diredonna network
logo
Stai leggendo: Meglio Single che mal accompagnate!

Bisessualità: il non-capriccio di chi non "sceglie" di essere gay o etero

"Perché è freddo e distante durante i rapporti sessuali?"

Chi sono gli uomini che amano le donne transgender

"Litighiamo sempre perché preferisce la PlayStation a me"

"Il mio fidanzato vive a Londra e quando deve ripartite diventa nervoso e geloso"

"Vorrei sposarmi e avere un figlio ma lui non vuole"

Amore non corrisposto: consigli per smettere di soffrire

Clitorissima: "Vi presento 'la' clitoride. Perché dobbiamo parlarne alle bambine"

4 cose che non sai sull'imene (compresi i miti da sfatare)

Tease and Denial, pratica sessuale eccitante o tortura?

Meglio Single che mal accompagnate!

Meglio single che mal accompagnate non trovate?Le donne si dividono in quattro categorie quando si parla di rapporti di coppia. Ecco un divertente riassunto del perchè essere delle Bridget Jones non è poi così male.

 Single, una parola inglese, che ha sostituito il piu’ infelice zitella /o…

Nel 2012, tanti sono i single che vivono nelle nostre città, ormai anche i cibi sono single; insalate per single, piccoli monolocali per single cene e vacanze per single, (dove lo scopo e’ farti “accoppiare”) … per molti la singletitudine, viene vista come una sorta di sfiga , che ti fà sembrare agli occhi delle accoppiate, ex single convinte (o single per scelta degli altri) come una povera disgraziata da sistemare a tutti i costi.

I consigli delle amiche che ce l’hanno fatta a trovare l’”uomo giusto” sono all’ordine del giorno: dovresti essere meno dura, meno pretenziosa, accontentarti, provare ad uscire di piu’, essere predisposta , perche’ lo sai se una non e’ predisposta si vede. Cominciamo con il dire che le donne si dividono in 4 gruppi:

  • Le single convinte che vogliono rimanere tali, almeno finchè veramente non trovano quello giusto: interessante , bello quanto basta, non parassita, mammone  ma non troppo, indipendente e che abbia qualocosa da dire e non solo da mostrare, che si curi , ma non piu’ di noi, che ami fare shopping tanto quanto piace a noi, e che sia generoso, in tutti i sensi. Insomma un pirincipe azzurro, anche se come dico spesso , piu’ che credere al principe azzurro, io credo al cavallo bianco. Infatti io sono questa single, una di quelle che, come dice la mia migliore amica, trova sempre un difetto. Troppo sicura di me forse, ma amo stare da sola.
  • Le single che sono single, ma per scelta di altri (ma che non lo ammetteranno mai). Tipiche le frasi: sto troppo bene da sola, non voglio impegnarmi, non me la sento…  poi te le ritrovi tutte le sere per locali, a comportarsi come dei falchi pronti a lanciarsi sulla preda, nella speranza di trovare l’altra meta ‘ della mela. Sono quelle che dopo la prima sera, passano le ore ad aspettare che lui le chiami e che se non si fa sentire, iniziano a farsi duemila paranoie: ma secondo te mi chiamerà? Secondo te gli piaccio?? Sono le tipiche ragazze che dicono di non volersi assolutamente sposare, che vogliono convivere, ma se apri il loro armadio hanno gia’ comprato il vestito da sposa, organizzato tutto per il matrimonio e l’unica cosa a mancare pare proprio lui!
  • Quelle sposate (finte infelici) che parlando con l’amica single dicono d’invidiarla, che da single si puo’ divertire senza problemi, viaggiare etc… ma che allo stesso tempo, stanno provando ad avere il secondo figlio e si sono attaccate al marito come un francobollo sulla busta.
  • Le sposate entusiaste per le quali i figli sono l’unica ragione di vita, che hanno rinunciato a tutto per avere una famiglia e che magari l’unica lamentela che fanno riguarda il marito che lavora troppo, che non c’e’ mai e non le aiuta. L’unica cosa che fanno inseme sono le vacanze estive, quando lui non e’ troppo impegnato “con le sue cose”. 

Cosa accomuna tutti questi tipi di donna?
La speranza di trovare un uomo che le ami, che le tratti come delle principesse e non si trasformi in un ranocchio. Tutte noi sappiamo che le favole non esistono e che per quanto possa sembrare meravigliosa la vita delle altre che ce l’hanno fatta a sposare un uomo ricco, bello e che le fa sentire delle principesse… niente è come sembra!!  Non è quindi meglio stare sole e consapevoli del proprio valore, non accontentandosi del primo sborone incontrato al pub? Accontentarsi significa svalutarsi e non è corretto farlo solo per la paura di rimanere da sole, o perche’ la mamma ci stressa perche’ le figlie delle sue amiche sono già tutte sistemate con marito-casa-figli? O peggio sposarsi anche se non si è troppo convinte di farlo solo per paura della solitudine o dell’orologio biologico, o perche’ se non ti sposi  non sei realizzata perche’ anche se i tempi cambiano la realizzazione per le donne avviene sempre attraverso il matrimonio, i figli e la famiglia. Senza tutto cio’ per il mondo sei una donna sola. La soluzione e’ vivere la vita, minuto per minuto, attimo per attimo, godendosi il viaggio senza troppi se e ma. Vivere da sole con la consapevolezza di quanto valiamo senza farci condizionare da ciò che ci circonda.

 

 L’unica cosa certa è che la migliore compagnia della nostra vita siamo noi stesse.