logo
Stai leggendo: L’Ospedale dell’Amore dove gli sposi sono allontanati dagli amanti

L'Ospedale dell'Amore dove gli sposi sono allontanati dagli amanti

Addio amanti con il "Weiqing Love Hospital", l'ospedale che aiuta le coppie a riavvicinarsi e a eliminare, con modi non molto leciti, il terzo incomodo.

Quando pensiamo alla Cina, spesso nella nostra mente emerge una società conservatrice e molto tradizionalista, sia per quanto riguarda la vita sociale che quella intima – se ne parla poco, anzi, non se ne parla quasi per niente. La verità, però, non è molto diversa dall’Occidente e come ci sono crisi matrimoniali nei Paesi europei a noi più vicini, ecco che anche nella terra del Sol Levante non mancano. A questo proposito un nuovo business è nato per aiutare la coppia a riavvicinarsi e ad allontanare dalla moglie o dal marito infedele i possibili amanti. Una sorta di “consulente matrimoniale” pagato migliaia di dollari ma che, a quanto dichiarato da una fonte anonima di sesso femminile alla Bbc, sembrerebbe aiutare non poco i due coniugi a ritrovare la passione e l’unità perduta oltre che a eliminare definitivamente l’avversario in amore. A fornire questo servizio, chiamato Mistress Dispeller, è il Weiqing Love Hospital, co-fondato dalla dottoressa Ming Li e situato nella città di Shangai. Un “ospedale” che non cura ferite fisiche, bensì quelle del cuore.

Chiunque voglia rivolgersi a questa nuova struttura troverà quindi dei corsi di terapia di coppia, altri per svelare i segreti di un matrimonio duraturo e felice ma, soprattutto, si cerca di dissuadere l’amante di uno dei coniugi a perpetrare quella che effettivamente è, per il buon costume, una vera e propria relazione illecita. Come spiegato dalla fonte anonima al quotidiano online, il Mistress Dispeller non è per nulla un servizio economico, anzi, ma grazie ad esso questa donna è riuscita ad allontanare la segreteria 24 enne dal marito, dissuadendola dal continuare quel rapporto dannoso per entrambe le parti. È vero, qui la domanda sorge spontanea: perché non optare per il divorzio dopo aver scoperto il tradimento?

Quando ho scoperto della sua relazione illecita, ho voluto affrontare mio marito. Abbiamo discusso rabbiosi e ho continuato a chiedergli: “Perché, perché mi hai fatto questo quando ti sono stata vicina per così tanti anni?“. All’inizio mi ha spiegato il suo senso di colpa ma dopo tutti quei litigi non voleva più parlarmi, per questo motivo ho chiesto aiuto.

Ha spiegato la fonte alla Bbc, ricordando i momenti che l’hanno spinta ad affidarsi al Weiqing Love Hospital di Shangai.

Abbiamo passato molte cose insieme. Non voglio rinunciare a tutto questo: la separazione non è mai stato un concetto a cui io abbia mai pensato. Inoltre, mi sto avvicinando ai 50 anni, non c’è mercato là fuori per una donna come me.

Sì, perché dal 2011 in Cina la legge sui divorzi tende a punire di più le donne rispetto agli uomini, le quali spesso non hanno diritto neppure al mantenimento o all’affido dei propri figli.

Fonte: Bbc. Ming Li e il collega Shu Xin

Una condizione che ha quindi spinto oltre un milione di persone a rivolgersi a questo nuovo”Ospedale dell’Amore“. La co-fondatrice Ming Li e il suo socio in affari Shu Xin gestiscono la loro attività da oltre 17 anni:

Abbiamo 33 metodi per eliminare l’amante. In un matrimonio ci sono diverse tipologie di problemi e una di queste può essere proprio il tradimento. È una cosa seria e sbagliata, sia per quanto riguarda la famiglia sia per la stabilità della società.

Ha rivelato Shu Xin sempre al giornale inglese, spiegando i quattro metodi principali di cui l’azienda si serve per allontanare l’amante indesiderata: farla innamorare di qualcun altro, convincere il datore di lavoro del marito infedele a spostarlo in una sede diversa, far intervenire nella questione amici e genitori o disgustare l’amante descrivendo il brutto carattere dell’uomo e alcune sue ipotetiche malattie ereditarie. Insomma, una grande inventiva se si pensa che ce ne sono altre 29 fra i quali spaziare. “L’Ospedale dell’Amore” non è però estraneo ad alcune indiscrezioni dei media cinesi i quali lo accusano di far leva su minacce e intimidazione per arrivare al loro fine, ovvero scacciare il terzo incomodo. Notizie che, però, il Weiqing Love Hospital rigetta totalmente, insistendo con il dire che ogni azione da loro perpetrata non ha certamente a che fare con l’illegalità. A fare da cornice a questo ospedale per coppie, sono anche numerose agenzie investigative private, come quella di Dai Peng Jun; l’uomo gestisce infatti una piccola agenzia formata da alcuni agenti sotto copertura, i quali viaggiano per tutto il territorio cinese aiutando le donne a eliminare le amanti dalla vita dei rispettivi mariti:

Diventiamo amici dell’amante, facciamo foto e video intimi e poi li facciamo avere ai nostri clienti.

Una volta che la moglie mostra al marito le fotografie e i filmati della propria amante in atteggiamenti intimi con un altro uomo, questo spesso e volentieri torna dalla moglie, pentito. Metodi che fanno sicuramente discutere e che risultano, almeno ai nostri occhi, come una sorta di silenziosa estorsione. Dai Peng Jun, però, è sicuro nel sostenere che queste metodologie e servizi come quello che offre lui o come il Weiqing Love Hospital sono necessari per far fronte ad alcuni stereotipi che contraddistinguono la comunità cinese: la maggior parte dei cinesi ricchi ritengono infatti normale avere una concubina con la quale soddisfare i propri interessi sessuali. Una “tradizione”, se così si può chiamare, tornata in voga dopo la morte dell’ex dittatore Mao Tse Tung nel 1976. Ma cosa trovano queste amanti in questi uomini facoltosi? A spiegarlo è un membro della squadra di Dai Peng Jun: nel 90% delle volte la fonte principali di interesse è proprio il denaro. Ed è proprio con il denaro che, successivamente, vengono allontanate.

L’amante è come un tumore, la prima cosa da fare è liberarsi dal tumore. Fatto ciò la relazione fra la coppia sarà più salutare. Gli insegniamo qual è la strada giusta da percorrere con sicurezza.

Ha terminato Ming Li al quotidiano inglese. Ciò che emerge, però, da tutta questa questione è un finale amaro: la legge sui divorzi punisce sì le donne, quasi obbligandole attraverso un tacito accordo legislativo a non divorziare dai propri mariti. Ma cosa sorge dalle parole di Dai Peng Jun e della dottoressa Ming Li? A essere punite, attraverso il servizio Mistress Dispeller sono unicamente le amanti, i mariti infedeli, invece, sembrano quasi non avere alcuna colpa. Pare proprio non subiscano alcuna conseguenza dal loro tradimento, in più risultano quasi inermi di fronte alle avance di un’altra donna, del tutto incapaci di poter resistere alle tentazioni offerte dall’amante. Quest’ultima viene definita da Ming Li una malattia, un tumore, e come tale “deve” essere “asportata”; ma perché se l’infedele dopotutto è il marito, solo l’amante è la colpevole? Perché, ancora una volta, la colpa deve essere solo delle donne?