diredonna network
logo
Stai leggendo: Tutto Ciò che C’è Da Sapere sulla Posizione del 69 in 3 Punti Fondamentali!

Tutto Ciò che C'è Da Sapere sulla Posizione del 69 in 3 Punti Fondamentali!

La posizione del 69 è tra le più conosciute, e apprezzate, dell'intero kamasutra. Tra le sue caratteristiche ci sono la possibilità di donarsi reciproco piacere e di raggiungere vette di desiderio davvero inimmaginabili. Andiamo quindi a scoprire tutto ciò che c'è da sapere sulla posizione del 69!
posizione del 69
Fonte: Web

È una delle pratiche sessuali che sin dalla prima adolescenza scatena risatine e battute e accende il nostro immaginario: stiamo parlando della posizione del 69 – conosciuta anche nella sua espressione francese soixante-neuf o più raramente con il termine inglese sixty-nine – che consente alla coppia di darsi reciprocamente piacere, nello stesso momento, attraverso il sesso orale. La posizione del 69 permette in pratica di dedicarsi contemporaneamente al cunnilingus e alla fellatio e il nome della posizione deriva proprio dal numero che il gesto della coppia ricorda: il 69, appunto.

La posizione del 69 è generalmente molto apprezzata sia dall’uomo che dalla donna perché consente di raggiungere vette di piacere elevate all’ennesima potenza attraverso il sesso orale. Le labbra e la lingua di ciascuno dei due partner, infatti, sono direttamente a contatto con zone erogene tra le più sensibili del corpo umano, come clitoride e perineo. Inoltre, la posizione del 69 fa bene alla relazione perché consente alla coppia di condividere il piacere esattamente nel medesimo istante. Non di rado, il 69 è un atto preliminare del rapporto sessuale perché è in grado di far salire rapidamente il piacere e l’eccitazione. D’altro canto è pur vero che alcune di noi non amano la posizione del 69 perché il fatto di doverci concentrare sul proprio partner ci impedisce di abbandonarci completamente al nostro piacere. Insomma, come sempre quando si parla di sesso, si tratta di gusti.

Preferenze a parte, andiamo subito a scoprire come si mette in atto la posizione del 69!

1. Come si pratica la posizione del 69?

posizione del 69 come si fa
Fonte: Web

Come già accennato, la posizione del 69 è piuttosto facile da mettere in pratica: sostanzialmente è sufficiente replicare con la posizione dei corpi il numero 69. I due partner, infatti, sono sdraiati l’uno sopra l’altro, e ciascuno ha il viso in corrispondenza dei genitali dell’altra: in questo modo la posizione del 69 consente la contemporanea stimolazione del pene e della vagina. Inoltre, è possibile dare piacere al partner nel verso opposto rispetto alla stimolazione orale che si ottiene tramite la fellatio o il cunnilingus.

Volendo, con la posizione del 69, è possibile baciare o leccare anche la zona anale (rimming), regalando così ulteriore piacere all’altra persona e mettendo in atto un preliminare ideale per la penetrazione anale.

La posizione del 69 più comune prevede che la donna si distenda sopra all’uomo (entrambi potrebbero essere più comodi mettendo un cuscino sotto la testa del maschio); tuttavia, possiamo anche variare con la posizione del 69 rovesciato, che funziona esattamente all’inverso: in generale si tratta di una pratica atletica piuttosto complessa, visto anche che solitamente l’uomo è più alto della donna, la quale potrebbe inoltre incorrere in una sensazione di soffocamento e/o schiacciamento.

Le coppie più allenate si danno al 69 anche in posizione eretta, naturalmente sostenendosi con l’ausilio della braccia.

Ora che abbiamo visto come si fa, scopriamo quali sono le origini e le sfaccettature della posizione del 69!

2. Kamasutra per il sesso orale: la posizione del 69

kamasutra del sesso orale: il 69
Fonte: Web

Partiamo dal kamasutra: il testo indiano sul comportamento sessuale umano definisce la posizione del 69 come “Congresso del corvo” facendo riferimento al fatto che “ciascuno dei due partner riceve con essa qualcosa di impuro nella bocca”.

Passando ad altre curiosità, la posizione del 69 è quella che maggiormente consente alla donna di allargare la sua “gola profonda”, ossia di avvolgere l’intera lunghezza del pene del partner – dimensioni permettendo, naturalmente – con la sua bocca. “Gola Profonda” è un film del 1974 diretto da Joseph W. Sarno ed è il seguito non hard della pellicola a luci rosse “La Vera Gola Profonda” di Gerard Damiano.

Quanto alle tecniche, sia nel cunnilingus che conseguentemente durante la posizione del 69, molti uomini sono convinti di dover spingere a fondo la lingua. Ovviamente per la stragrande maggioranza di noi donne non è così: per non prenderci solo la “fatica” del 69, diciamo con tranquillità e delicatezza al nostro partner che preferiremmo di gran lunga la stimolazione del clitoride, anche perché per la penetrazione vaginale va benissimo il caro e vecchio rapporto sessuale. Inoltre potremmo chiedere a lui di non tralasciare anche la zona anale, se ci piace, e soprattutto di non dimenticarsi di stimolare di quando in quando il clitoride anche con l’aiuto della mano: sappiamo che, se ben eseguita, questa pratica può arrivare a farci impazzire.

Non solo: se volessimo provare ad aumentare ulteriormente il nostro piacere, dovremmo iniziare a muoverci per orientare la lingua del nostro partner esattamente nei punti in cui la nostra eccitazione risulta maggiore.

Infine, se facciamo parte del gruppo che non apprezza eccessivamente il 69, proviamo a chiedere al nostro compagno di iniziare con un massaggio che ci rilassi, magari circondandoci di candele e/o incensi profumati. Quando arriviamo alla posizione del 69 godiamoci il relax, svuotiamo la testa e non pensiamo a nulla: sarà probabilmente la volta buona in cui riusciremo a raggiungere l’orgasmo con la posizione del 69!

Ora che sappiamo proprio tutto sulla posizione del 69, vediamo qualche variante sul tema tradizionale!

3. Varianti sul tema: la posizione del 69 laterale (e altro)

posizione del 69 laterale
Fonte: Web

Se dovessimo “stancarci” della posizione del 69, è bene sapere che non mancano le varianti sul tema!

Come abbiamo già detto, una buona alternativa – ma solo se siamo ben allenati – è quella di invertire i ruoli, mettendoci noi sopra e lasciando all’uomo la posizione di “dominato”. Volendo (ma qui dovremmo essere proprio dei campioni) possiamo anche azzardare un 69 in piedi.

Se non vogliamo procurarci un’ernia al disco, tuttavia, possiamo più comodamente mettere in pratica la posizione del 69 laterale (detta anche “posizione del 69 a cucchiaio”, come fosse un dolce dessert da gustare… al cucchiaio): la sostanza, di fatto, non cambia, ma come per le varianti presentate poco fa proveremo un piacere del tutto diverso rispetto a quello del 69 tradizionale.

Possiamo anche provare a cambiare “luogo”: anziché sistemarci sempre sul letto, proviamo a stenderci sul divano, magari proiettando un video hot nel frattempo.

Bene, care amiche, pensiamo di avervi detto tutto quanto c’è da sapere sulla posizione del 69, che sicuramente è tra le più eccitanti (ed eque) del Kamasutra: il solo fatto che il nostro corpo e quello del partner si intreccino regala un forte piacere e aumenta la sensazione di calore e complicità, scatenando tutto il nostro desiderio in vista di un rapporto sessuale davvero hot.