diredonna network
logo
Stai leggendo: La voce della donna cambia in alcuni giorni del mese. Perché?

Bisessualità: il non-capriccio di chi non "sceglie" di essere gay o etero

Chi sono gli uomini che amano le donne transgender

Spermicida: sono anticoncezionali sicuri? Cosa sono e come funzionano

Quando Sophie Fontanel scelse la castità: perché sempre più donne praticano l'astinenza

Posso contrarre l'HIV praticando sesso orale? Come evitarlo?

Storia del perizoma, come nacque per l'uomo e divenne capo femminile

"Perché è freddo e distante durante i rapporti sessuali?"

"Non so se vuole una relazione oppure se mi usa come passatempo"

Clitorissima: "Vi presento 'la' clitoride. Perché dobbiamo parlarne alle bambine"

4 cose che non sai sull'imene (compresi i miti da sfatare)

La voce della donna cambia in alcuni giorni del mese. Perché?

Secondo un recente studio, la voce di ogni donna si modifica in un determinato periodo del mese. A quale scopo?
(foto:Web)
(foto:Web)

Uno studio recente ha dimostrato come la voce femminile cambi di tono in un periodo particolare del mese: durante i giorni del ciclo mestruale. Coincidenza o particolare strategia femminile?

Julia Fisher, ricercatrice del German Primate Center, ha messo a confronto il tono di voce delle donne in vari periodi del mese. Mentre le ricerche precedenti tendevano a proporre come soluzione della variazione di voce il vicino momento dell’ovulazione, la Fisher smentisce tutto. Non è dunque a causa dell’ovulazione che la donna cambia voce, il suo tono non si modifica per far capire all’uomo che “è il momento giusto”, ma serve solo a capire in quale periodo è meglio mantenersi lontane da eventuali usi canori della voce, in quanto essa, poco prima dell’ovulazione, tende a salire di tono, con un risultato alquanto fastidioso per i timpani maschili.

Al contrario, durante l’ovulazione, il tono si modifica, divenendo più basso del solito, per poi salire di nuovo alla fine dell’ovulazione. Non è dunque una sorta di richiamo sessuale per i maschi. Ma allora, a cosa è dovuto il cambiamento?

Forse a far capire loro che “in certi giorni” è meglio starci lontane? Lasciamo alla scienza l’ultima parola, sperando che risolva il mistero!