diredonna network
logo
Stai leggendo: “Mi ha confessato una cotta per la sua collega ma giura di amarmi”
Invia la tua richiesta a tema psicologia, sessuologia, rapporti di coppia.
Domanda all'esperto

"Mi ha confessato una cotta per la sua collega ma giura di amarmi"

Mio marito mi ha confessato una cotta per la collega. L’intesa è rimasta platonica perché lui soffre di eiaculazione precoce e non ha il coraggio di avere rapporti con altre donne. Non è la prima volta che succede. Sono molto amareggiata e ho preso le distanze… giura di amarmi e non vuole perdermi. Ma io non riesco più a stare con lui.

Domanda di Patrizia

La risposta dell'esperto

Cara Patrizia, immagino cosa tu stia provando. Avere a che fare con un tradimento fa mettere in discussione tutto il rapporto, dalla fiducia alla stabilità di coppia. La monogamia (non solo nel matrimonio) è una scelta che caratterizza la nostra società ma è giusto sottolineare che è un costrutto artificiale: in natura la maggioranza degli animali sono poligami e anche l’uomo. Il ruolo maschile richiede di fecondare la donna e procacciare il sostentamento per lei e la prole: era così nella preistoria e geneticamente parlando ancora si notano elementi che riconducono a questo.

Poi con l’evoluzione della civiltà, si è scelta la monogamia per difendere la famiglia in nome di ragioni morali e religiose.

Non è un caso che, negli uomini, una delle fantasie sessuali più frequenti è il sesso con più donne… e allora questa è una situazione che bene o male ci troviamo tutte ad affrontare.

Si tratta di una scelta di coppia, di una regola implicita ma spesso esplicita che si sceglie e si accetta all’inizio di un rapporto. Ci sono anche coppie poliamorose in cui è reciprocamente rifiutata la scelta dell’esclusività a favore di situazioni sessuali con altre persone. Si tratta però sempre di scelte condivise che vedono entrambi consenzienti.

Nel tuo caso, Patrizia, lui è contravvenuto ad una scelta di coppia prima di tutto, è rimasto su una sbandata platonica ma non per questo di gravità minore ed in più aggiungi che si è fermato a quel livello solo perché ha difficoltà a procedere. Se poi non è la prima volta e questa è una situazione che non vuoi subire, la scelta di allontanarti è la migliore.

Ora prenditi il giusto tempo per riflettere su di te, su cosa vuoi da una storia d’amore, su cosa sei pronta ad accettare e cosa no, su cosa provi per lui e su quale progetto di coppia vuoi puntare. Fatti delle domande e scegli le risposte.

E poi vai dritta per la tua strada. Lui ti dirà che ti ama e magari è anche la verità… ma tu devi essere felice.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Risponde Dottoressa Cristina Colantuono

Psicologa Psicoterapeuta

Domanda all'esperto

Esperta in Psicologia Giuridica, si occupa di terapie individuali e familiari e offre supporto sulle seguenti tematiche: relazioni di coppia, sessualità, affidamento, divorzio, mobbing, abuso sessuale, disagi psicologici (ansia, depressione, etc..), genitorialità e infanzia.

Pagina Facebook Dott.ssa Cristina Colantuono – Psicologa Psicoterapeuta

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Consulta le risposte della Dottoressa Cristina Colantuono e degli altri esperti su: