diredonna network
logo
Stai leggendo: Concedersi o no al primo appuntamento?

Concedersi o no al primo appuntamento?

Che sia una scelta individuale è chiaro a chiunque, ma dei ricercatori hanno studiato come fare l'amore al primo appuntamento possa condizionare una relazione nel futuro, con dei risultati diametralmente opposti.
sesso riparatorio

Tutte noi siamo uscite, almeno una volta nella vita, con un uomo intelligente, brillante, che magari si è anche offerto di pagarci la cena e che non ha continuato a fissarci la scollatura durante tutto l’appuntamento e verso il quale avevamo un’attrazione mai provata prima.

E in quel momento ci continuavamo a chiedere: non sarà troppo presto concedersi al primo appuntamento? Non penserà che sono una ragazza facile?

Ma quindi quanto sarebbe giusto aspettare prima di fare sesso con l’uomo che ci piace?

E’ una domanda legittima, soprattutto se siamo alla ricerca dell’uomo giusto, dell’altra metà della mela. Ed è anche la domenda che si sono posti i ricercatori della Brigham Young University che con la ricerca chiamata “Differing Relationship Outcomes When Sex Happens Before, On, or After First Dates“, letteralmente ‘esito di una relazione in cui il sesso avviene prima o dopo il primo appuntamento’, volevano esaminare in che modo il calendario è associato alla qualità del rapporto tra coppie non sposate.

I ricercatori hanno monitorato più di 10.000 persone non sposate, ma coinvolte in un legame di coppia serio e hanno ricostituito le tempistiche dei loro primi incontri sessuali. Ciò che emerge è che chi si era concesso entro i primissimi incontri a distanza di un anno dal primo appuntamento era molto più insoddisfatto della relazione rispetto a chi ha atteso o addirittura a chi non aveva ancora consumato!

Questo risultato è giustificato, secondo Robert Seymour professore della London College University, dal fatto che prolungando la fase di corteggiamento ci siano più speranze di trovare l’uomo giusto. Infatti se lui attende pazientemente significa che è realmente interessato e la sua disponibilità a corteggiare evidenzia la sua serietà.

primo-appuntamento-foto-da-stylishandtrendy_com_thumb1

Questa tesi è sostenuta dal fatto che il feeling tra le lenzuola è importante soprattutto in una relazione a lungo termine. Inoltre il sesso aiuta a creare una connessione molto profonda tra due persone, ad aumentare l’intimità e a cementare l’unione.

In questo caso la scienza non ci viene in aiuto visti i due studi, e i relativi risultati, completamente opposti. Come al solito la scelta vincente sarà quella di essere noi stesse e di prendere le decisioni che reputiamo più giuste in quel momento per noi stesse, e magari preoccupandoci meno del dopo!