diredonna network
logo
Stai leggendo: L’Orario Migliore per Fare l’Amore? Lo Rivela la Scienza, Ecco Quando

L'Orario Migliore per Fare l'Amore? Lo Rivela la Scienza, Ecco Quando

Un recente studio pubblicato sul British Medical Journal svela l'orario migliore per fare sesso con il proprio partner. In quel momento, infatti, i livelli di testosterone maschili e femminili coincidono favorendo il desiderio di entrambi.
Fonte Web
Fonte Web

Ragazze nella vita il tempismo è tutto. C’è un tempo giusto per prendere il caffè, lavorare, vedere gli amici e… anche uno per fare sesso. Un recente studio americano, infatti, ha stabilito l’orario migliore per le performance amorose: le 5:48 del mattino. Stando alla ricerca è proprio questa l’ora top “del desiderio”, anche se molte persone la trascurano continuando a poltrire nel letto.

Ma cosa rende così speciale proprio questo preciso momento dell’alba? Lo spiega la sex therapist Geraldine Myers, fugando ogni dubbio:

I livelli di testosterone negli uomini e nelle donne raggiungono il picco più alto al mattino, così come i livelli di energia di entrambi. Mentalmente, inoltre, le persone sono ancora poco prese dalle faccende giornaliere. Questo sembra essere proprio il momento migliore.

C’è da tenere presente, tuttavia, che il testosterone è un ormone steroideo che si muove diversamente all’interno del corpo femminile rispetto a quello maschile. Per intenderci ragazze: negli uomini è più concentrato durante la notte, proprio quando nelle donne c’è invece il picco di melatonina, ovvero l’ormone del sonno. Va da sé che si deve cercare di far coincidere le proprie esigenze con quelle del partner, se si desiderano dei rapporti soddisfacenti.

Prendiamo nota quindi: stando alla scienza l’ora X sarebbe all’alba, precisamente alle 5 e 48. Secondo uno studio pubblicato sul British Medical Journal, infatti, la luce solare incrementerebbe il livello di testosterone sia negli uomini che nelle donne, stimolando di conseguenza l’ipotalamo e alimentando il desiderio sessuale di entrambi.

Ma è bene non attendere oltre le 5:48, per non correre il rischio che si assopisca la voglia di lui proprio quando cresce la voglia di lei. Sarebbe opportuno, quindi, puntare la sveglia ad hoc tenendo presente, però, che l’ultima fase del sonno è quella più critica per quel che concerne gli attacchi cardiaci. I ricercatori della Harvard University, infatti, hanno scoperto che nelle prime luci dell’alba un risveglio brusco o un’emozione troppo intensa possono costringere il cuore a consumare quantità di ossigeno eccessive. Quando ci si sveglia, inoltre, le ghiandole surrenali producono molta adrenalina, incrementando di conseguenza il rischio di rottura delle arterie coronarie.

Attenzione, quindi, a calibrare energie, testosterone e giusto riposo: solo così si può ambire ad avere rapporti realmente soddisfacenti. Tenendo presente, inoltre, che al mattino le persone tendono ad essere naturalmente più positive. Alcuni studiosi della Cornell University, infatti, hanno condotto una singolare ricerca a riguardo: analizzando migliaia di messaggi pubblicati su Twitter hanno scoperto che le persone tenderebbero ad essere più inclini al sorriso dalle 06:00 alle 09:30.

Bando alle ciance ragazze, non ci sono più scuse: stop alla pigrizia mattutina, almeno stando alle indicazioni dei ricercatori. Ma se vi state chiedendo quali siano gli orari sconsigliati per fare sesso sappiate che gli studiosi puntano il dito sulle prime ore del pomeriggio, ma anche su quelle serali: in quei lassi di tempo, infatti, il livello di testosterone maschile e quello femminile avrebbe picchi completamente diversi. Senza contare che la digestione invoglierebbe al riposo, diventando nemica del sesso.

Avete preso nota di tutto? Adesso si apre il dibattito amiche: secondo voi hanno davvero ragione i ricercatori? Attendiamo i vostri commenti.