diredonna network
logo
Stai leggendo: “Nei sogni lui forse non mi ama: cosa vuol dire?”
Invia la tua richiesta a tema psicologia, sessuologia, rapporti di coppia.
Domanda all'esperto

"Nei sogni lui forse non mi ama: cosa vuol dire?"

Sono una ragazza di 27 anni, sono fidanzata da quasi 7 e convivo da un anno e mezzo, voglio un figlio dal mio compagno (che non sa se ne vuole)…

Stanotte ho sognato di aver avuto un figlio maschio…nel sogno eravamo io il mio compagno ed il bambino, ma ci trovavamo nella mia cameretta a casa dei miei nella disposizione che questa aveva quando ero con il mio ex…il mio compagno nel sogno era molto distaccato sia nei miei confronti che il quelli del neonato.

Cosa potrebbe significare??? forse non sarà lui il padre dei miei figli??? Sono confusa anche perché ultimamente con il mio compagno abbiamo dei problemi…grazie per la risposta

Domanda di Sole

La risposta dell'esperto

Cara Sole,
l’interpretazione dei sogni è un’attività che si effettua nel corso di una psicoterapia, quindi all’interno di un rapporto che si instaura tra terapeuta e paziente in seguito alla condivisione di contenuti e significati molto profondi. I significati dei sogni vanno ricercati nell’inconscio del paziente, non è semplice, è molto intimo e privato, un’analisi personalizzata su un mondo fatto di significati, simboli, ricordi, emozioni…

Difficile che il significato di un contenuto sia uguale per tutti. Per giocare al lotto i contenuti di un sogno o per fare un discorso molto in generale sui concetti, ci sono infinite pubblicazioni… Per trovare invece il significato “tuo” cioè cosa significa quel sogno per te, la tua vita, il periodo che stai vivendo allora è necessario un approfondimento molto più profondo.

A grandi linee posso dirti che nel tuo sogno ci sono elementi che ti riconducono alla tua vita passata, una vita di tranquillità e sicurezza o anche di poche responsabilità a cui spesso solo la casa dei propri genitori fa pensare.

Il tuo compagno è lì con te, la sua presenza c’è ma in un contesto che non gli appartiene, in un ruolo che non sente e non vive in modo attivo. Probabilmente tu senti forte il desiderio che sia lui il padre dei tuoi figli ma sei consapevole del fatto che lui non vive la cosa con lo stesso trasporto e interesse.

E allora accetti lo stesso di coinvolgerlo ma ti rifugi in un ambiente che ti dà tutta la sicurezza e la protezione che non può darti lui in un momento così importante e delicato. Questa è solo un’ipotesi, non ti conosco, non so nulla di te, della tua storia e della tua vita. Non prendere quello che ho scritto come oro colato quindi ma utilizzalo solo come spunto di riflessione.

Rating: 5.0/5. Su un totale di 3 voti.
Attendere prego...

Risponde Dr. Cristina Colantuono

Psicologa Psicoterapeuta

Domanda all'esperto

Esperta in Psicologia Giuridica, si occupa di terapie individuali e familiari e offre supporto sulle seguenti tematiche: relazioni di coppia, sessualità, affidamento, divorzio, mobbing, abuso sessuale, disagi psicologici (ansia, depressione, etc..), genitorialità e infanzia.Pagina Facebook Dott.ssa Cristina Colantuono - Psicologa Psicoterapeuta* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento