logo
Stai leggendo: Come superare la fine di una storia: 5 consigli

Come superare la fine di una storia: 5 consigli

Come superare la fine di una storia? Ci sono alcune cose utili che si possono fare per alleviare il dolore che segue la rottura: vediamo quali sono.
come superare la fine di una storia

La rottura con un partner è un momento doloroso che costringe a fare i conti con se stessi e con la propria vita. Anche nei casi di relazioni tormentate e difficili, anche quando la fine era incombente da tempo, il fatto che quella persona non farà più parte della nostra vita fa soffrire. Questa verità rende fragili e insicuri, ostili al mondo. Ma la via d’uscita esiste, c’è una luce in fondo al tunnel: quindi come superare la fine di una storia?

Gli amici sono sempre pronti a dispensare consigli più o meno richiesti, psicologi ed esperti hanno detto la loro nel corso degli anni, esistono terapie ed esercizi per lavorare su se stessi. Ma la verità è una: a servire davvero sono tempo e pazienza.

Le fasi della fine di un amore

Come superare la fine di una storia? Si tratta di una sorta di amputazione emotiva a cui ciascuno reagisce a proprio modo, secondo la propria vulnerabilità e sensibilità.

Non è poi molto diverso da un lutto. In entrambi i casi c’è da fare i conti con il dolore della perdita e si deve proprio malgrado accettare che quella persona non sarà più parte integrante della nostra vita. Ma ciò non è inconciliabile con la felicità: la chiave per superare il momento è viverlo come un processo e non come uno stato.

Infatti, sia per la fine di un amore che per un lutto, ci sono alcuni step in comune, una sorta di percorso fatto di tappe. Non si tratta di un processo lineare, non ci sono tempi prestabiliti. Infatti è un percorso graduale interiore del tutto soggettivo, che porta alla ridefinizione di sé. Dunque: come superare la fine di una storia? Cominciando dalla negazione e arrivando all’accettazione.

1. Negazione

come superare la fine di una storia
Fonte: iStock

Il primo gradino da attraversare è quello della negazione. Si è ancora troppo deboli per accettare la verità nuda e cruda, si cerca di rifiutarla perché fa male. Come per tutelarci, cerchiamo di non guardare, di non capire. Non vogliamo ammettere il fallimento, non vogliamo dire a noi stessi che tutti i sacrifici fatti in nome di quell’amore, tutto ciò che è stato pensato e costruito per due, è crollato, compresi progetti futuri, sogni da realizzare insieme, aspettative nel domani.

2. Rabbia

Il tempo è un grande alleato, aiuta a capire che la rottura è reale e va accolta per ciò che è. Questo non può avvenire in modo morbido, perché i primi sentimenti ad affacciarsi sono la rabbia e il risentimento, non solo verso il partner, ma anche verso se stessi e chi abbiamo intorno. In questa fase si ha la tendenza a riconoscere mancanze e sbagli altrui, colpe commesse da chi ci è vicino. In questo modo, però, lentamente ci si avvicina con più lucidità anche ai propri errori e ai propri sentimenti, che vanno una volta per tutti affrontati, per poi distaccarsene.

3. Compromesso

come superare la fine di una storia
Fonte: iStock

Una volta compresi i propri sbagli ci si chiede se qualcosa si sarebbe potuto fare in modo diverso, se c’era del salvabile, se un comportamento diverso avrebbe portato a un risultato diverso. Si vuole come scendere a patti con la propria interiorità, cercare un compromesso con ciò che è accaduto. Questo momento è pericoloso, perché è qui che nasce il desiderio di tornare indietro per cambiare le cose, magari cercando nuovamente un contatto con il proprio ex o riallacciando il rapporto.

4. Depressione

La depressione sopraggiunge quando le illusioni crollano sotto il peso della realtà: è la fase della resa e va vissuta fino in fondo. Solo una volta esaurito tutto il dolore si potrà andare avanti e sentire il bisogno di nuovi stimoli, di distrazioni, di novità, di ricominciare a vivere insomma.

5. Accettazione

come superare la fine di una storia
Fonte: iStock

L’ultimo gradino è quello dell’accettazione. Ci si lascia finalmente tutto alle spalle, finalmente in pace con se stessi e con una nuova acquisita consapevolezza di sé, della storia che si è vissuta e di ciò che si desidera.

