logo
Galleria: Chi è Sora Aoi, la donna giapponese che ha insegnato il sesso ai cinesi

Chi è Sora Aoi, la donna giapponese che ha insegnato il sesso ai cinesi

Chi è Sora Aoi, la donna giapponese che ha insegnato il sesso ai cinesi
Foto 1 di 13
x

Recentemente la giovane attrice – ed ex pornostar Sora Aoi (che in giapponese significa cielo blu) ha annunciato il suo imminente matrimonio sui social scatenando moltissime reazioni positive sul sito internet Weibo (una sorta di equivalente cinese del nostro Facebook).

Professione fluffer: perché per girare un porno è importante il “riscaldamento”

Professione fluffer: perché per girare un porno è importante il “riscaldamento”

Il giorno di Capodanno, Sora Aoi ha infatti pubblicato una fotografia del suo anello di fidanzamento, annunciando al mondo dai social di essere non solo legata a qualcuno, ma di aver anche accettato la sua proposta di amore eterno. “Normale“, direte voi probabilmente, chi al giorno d’oggi non condivide sui social anche le più insignificanti situazioni della vita di tutti i giorni? E non è stata da meno la giovane attrice, ma come mai la donna è così popolare, soprattutto in Cina?

La fama della donna ha a che fare con la sua precedente professione, ovvero quella di pornostar, perché Sora Aoi, con il suo viso fresco e pulito, è stata una figura davvero importante – ed anche educativa – per la vita sessuale di molti giovani cinesi.

Sora Aoi è stata l’insegnante di molti cinesi che non sono riusciti a ottenere un’adeguata eduzione sessuale durante la loro adolescenza.

Ha dichiarato una fonte anonima in un’intervista dell’ente britannica BBC. Sì perché, ancor prima del Giappone, la ex pornostar deve la sua popolarità soprattutto al popolo cinese: Sora è nata come personaggio dello spettacolo nel 2000 quando i portali internet orientali si stavano sviluppando a ritmo serrato – comunità online e nuovi siti di streaming sono emersi uno dopo l’altro facilitando così non solo le comunicazioni fra coetanei ma, soprattutto, l’interscambio di diverse informazioni, in primo luogo proprio quelle inerenti l’industria sessuale e pornografica (attualmente ancora illegale in Cina).