logo
Stai leggendo: Credo che mio marito sia psicopatico
Psicologo di coppia

Credo che mio marito sia psicopatico

Anonimo

chiede:

Ho l’impressione che mio marito sia psicopatico, con problemi di abbandono infantile non ancora risolto… Oggi ha 61 anni… Ho speranza di vederlo guarito? Grazie

La psicopatia è un disturbo di personalità grave e prima di parlare di una diagnosi certa, è assolutamente necessario rivolgersi ad uno specialista.
Non si affidi a Internet, al passaparola oppure a osservazioni “casalinghe” per affibbiare a suo marito un’etichetta tanto pesante quanto infamante.
Parliamo infatti di sintomi legati alla difficoltà nel gestire le emozioni ed a provare empatia, all’incapacità di uniformarsi a norme e comportamenti socialmente accettati e che possono facilmente tradursi in comportamenti aggressivi, impulsività, irritabilità… Lo psicopatico può arrivare ad uccidere con più facilità di un soggetto con assenza di patologia proprio perché non prova emozioni e non è capace di immaginare quelle degli altri.
Hai ragione a fare osservazioni sull'”attaccamento”, perché l’incapacità di provare emozioni porta anche ad un deficit nel percorso di attaccamento infantile e nella sua elaborazione da adulti, con tutte le conseguenze relative.
Aggiungo poi che è un tipo di patologia egosintonica, quindi difficilmente ci si rende conto di avere qualcosa che non va e quindi può mancare la motivazione ad una “guarigione”, la spinta più importante per rendere efficace un percorso terapeutico. È la volontà a fare la differenza quindi, ma a volte il suo trattamento, come anche la prognosi, sono dubbie, dipendono da diversi fattori che vanno analizzati volta per volta.
È giusto però sottolineare che molti psicopatici hanno imparato a vivere senza problemi nella società, a fingere per convivere e inserirsi più facilmente con gli altri.
Bisogna quindi distinguere la psicopatia come condizione neuro-biologica dai comportamenti antisociali che ne possono essere la dimostrazione.
Questi però sono discorsi molto generici, tuo marito deve andare da uno psicologo ed approfondire con lui il suo caso specifico ed avere risposte certe

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento