diredonna network
logo
Stai leggendo: Professioniste del sesso: “Abbiamo un messaggio per le mogli e le fidanzate”

Bisessualità: il non-capriccio di chi non "sceglie" di essere gay o etero

"Perché è freddo e distante durante i rapporti sessuali?"

Chi sono gli uomini che amano le donne transgender

Si può tradire senza sesso?

Il sesso secondo il tuo segno zodiacale: scopri la tua posizione

Pausa di riflessione: quando può essere utile e quando è una scusa per lasciare

Lingam, il massaggio tantrico del pene: come si fa e benefici

"Litighiamo sempre perché preferisce la PlayStation a me"

Separazione dei beni: quando è consigliata e cosa accade in caso di decesso

"Sono ancora vergine e non riesco a fare l’amore"

Professioniste del sesso: "Abbiamo un messaggio per le mogli e le fidanzate"

Uomini alla ricerca di intimità cercano professioniste del sesso: è in questo modo che si evolvono le richieste dei clienti per escort e prostitute. E l'avvento di Internet spariglia le carte.
Professioniste del sesso
Fonte: Web

Intimità. Non necessariamente sesso. Coccole, ascolto, comprensione. Sono questi i “servizi” che ultimamente vengono richiesti alle professioniste del sesso, prostitute, escort e simili. Gli uomini, sposati o fidanzati, ricorrono a queste donne per chiedere delle cose un po’ meno tradizionali di quello che il loro lavoro di solito esige. Lo testimonia una di queste professioniste australiane, che sul Daily Telegraph si fa chiamare Mrs Robinson, come il personaggio femminile che fa innamorare Dustin Hoffman ne “Il laureato”. E che ha voluto raccontare come si sta evolvendo il suo mestiere, proprio per dare una mano alle altre donne a tenersi stretti i propri compagni: in fondo il suo è il mestiere più antico del mondo e sicuramente non finirà grazie a qualche consiglio alla “concorrenza”.

Uomini in cerca di intimità

Professioniste del sesso
Fonte: Web

Questa professionista del sesso si vuole porre come una sorta di consulente matrimoniale, perché è un po’ stanca di osservare come tante donne australiane stiano fallendo nel comprendere i bisogni dei loro partner, che a loro volta si riversano nel mondo di Internet per trovare quell’intimità che a casa non hanno.

Tanto che i servizi più richiesti con le professioniste del sesso sono “l’esperienza della fidanzata” o “l’appuntamento con la compagna”. Il nome sembra quello dei giochi di ruolo, ma in realtà sottintende che nel primo caso anche la professionista del sesso possa beneficiare del piacere sessuale, che deve essere reciproco – come tra fidanzati – oppure che il servizio non contempli completamente il sesso – come tra amici.

Gli uomini – spiega Mrs Robinson – cercano di essere compresi e di essere ascoltati. Cercano un po’ d’amore che ovviamente manca loro. Potrei aprire una scuola per insegnare alle donne come avere una relazione intima perché ce ne sono tante là fuori che non danno intimità ai loro mariti.

Come cambiano le richieste dei clienti

Professioniste del sesso
Fonte: Web

Mrs Robinson ha 58 anni e una lunga carriera in tal senso, tale da testimoniare appunto questi cambiamenti fondamentali nelle abitudini sessuali degli uomini impegnati, come il ricorso costante alle app per gli incontri clandestini. La donna racconta che il 90% dei suoi clienti, che rientrano in un segmento d’età tra i 20 e i 45 anni, pagano 350 dollari per un ora e mezzo di grande intimità emotiva. E queste app hanno rivoluzionato nel vero senso del termine l’industria del porno, non solo perché oggi le professioniste del sesso possono essere più facilmente organizzate dal punto di vista di disponibilità, prezzi, tipo di servizi e così via, ma anche perché aiutano più facilmente gli uomini a cercare e trovare questi servizi online e offline.

Alla fine c’è molta domanda per questo – commenta Mrs Robinson – Non posso dirvi il numero di volte che un cliente e io non abbiamo fatto sesso. Possiamo semplicemente sedere lì e parlare, magari andare a cena. Ci sono tante volte che non farete sesso. Qualche volta invece ci sarà una corsa verso il sesso, tale da pensare: wow!

Le app delle professioniste del sesso

Professioniste del sesso
Fonte: Web

In pratica, richiedere esperienze del genere a una professionista del sesso è diventato quasi come prendere un Uber: quando una escort è disponibile si logga sull’app e cambia il suo status, in modo che i potenziali clienti la possano trovare. E stando alla testimonianza di Mrs Robinson, i clienti che la cercano (e la trovano) sono di solito uomini d’affari, la cui partner ha perso la connessione con i loro bisogni emozionali. Tanto che gran parte di questi uomini parlano con lei proprio della propria partner, della propria famiglia. Gli altri invece si sentono abbastanza in colpa, ma avvertono che il proprio sia non un desiderio, ma una necessità.

Non è l’esperienza selvaggia e folle della pornostar appesa al candelabro che gli uomini cercano – chiosa Mrs Robinson – Vogliono essere con una fidanzata per un’ora. Farsi le coccole, stare insieme, parlare, avere quell’intimità con qualcuno. Ho dei clienti ventenni che vogliono quello. È abbastanza stupefacente. Mi sconvolge quanti tizi giovani vengano con me. È bizzarro.