diredonna network
logo
Stai leggendo: Falsi provini hard a Cosenza, ecco il VIDEO

La sottile differenza tra farsi desiderare e capire che non gliene può fregare di meno

9 posizioni per (provare ad) avere orgasmi multipli

10 cose che agli uomini non interessano durante il sesso orale

Morena e Ivano: "Il nostro lavoro? Sperimentare sex toys in coppia"

20 canzoni romantiche per la playlist perfetta per una cena a due

Ecco perché queste 12 persone sposate hon hanno più rapporti con il partner

Le domande da fare a un ragazzo per conoscerlo meglio

A che età si perde la verginità? Dipende dai geni e dal rapporto con la madre

A letto con uno sconosciuto o per una sola notte: 19 donne si raccontano

5 segnali che non c'entrano nulla con il sesso, che ci dicono se lui è bravo a letto!

Falsi provini hard a Cosenza, ecco il VIDEO

Nella speranza di riuscire a trovare alcune ragazze facili da rimorchiare un 36enne di Cosenza si è finto un cacciatore di talenti per le case di produzioni porno Casting Italia e Cento per Cento Produzioni. Peccato però che il giovine si sia imbattuto in una giornalista che, per l'occasione, si è finta aspirante attrice un con una telecamera nascosta ha documentato il tutto!

Il falso “talent scout” è stato già denunciato, mentre il video girato dalla giornalista Aurelia Zucaro del Quotidiano della Calabria sta facendo il giro della rete!

Tutto è iniziato il 12 settembre scorso, quando su internet è apparso il seguente annuncio:

 “La Casting Italia, azienda inserita nel settore della produzione di film hard amatoriali e non, seleziona gratuitamente ragazze e signore dai 19 ai 50 anni per provini simulati, in Cosenza, per la realizzazione di film genere soft porno. Si richiede presenza gradevole e massima serietà. I casting, in completa discrezione, si svolgono in Cosenza città e sono totalmente gratuiti: se ingaggiate, previsti compensi economici molto alti e remunerati con contratti a norma di legge”.

La giornalista racconta di aver trovato davanti una persona all’apparenza innocua ma senza dubbio perversa, che l’aveva invitata a recarsi il provino con particolari indumenti intimi. Ovviamente l’intrepida Zucaro non ha esitato a rifiutare la proposta lanciare domande a trabocchetto per smascherare il losco individuo che le avrebbe promesso anche 1800€ per film!

A quanto pare questa non era la prima volta per il truffatore a tentare una simile approccio, visto che in passato avrebbe pubblicato anche su Facebook annunci simili. Attenzione quindi ragazze, mi raccomando!