Queer è ora, la mostra che celebra l'orgoglio queer - Roba da Donne

“Queer è ora”: il coraggio e l’orgoglio di essere se stessi

“Queer è ora”: il coraggio e l’orgoglio di essere se stessi

Fonte: Alessia Rollo | Queer è ora

Foto 1 di 8
Ingrandisci

Che cosa significa essere queer? Il termine è nato come espressione dispregiativa, insulto verso le persone omosessuali, ma ha subito un processo di riappropriazione da parte delle comunità Lgbtqai*, assumendo così una connotazione leggera, fluida e armoniosa.

Adesso questo concetto è stato fatto proprio nella mostra fotografica Queer è ora, inaugurata il 14 febbraio e visitabile fino al 14 marzo negli spazi delle Manifatture Knos di Lecce (ogni giorno dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 23) salvo restrizioni dovute alla diffusione del Coronavirus.

Il progetto fotografico, a cura del Salento Rainbow Film Fest (che si svolge sempre a Lecce dal 7 al 9 maggio con la sua sesta edizione) e Transparent Ets, in collaborazione con Manifatture Knos e Apulia Film Commission, è stato ideato e realizzato dalla fotografa concettuale Alessia Rollo. Sotto l’obiettivo di Rollo, 7 soggetti, più uno generico che rappresentasse un trait d’union del suo progetto, si sono messi a nudo rappresentando Ferite, Fuga, Respiro, Orgoglio, Esagerazione, Elevazione, Esplosione.

Queste sette parole sono i simboli del percorso di ognuno alla scoperta della propria identità (anche di genere), nel tentativo di superare limiti e pregiudizi sociali. I soggetti, che provengono dalla comunità arcobaleno della Puglia, delle foto si sono confrontati proprio con queste sette parole, con sette stati emotivi per descrivere l’essenza dell’animo queer.

La mostra – spiegano gli organizzatori – è un inno alla leggerezza e al benessere: un mosaico di storie che restituisce il senso di pace che riesce a trasmettere la conquista di amarsi come si è. Liberi. Qui e ora.

Le testimonianze della mostra, attraverso le foto e le parole dei soggetti che vi sono ritratti, sono illuminanti. Sono illuminanti perché parlano di coraggio: c’è chi ha affrontato le proprie ferite e abbattuto gli stereotipi sociali, chi ha cercato il proprio coming out come l’aria e chi l’ha affrontato con accanto un genitore orgoglioso, chi continua a cercare la felicità, chi ha superato gli sguardi ostili della gente e chi, infine, ha fatto dell’amore per se stesso una grande esplosione.

Sfogliamo insieme la gallery per scoprire le foto contenute nella mostra Queer è ora e cosa hanno raccontato di loro i modelli per un giorno che vi hanno aderito.

Articolo originale pubblicato il Marzo 3, 2020

Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...