Come superare la fine di una storia: consigli per cuori infranti

“Dai una possibilità a te stessa di tornare a essere felice e avere ciò che realmente meriti”.

Così scrive la dottoressa Cristina Colantuono (esperta di relazioni di coppia, sessualità, genitorialità e infanzia) a chi le chiede come superare la fine di una storia e riuscire finalmente ad amare un’altra persona.

Ci sono molte difficoltà che si incontrano nel gettarsi alle spalle una storia passata e ricominciare ad amare. E sono diversi i passi falsi che si possono commettere dopo la fine di una relazione. Per questo bisogna stare attenti a evitare tutto ciò che impedisce di fare pace col passato e andare avanti. Ci sono, invece, diverse cose che possono aiutare a riprendere in mano la propria vita: vediamo come superare la fine di una storia.

1. Prendersi cura di sé

come superare la fine di una storia
Fonte: Pixabay

Il percorso di guarigione passa attraverso l’impegno quotidiano. Importante è mettere la propria vita al centro, tenendosi occupati con qualcosa che faccia sentire utili e vivi, prendendosi cura di sé. La rinascita è possibile solo se si capisce che si può essere felici anche senza quella persona e che il fallimento della coppia non è un fallimento della singola persona.

L’attività fisica è un toccasana: il corpo renderà anche il sistema nervoso predisposto a sentirsi meglio, senza cadere nell’angoscia.

2. Razionalizzare

L’esperta di relazioni Andrea Syrtash è autrice del libro He’s Just Not Your Type (And That’s a Good Thing): How to Find Love Where You Least Expect It. In queste pagine suggerisce di procedere, dopo la fine di una storia, con un elenco delle cinque cose che dovrebbe avere un potenziale partner e delle cinque che invece non saremmo disposte a tollerare. Una sorta di pro e contro, insomma, una lista che può aiutare a rendersi conto che la persona che avevamo accanto non era forse quella più affine e più giusta per noi.

Razionalizzare aiuta a prendere coscienza di chi avevamo accanto, nei suoi pregi certo, ma anche difetti, così da spingerci a cercare qualcuno più adatto con cui essere davvero felice. Questa idea nasce dall’esperienza della Syrtash fatta in anni e anni di incontri con pazienti che ogni volta finivano con l’accostarsi a persone per nulla affini: relazioni che immancabilmente erano destinate al fallimento.

3. Evitare i social

come superare la fine di una storia
Fonte: Pixabay

Tutti cadiamo nell’errore di spiare i social nei nostri ex, scorrendo il profilo Facebook o guardando le foto su Instagram. Sotto questo aspetto il mondo virtuale è assolutamente deleterio e ostacola il processo di guarigione.

Uno studio pubblicato nel 2012 sulla rivista Cyberpsychology ha rivelato che questa pratica diminuisce la crescita personale dopo la rottura, aumenta il desiderio verso quella persona, rendendo meno propensi ad aprirsi a nuove persone e nuove conoscenze. Parallelamente accresce sentimenti negativi verso l’ex partner e angoscia verso se stessi. Il segreto è resistere a quell’impulso a ‘dare solo un’occhiata‘.

4. Parlare della rottura e chiedere aiuto

Parlare dei propri sentimenti e di come si sta vivendo il momento della rottura, con le persone care o uno specialista, può essere d’aiuto.

Una ricerca pubblicata nel 2015 sul Social Psychological and Personality Science ha evidenziato proprio questo: nei partecipanti allo studio che avevano dedicato molto tempo alla questione, analizzandola con qualcuno, sono stati rilevati minori livelli di angoscia, maggiore autoaffermazione, minore senso di solitudine e abbandono emotivo, propensione alla riorganizzazione del concetto di sé.

5. Darsi tempo

come superare la fine di una storia
Fonte: Pixabay

Dulcis in fundo: come superare la fine di una storia? Dandosi tempo per far uscire quella persona non solo dalla nostra vita, ma anche dalla nostra testa.

Una curiosità: secondo una ricerca pubblicata sul Journal of Positive Psychology e riportata dal Daily Mail, ci vogliono in media 11 settimane per riprendersi dalla fine di un amore. Il lasso di tempo aumenta per i divorzi: servono almeno 18 mesi.

Rating: 5.0/5. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...