logo
Stai leggendo: “Perché non riesco ad avere rapporti sessuali completi?”
Invia la tua richiesta a tema psicologia, sessuologia, rapporti di coppia.
Domanda all'esperto

"Perché non riesco ad avere rapporti sessuali completi?"

Buongiorno sto insieme al mio ragazzo da tre anni lo amo moltissimo ma non riesco ad avere rapporti sessuali completi ho paura di essere penetrata mi blocco mi irrigidisco cosa devo fare per sbloccarmi…a causa di questo lui e sempre nervoso aiutatemi vi prego.

Domanda di Anonima

La risposta dell'esperto

Carissima,
capisco la tua angoscia, il sesso è una componente essenziale nella coppia ed è un momento di forte intimità, che ti permette di condividere momenti intensi ed al tempo stesso di aumentare complicità e condivisione.
Rappresenta però anche un forte baluardo a difesa del nostro Io più profondo oltre ad essere una chiara dimostrazione di come vivi il rapporto con te stessa e con la vita.

Concedersi in un rapporto sessuale significa fidarsi dell’altro, permettergli di “entrare” ed al tempo stesso concederti di provare piacere, quindi sentire che te lo meriti e darti il permesso di farlo.
Non riuscire in tutto questo dimostra che le tue difese sono più forti, le tue paure vincono su tutto il resto. Parliamo di un disturbo molto diffuso, denominato “vaginismo” e caratterizzato da una dimostrazione sia fisica che psichica: hai paura di essere penetrata ed il tuo corpo reagisce con la contrazione (involontaria) di tutti i muscoli, compresi quelli vaginali che non permettono quindi neanche la penetrazione con uno spillo oppure causano una forte sensazione di dolore. Questa è la causa principale di tutti i matrimoni “bianchi” cioè non consumati. Vorrei quindi tranquillizzarti dicendoti che non sei la sola e che è un disturbo conosciuto che si può affrontare e vincere. Immaginare una vita sessuale appagante non è utopia, puoi già cominciare a farlo!
Alla base di questo disturbo ci sono fattori psicosessuali, di coppia, personali o biologici. Il percorso con uno psicologo esperto in sessuologia porta alla luce tutte le cause alla base e permette di conoscerle ed elaborarle per sostenerti nella scoperta di te stessa e della sfera sessuale. E per iniziare, comincia a ragionare su alcuni aspetti: di cosa hai paura? Com’è stata la tua educazione sessuale? Cosa pensano in famiglia del sesso? Da cosa ti difendi? cosa potrebbe accadere se ti lasciassi andare? Come ti senti nel momento di intimità con il tuo uomo? Che immagine di te hai? Quanto ti piace il tuo corpo? Quanto conosci il tuo corpo? Quanto ti fidi del tuo partner? Non scoraggiarti ed affronta di petto il problema !

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Risponde Dr. Cristina Colantuono

Psicologa Psicoterapeuta

Domanda all'esperto

Esperta in Psicologia Giuridica, si occupa di terapie individuali e familiari e offre supporto sulle seguenti tematiche: relazioni di coppia, sessualità, affidamento, divorzio, mobbing, abuso sessuale, disagi psicologici (ansia, depressione, etc..), genitorialità e infanzia.Pagina Facebook Dott.ssa Cristina Colantuono - Psicologa Psicoterapeuta* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento