diredonna network
logo
Stai leggendo: Nel 2018 apre Erotikaland, il parco divertimenti del sesso

Nel 2018 apre Erotikaland, il parco divertimenti del sesso

Il divertimento ha un nuovo nome: Erotikaland, il parco del sesso che aprirà nel 2018. Ma di cosa si tratta?
Erotikaland
Fonte: Softlove

Avete mai sentito parlare di cinema 7D con sedie vibranti? O avete immaginato mai delle montagne russe in cui tutti fossero nudi? O avreste mai voluto visitare un museo erotico con sculture sexy? Se tutto questo vi attira, una delle prossime mete di viaggio per il 2018 dovrà essere il parco di Erotikaland, a un paio d’ore d’auto da Sao Paolo in Brasile, poco distante dal centro di Piracicaba (ma non all’interno della città e tra poco vi spiegheremo anche perché). Il parco è al momento ancora in costruzione, si estenderà su circa 15mila metri quadri, e quindi non è ancora attivo, ma si conosce già il prezzo del biglietto che sarà richiesto: 100 dollari, che equivalgono più o meno a 85 euro.

Non sarà quindi troppo costoso: il sesso ha un prezzo e i divertimenti del genere non fanno differenza. Erotikaland conterrà un parco giochi a tema sessuale (con labirinto, ruota panoramica, scivoli ad acqua e molto altro), una piscina per i nudisti, un sexy shop, un museo erotico, delle macchine per il trasporto interno a forma di genitali, una sala giochi erotica, un «treno del piacere» e il cinema 7D, che consiste in una sala che ricrea un ambiente in cui si proietta un film tridimensionale. Senza dimenticare le comodissime, succitate, poltrone vibranti. Ma ci saranno anche luoghi che non sono troppo diversi da un comune parco a tema, come i ristoranti. Chissà però se le pietanze avranno qualche forma particolare che ci potrebbe far sorridere. Mentre, se la tensione di coppia sale, ci si potrà rifugiare in uno dei motel nelle vicinanze del parco. Perché a Erotikaland passare dalla teoria alla pratica, dal guardare al toccare, è espressamente vietato.

Sia il DailyMail che il New York Times hanno parlato di questo progetto, dato che chiaramente ha attirato molte critiche, nonostante si voglia porre come un tempio del sesso sicuro (promuovendo l’utilizzo del preservativo). Uno dei maggiori detrattori si chiama Matheus Erler, ed è un membro del Christian Socialist Party, all’interno del consiglio comunale di Piracicaba. Erler ha fatto sapere che la città non dovrebbe essere conosciuta come «la capitale del sesso» e che il parco Erotikaland potrebbe attrarre «individui debosciati». Be’, appare un po’ insolito: il Brasile è considerato, forse anche a torto e in base a dei luoghi comuni, uno dei luoghi in cui il sesso non rappresenta un tabù. Quello che è certo è che il carnevale in Brasile è un avvenimento assolutamente sexy. E quindi suona strano che ci si opponga a un parco a tema che vuole valorizzare l’assenza di tabù sessuali.

Le critiche hanno fatto si che il progetto di Erotikaland fosse appunto osteggiato. Ma l’uomo d’affari che ha dato vita al progetto, Mauro Morata, ha voluto mettere in chiaro fin da subito che il parco non sarebbe sorto in città, ma poco fuori. Ciononostante, le perplessità del consiglio comunale sono proseguite, anche quando Morata ha specificato che la struttura darà lavoro a 250 persone – oltre a quello che non ha citato, ossia la ricettività delle strutture nelle vicinanze, il turismo che non è espressamente di natura sessuale e che può ricadere positivamente sui dintorni. Ci spieghiamo meglio: immaginiamo una coppia in viaggio di nozze che voglia visitare il parco e che naturalmente potrebbe essere interessata anche alla storia, ai musei, ai piatti tipici locali. Potrebbe essere un caso limite, ma non ci sembra poi così assurdo. Tanto che Morata ha spiegato:

Non sarà un posto per suore, ma non è neppure come se stessimo cercando di ricreare Sodoma e Gomorra. Se i visitatori vogliono fare cose su un altro livello, possono andare in uno dei vicini motel, che renderemo operativi.

Continua a leggere