Giorgio

chiede:

Salve ho 37 anni e a causa di un attacco di panico durante l’intimità con mia moglie sono entrato nel tunnel dell’ansia da prestazione. Lei ormai è esasperata e mi dice che devo uscirne da solo. Rifiuta di accompagnarmi da un terapeuta e ogni volta che mi prende l’ansia prima di tentare un approccio parte con scenate tremende. Io al momento evito proprio per evitare le sue reazioni, ma così facendo sto peggiorando la situazione.

Utente

Dr. Cristina Colantuono

risponde:

Carissimo,
certo che la situazione sta peggiorando, sia perché eviti (e quindi dai attenzione al problema e alla tua responsabilità e ne aumenti la gravità) sia perché ti appoggi a tua moglie (invece di credere nella tua capacità di affrontarla e superarla da solo).

Orgasmo maschile: come funziona e gli eventuali problemi

Stai mettendo in atto quindi sempre le stesse soluzioni che però non fanno effetto ma anzi, peggiorano la situazione. Allora la prima cosa da fare è smettere di far tutto. Cambia strategia! Evita il rapporto sessuale ma non evitare l’approccio con tua moglie: ci sono tantissime altre cose piacevolissime da fare a letto che daranno piacere sia a te che a tua moglie ed aumenteranno la vostra complicità, intimità e benessere.
Poi rivolgiti a un terapeuta: cercalo, contattalo e vai da solo (se vuoi posso indicarti i nomi di alcuni colleghi). Tua moglie al momento è marginale ma diventerà importante quando le chiederai di essere tua complice per le prescrizioni che ti darà il collega.
E poi rilassati… Hai capito contro cosa stai combattendo e quindi sarà più semplice ora vincere il nemico!

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento