diredonna network
logo
Stai leggendo: Più che un sex toy vaginale sembra… un “mulino a vento”

Più che un sex toy vaginale sembra... un "mulino a vento"

La Rete si è divisa su Sqweel 2 di Lovehoney, un sex toy orale che assomiglia a un mulino a vento. Ecco cos'è accaduto.
Sex toy orale
Fonte: Lovehoney

Un sex toy che assomiglia a un mulino a vento? È la peculiare iniziativa prodotta dalla ditta di giocattoli ricreativi per adulti Lovehoney, che ha pensato di mettere in vendita Sqweel 2. Di che cosa si tratta? All’apparenza è una specie di mulino a vento per l’autoerotismo: c’è una parte centrale che contiene al suo interno delle linguette rotanti, che vanno applicate sul proprio organo sessuale per un po’ di divertimento. Va da sé che Sqweel 2 è dedicato alle donne, non agli uomini.

Di recente questo sex toy orale è diventato il centro di un vero e proprio dialogo su Twitter, tra più utenti. A molti ha fatto sorridere la sua forma, il mulino a vento appunto. E in tanti credono che sia stato disegnato da un uomo, dato che i feedback raccolti non sono tutti positivi come forse l’azienda immaginava e sperava. Solo tre stelle e mezzo: non male, ma neppure bene. Per qualcuno ricordava i ventilatori che spruzzano acqua e che i bimbi vogliono farsi comprare sempre nei parchi Disney a tema. Oppure diffusori per deodoranti per l’ambiente. C’è chi assicura che le vibrazioni assomiglino a quelle di un viaggio in nave: in pratica, gli utenti Twitter hanno lasciato la fantasia a briglia sciolta.

Quello che sappiamo per certo è che questo sex toy sia stato davvero inventato da un uomo. Un sacco di recensioni l’hanno chiamato «stranamente accurato» o recitavano che «lecca il clitoride mandandoti in paradiso». Dalla Lovehoney hanno fatto sapere a BuzzFeed che il giocattolo «ha una grande risposta dalle tester donne» e suggeriva di «non giudicare prima di averlo provato». Tra le recensioni negative si legge che Sqweel 2 «fa sentire come mi stessi violentando con un frullino ad aria» o che sia «come fare sesso orale con un marito stanco». Un’utente scrive: «non sono certa che stessero fumando quando hanno inventato una ruota di lingue» e un’altra: «l’ho provato su dei peni ed erano abbastanza in imbarazzo sull’intera esperienza». Qualcuno ha lamentato di aver «provato il ventilatore troppo freddo ed è passata un po’ l’eccitazione» o addirittura che il giocattolo abbia «reso depressa la mia vagina».

Il miglior simulatore di sesso orale per donne – si legge sul sito – migliora. Sqweel 2 ha la forma di una ruota con 10 lingue di silicone, 3 velocità, 30% di autonomia in più e un nuovo tasto per movimento inverso e una funzione dedicata a grandi orgasmi multipli.

In pratica l’azienda è molto fiduciosa sul prodotto, tanto da rilasciarlo in due varianti, bianca e nera. E altrimenti non poteva essere, dato che la Lovehoney era reduce dal successo dei modelli precedenti. Esistevano infatti già in commercio Sqweel e Sqweel per uomo. Il primo era sempre un sex toy orale con la forma di una paperella e delle lingue rotanti. Le velocità erano inizialmente 6 e il giocattolo si poteva ricaricare con l’USB, così che le donne potessero portarselo in borsetta e utilizzarlo ovunque lo desiderassero. Esteticamente era molto carino e oltre al colore bianco c’erano anche rosa e una sfumatura tra il blu e il viola. Anche questo sex toy ha raccolto feedback per tre stelle e mezzo. Anche se parliamo al passato, l’”antenato” di Sqweel 2 è ovviamente ancora in vendita.

A ben guardare è andata peggio allo Sqweel per uomo, che ha racimolato solo due stelle e mezza. Forse il «piacere orale estremo» che si promette è un po’ troppo estremo. Una delle ultime recensioni è però illuminante: forse i pregiudizi dovuti all’estetica pesano sempre un po’ troppo.

Sono stato indeciso per un po’ su comprarne o meno uno, per via delle recensioni non tutte positive che ho letto qui, ma il prezzo è sceso per cui ho pensato: perché no? Tutto quello che posso dire è wow.