logo
Stai leggendo: “Riuscirò mai ad amare un altro uomo?”
Psicologo di coppia

"Riuscirò mai ad amare un altro uomo?"

Anonimo

chiede:

Buona sera Dott.ssa, sono una ragazza di 32 anni è 3 anni che il mio ragazzo mi ha lasciato stavamo assieme da 8 anni stavamo cercando casa e successivamente sposarci non è andata così mi ha lasciata con un pretesto e mente stava con me aveva è tutti ora sta con una ragazza di 20 anni…,sono passati 3 anni…io non riesco a dimenticarlo malgrado io abbia cambiato città vivo sola e lontana dalla mia famiglia non ho avuto nessun altro dopo di lui… perchè dopo tutto questo tempo non riesco a scordarlo xke me lo sogno spesso e a volte mi consiglia e normale che mi manchi ancora cosi tanto dopo tutto il male e la delusione che. mi ha dato? Riuscirò a voler bene un altro ragazzo anche di più di quanto amavo lui…, mi manca tanto a volte non avere una persona vicino, è normale che io pianga ancora ancora x questa storia? grazie x un suo parere.

Quando una relazione finisce è sempre un’esperienza dolorosa che mette alla prova chiunque ci si trovi.
Dal punto di vista psicologico, essere lasciati dalla persona che amiamo equivale a dover affrontare ed elaborare un lutto: all’improvviso spariscono le nostre certezze, muoiono tutti i sogni ed i progetti che avevate in mente di portare a termine (comprare casa e sposarvi, appunto). Purtroppo, l’accettare la fine di una relazione implica una serie di step che, se non superati con successo, possono ripercuotersi a livello fisico ed emotivo anche per lungo tempo come è accaduto nel tuo caso.
Per rispondere alla tua domanda, ti dico sì, riuscirai a voler bene di nuovo a qualcuno!
È possibile ma semplicemente tu ora non hai ancora metabolizzato ed accettato la fine della tua storia nonostante siano passati 3 anni. C’è chi ci riesce anche dopo poco e chi ha bisogno di più tempo. Evidentemente tu avevi investito tanto nel vostro amore e non hai elaborato a fondo la rottura, quindi oggi ti ritrovi ancora sopraffatta dalle tue emozioni. Ed è proprio per questo che ti manca e che ancora piangi quando pensi a lui: piangere non è sinonimo di debolezza, piangendo si scarica tutta la rabbia ed il dispiacere che ancora hai dentro. È quindi un bisogno che agisci e che ti aiuta poi a superare il lutto.
Allora per te ho alcuni consigli pratici: piangi tutte le lacrime che puoi, lascia che il tuo corpo esprima come meglio crede il dolore che sta vivendo.

Inizia a praticare qualche attività fisica, in questo modo il fisico scaricherà, attraverso la fatica, tutte le energie negative accumulate: un giro in bicicletta, una camminata o altri esercizi leggeri che ti aiuteranno a sentirti più “viva” e pronta ad intraprendere il tuo nuovo cammino. Prenditi del tempo per te stessa, cerca di capire cosa non ha funzionato in voi e trasformalo in positività per evitare di commettere gli stessi errori in futuro. Concentrati su cosa potrebbe farti star bene adesso e preparati a voltare pagina. 3 anni sono tanti, 3 anni in cui invece di vivere nel presente ti sei concentrata sul passato. Attivati e concentrati con impegno e forza di volontà a superare il tutto. Accogli questo periodo come un periodo in cui pensi a te, al tuo benessere ed a ricreare le condizioni più idonee per intraprendere una nuova relazione. Quella giusta, però! In questo modo sarai pronta a staccarti, non fisicamente, ma sentimentalmente ed il ricordo del tuo ex potrai lascialo semplicemente andare.
Dai una possibilità a te stessa di tornare ad essere felice ed avere ciò che realmente meriti!

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento