. Circa il 25% dei miei utenti sono semplicemente curiosi, vogliono per lo più vedere cosa significa essere dominati finanziariamente.