diredonna network
logo
Stai leggendo: Tokyo: al bar vibratori al posto delle bottiglie

Tokyo: al bar vibratori al posto delle bottiglie

È un locale nato e pensato al femminile, dedicato in tutto e per tutto alla masturbazione femminile. Gli uomini non possono neppure entrare, salvo accompagnati da una donna!
Le donne si masturbano? Certo, lo fanno tutti ma, è vietato ammetterlo. L’autoerotismo femminile resta un tabù ma c’è chi lo vuole sfatare. Il nome di questa persona è Megumi Nakagawa, la proprietaria del “Love Joule”, il primo bar completamente dedicato all’amore e il sesso escluvamente per le donne.  Nel coloratissimo e -concedetemelo- originalissimo locale ci sono scaffali dove -al posto delle bottiglie- sono situati ogni sorta di vibratore e fallo di gomma!

“La maggior parte delle persone vede la masturbazione femminile come un atto misterioso o un tabù – spiega la proprietaria del locale Megumi Nakagawa -. Non è un argomento di cui si discute in un bar”. Anche se è difficile immaginare che l’argomento di discussione sia l’unico del tra i tavolini del locale…

Le regole sono chiare: gli uomini qui dentro non entrano a meno che non siano accompaganti da, o meglio, siano gli accompagnatori di una donna.

Ci vengo perché è un luogo sicuro – spiega una delle ragazze sedute al bancone – e non devo temere che il primo “bavoso” di turno provi a saltarmi addosso. Inoltre è un posto fantastico per bene e parlare delle cose che a noi donne interessano: sesso e ragazzi”.
Ikuko Ikeshita, medico che lavora nella “Ikeshita Ladies’ Clinic”, racconta che negli ultimi anni
“in Giappone si percepisce la volontà di eliminare il tabù sulla masturbazione femminile. Si nota dalla crscita di siti dedicati alla discussione sulla sessualità femminile e all’aumento di negozi che vendono giochi erotici per donne. Questo bar si posiziona esattamente su questa linea”.