diredonna network
logo
Stai leggendo: Quattro donne confessano: “ecco perché fingo l’orgasmo”

3 falsi miti sull'orgasmo nei 50 video più visti su Pornhub

Il sesso secondo Cameron Diaz: "L'importante è farne tanto"

Spermicida: sono anticoncezionali sicuri? Cosa sono e come funzionano

"Perché ho scelto di continuare a fare sesso per lavoro durante la gravidanza"

"Sono ancora vergine e non riesco a fare l’amore"

Bisessualità: il non-capriccio di chi non "sceglie" di essere gay o etero

4 cose che non sai sull'imene (compresi i miti da sfatare)

Tease and Denial, pratica sessuale eccitante o tortura?

C'è chi ama praticare il trampling sessuale e chi... il soft trampling

Il sesso secondo il tuo segno zodiacale: scopri la tua posizione

Quattro donne confessano: "ecco perché fingo l'orgasmo"

Perché le donne fingono l'orgasmo? La questione è molto soggettiva e le motivazioni cambiano da persona a persona. Vediamo insieme quali sono i motivi che hanno spinto queste quattro donne a farlo.
Fonte: Getty Images

Noi donne abbiamo la reputazione di essere un po’ “bugiarde” durante i rapporti sessuali perché non è nuova la nostra attività del saper fingere per bene gli orgasmi. Che sia vero o meno, ormai è il nostro marchio. Ma perché accade questo?

In fondo, chi conosce davvero tutto ciò che è legato all’orgasmo? Ecco quindi un vide che mostra le principali curiosità!

Negli anni, diversi studi hanno cercato di capire il motivo per il quale molte donne non riescono a raggiungere l’apice del piacere e si ritrovano, dunque, a dover fingere. I risultati hanno rivelato l’esistenza di diversi fattori, come il sesso che dura troppo poco, gli scarsi preliminari o, più semplicemente, il rapporto sessuale avviene con degli uomini “incapaci”, che non sanno fare molto bene la loro parte.

Ma perché dare la colpa agli uomini? La questione è molto soggettiva, in fondo. Il fatto di non riuscire a raggiungere l’orgasmo può scaturire da diverse cause e, la colpa, a volte, può essere per una nostra insicurezza o perché non siamo dell’umore adatto. Diana Appleyard di The Sun Magazine ha voluto approfondire la questione per capire cosa spinge le donne a fingere l’orgasmo.

Così, Diana ha deciso di intervistare quattro donne che hanno parlato senza peli sulla lingua e hanno confessato non solo di averlo fatto, ma anche il perché. Di seguito le loro testimonianze.

Georgina Anderson, 27 anni

Fonte: News Group Newspaper LTD

“Potrei vincere l’Oscar per le mie prestazioni orgasmiche. Meg Ryan di Harry ti presento Sally non è migliore di me. Posso gridare e dimenarmi più forte di chiunque altro. Sono totalmente credibile nel farlo – ma ho dovuto allenarmi durante la mia intera vita sessuale. Posso avere un orgasmo, ma può essere molto difficile, può volerci molto tempo e devo concentrarmi. Con un ragazzo, invece, non ho alcuna possibilità. Ogni volta sono costretta a fingere, altrimenti, se non lo fai, penserà di aver fallito e ti ritroverai a dover accarezzare il suo ego senza fine.

Quando parlo ai miei amici della mia situazione mi trattano come se mi stessi davvero perdendo qualcosa di bello. Se devo essere sincera, è molto frustrante. Ma più durerà questa situazione, meno saranno le probabilità che io lo possa raggiungere. Una volta, durante il sesso, mi provocai perfino il mal di testa a furia di concentrarmi molto duramente nel tentativo di essere soddisfatta.

Non importa cosa faccia il ragazzo, c’è qualcosa che accade nel mio cervello che m’impedisce di lasciarmi andare. Forse penso troppo.

Sono d’accordo con l’indagine che rivela che molte donne britanniche fingono l’orgasmo. Anche alcune amiche con cui ho parlato hanno ammesso di fingerlo perché entrambe non riuscivano ad averlo e, al posto di fare avanti e indietro, preferiscono fingere rapidamente per far stare bene il proprio uomo.

Ho iniziato a fare sesso nella mia tarda adolescenza e ho avuto una relazione a lungo termine durata un anno e mezzo. Una volta, durante una discussione, dissi a un ragazzo che non era riuscito a farmi raggiunger l’orgasmo e lui rimase sconvolto. È stato come se avesse dovuto affrontare il più grande oltraggio alla sua virilità.

Uno dei miei problemi è che mi sento in colpa perché non riesco a raggiungere l’orgasmo – e credo che, se ci si concentra su questa colpa e sui sentimenti negativi, la possibilità di averlo è nulla. Più si va avanti, meno saranno le probabilità che accada.

Spero che, un giorno, potrò raggiungere l’orgasmo durante un rapporto sessuale, ma il ragazzo dovrà essere molto paziente e comprensivo.”

Jacqueline Foster, 45 anni

Fonte: News Group Newspaper LTD

“Avevo più di trent’anni quando sono riuscita a raggiungere l’orgasmo. Non avevo idea di come fosse l’esperienza ed ero solita fingerlo. Sono stata sposata con il mio primo marito per 12 anni e sembrava che lui non pensasse che ci fosse bisogno per me di raggiungerlo.

Sono diventata mamma agli inizi dei miei vent’anni ed ero così esaurita che la nostra vita sessuale fu messa in secondo piano. Quando mi sono separata da lui e ho cominciato a incontrare altri uomini, ho sentito che avrei dovuto provare ad avere un orgasmo, ma non sapevo come, quindi ho continuato a fingere.

