diredonna network
logo
Stai leggendo: Stufe delle attese nel traffico? Arriva il vibratore da auto!

3 falsi miti sull'orgasmo nei 50 video più visti su Pornhub

Spermicida: sono anticoncezionali sicuri? Cosa sono e come funzionano

"Perché ho scelto di continuare a fare sesso per lavoro durante la gravidanza"

"Sono ancora vergine e non riesco a fare l’amore"

Il sesso secondo Cameron Diaz: "L'importante è farne tanto"

La vita sessuale segreta degli sposi ventenni

Tease and Denial, pratica sessuale eccitante o tortura?

C'è chi ama praticare il trampling sessuale e chi... il soft trampling

Il sesso secondo il tuo segno zodiacale: scopri la tua posizione

"Lo amo ma non riesco ad arrivare all'orgasmo"

Stufe delle attese nel traffico? Arriva il vibratore da auto!

Alcune ditte di sex toys ci suggeriscono di impiegare il tempo in colonna per prenderci un attimo di piacere. Sarà davvero possibile?
vibratori-forme-e-colori

Imbottigliate nel traffico dopo una lunga giornata di lavoro, non sogniamo altro che il nostro divano. Ma avreste mai immaginato di poter usare le ore di attesa al volante per… prendervi un momento di piacere? Dicono pure che faccia bene alla salute! È quanto ci consigliano diverse ditte di sex toys, lanciando, dopo altre amenità come il vibratore-sveglia, una serie di vibratori da auto! Piccoli, discreti, silenziosi, questi oggetti hanno la forma di un rossetto o di una penna: sono ricaricabili via usb (e quindi anche in auto tramite l’accendisigari), hanno un autonomia fino a due ore e, se ci atteniamo a quanto ci viene suggerito da uno di questi siti, sono perfetti non solo da mettere in borsetta per ogni evenienza, ma per rallegrare l’attesa nel traffico. I prezzi? Per tutte le tasche: si va dai 20 ai 200 euro (per quello bordato in oro zecchino). L’unico problema diventa, a questo punto, non farsi scoprire dai nostri “vicini di colonna”: un sorriso troppo felice è difficilmente giustificabile durante un ingorgo stradale! E come fare poi con i camionisti che hanno una visuale decisamente più “ampia” rispetto alle comuni automobili?