Quando una storia finisce, incomprensibilmente, ci piace ascoltare canzoni tristi per sfogare forse ancora di più la rabbia, il dolore o la confusione che sentiamo dentro. Oppure è un modo inconscio per cercare delle risposte nei testi, confrontandoci con l’esperienza di altri e sentendoci dunque anche meno soli. 

Ad ogni modo, in redazione, abbiamo provato a stilare le prime cinque posizioni di una classifica per cuori fragili. Quali sono le cinque canzoni per eccellenza da ascoltare dopo la fine di un rapporto? Ecco i nostri consigli fase per fase:

 

  1. Fresca di rottura: Ho messo via – Ligabue “Mi sto facendo un po’ di posto e che mi aspetto chi lo sa che posto vuoto ce n’è stato, ce n’è e ce ne sarà ho messo via un bel po’ di cose ma non mi spiego mai perché io non riesca a metter via te”
  2. Metabolizzazione: Sere Nere – Tiziano Ferro “E più mi vorrai e meno mi vedrai, meno mi vorrai e più sarò con te, e più mi vorrai e meno mi vedrai, meno mi vorrai e più sarò con te
    e più sarò con te, con te, con te. Lo giuro”
  3. Presa coscienza: Mi ritorni in mente- Lucio Battisti “Quella sera ballavi insieme a me e ti stringevi a me, all’improvviso, mi hai chiesto lui chi è, lui chi è. Un sorriso, e ho visto la mia fine sul tuo viso”
  4. Ritorno di fiamma: Infinito- Raf ““so che é un controsenso ma l’amore non è razionalità…non lo si può capire…” ed ore a parlare, poi abbiamo fatto l’amore… ed è stato come morire.”
  5. Voltare pagina: Rimmel- F.De Gregori “Ora le tue labbra puoi spedirle a un indirizzo nuovo, e la mia faccia sovrapporla a quella di chissà chi altro”
La discussione continua nel gruppo privato!