In parte era perché ero molto imbarazzata. Mi sentivo meno di una donna perché pensavo che non avrei mai potuto raggiungere l’orgasmo, e quando gli uomini ci provavano veramente tanto, era molto più facile fingere per farli fermare.

Con il mio primo marito, la mia mancanza di orgasmi ha influenzato definitivamente il nostro rapporto. Quando ci siamo separati non avevamo avuto rapporti sessuali per un anno e non sopportavo il fatto che lui mi toccasse. Quando ho sposato il mio secondo marito, lui era consapevole di questo problema e la cosa divenne solo una parte accettata del nostro matrimonio. Abbiamo rotto per diverse ragioni.

Ero curiosa però e volevo sapere cosa si provasse. Un’amica me l’ha descritto come uno starnuto molto piacevole. Alla fine ho comprato un vibratore e ho iniziato a sperimentare da sola – e infine, intorno ai 35 anni, sono riuscita a raggiungerlo. La sensazione era travolgente. Alla fine ho capito il perché fosse così eccitante.

Ha cambiato completamente il sesso per me. Se prima girava tutto attorno al soddisfare l’uomo, adesso sento che, nel sesso, abbiamo ruoli paritari. Adesso sento di avere sessualmente un buon posto e ho imparato molto di più sul mio corpo.

Credo che con l’età ci si senta più rilassate e più confortevoli dentro il proprio corpo. Ci sono tante cose che possono influenzare la capacità della donna di raggiungere l’orgasmo, ma la sensazione sembra più intensa quando si invecchia e si ha più esperienza.”

Elizabeth Annina, 22 anni

Fonte: Oliver Dixon – Olliedixon.com

“Quando ero più giovane ho finto parecchie volte perché era piuttosto difficile raggiungere l’orgasmo con un uomo. Molte donne giovani fanno lo stesso perché non conoscono bene il loro corpo.

Pretendere di raggiungerlo è difficile e fingerlo è inutile. Farlo significa mentire all’uomo. Ci si sente imbrogliati e tutta l’esperienza sessuale diventa un spreco.

Sono una persona molto onesta e odio me stessa per avere finto degli orgasmi in questi giorni. L’ho imparato facendolo in passato. In realtà, non credo che sia giusto nei confronti degli uomini perché è come se si deridesse il sesso, che è un atto così intimo e sincero.

Ho iniziato a fare sesso verso i 18 anni e gradualmente ho imparato a conoscere me stessa, il mio corpo e ciò che è meglio per me. Negli ultimi due anni ho avuto due rapporti seri e non ho avuto problemi nell’avere degli orgasmi con quei due fidanzati.

Prima scopri che cos’è meglio per te, poi sarai tu a guidarli. Non credo sia giusto lasciar fare tutto all’uomo e aspettarsi che sappia cos’è meglio per te, perché ogni donna è diversa. Non raggiungo l’orgasmo ogni volta che faccio sesso, ma non mi importa. Se sono troppo stanca o non sono dello stato d’animo giusto, sarò onesta e dirò: “Non ha funzionato con me”.

Gli uomini rimangono delusi se non arrivi al culmine, ma è sempre meglio che prenderli in giro. Sicuramente non avrebbero più fiducia sapendo che stai mentendo, no? È un atto così intimo, ed è un tradimento della fiducia. Idealmente, il sesso dovrebbe provocare due orgasmi, ma le donne lo trovano più difficile e richiede più tempo. Ma quando lo si raggiunge, è una cosa bella e rende molto più forte una relazione.

Se lo fingi, comincerai a provare risentimento per l’altra persona.”

Samantha Short, 28 anni

Fonte: John McLellan

“Essere in grado di rilassarsi e avere veramente fiducia nell’altra persona è la chiave per avere un orgasmo. Se hai fretta, hai bevuto troppo o sei incerta sul rapporto in qualsiasi modo penso che sia molto più difficile da raggiungere.

Ho avuto solo un paio di storie di una notte, ma non sono mai stata completamente soddisfatta di un ragazzo appena incontrato. Ogni volta fingo per fargli piacere e per farla finita. Gli uomini sembrano pensare che sia l’insulto definitivo se non riescono a farti arrivare al culmine, quindi è molto più semplice far finta e farli sentire bene.

Se si trova il modo giusto, allora tende ad accadere ogni volta e più si raggiunge l’orgasmo, più facile sembrerà averlo. In passato ero molto tesa. Sono stata con un ragazzo per un paio di anni ma poi ho scoperto che mi tradiva e che andava a letto anche con altre donne.

Da allora, a letto sono sempre stata nervosa e non sono mai riuscita a rilassarmi. In tutte le mie esperienze sessuali ho raggiunto l’orgasmo circa il 20% delle volte. Non credo di essere così insolita, probabilmente capita a molte donne, specialmente quelle che entrano ed escono da molte relazioni. Ci vuole molto tempo per trovare l’uomo che lo faccia funzionare. Se si finge l’orgasmo, come ho fatto io per così tanto tempo in passato, si andranno a creare delle barriere in una relazione.

Possono pensare: “Lei ha degli orgasmi degli incredibili”, mentre io sto pensando: “Ho dovuto fingere ancora una volta”. Durante le storie di una notte gli uomini sono più egoisti, è tutto concentrato sulla loro performance e sulle loro esigenze. Adesso sto vivendo una relazione con un ragazzo che mi fa sentire molto sexy e molto felice e sappiamo qual è la cosa migliore per noi.

Stiamo insieme da circa cinque mesi e ho una vita sessuale molto appagante con lui. È perché ho fiducia in lui, ha una grande tecnica e usa il suo tempo per farmi sentire bene.”