logo
Stai leggendo: Lui vorrebbe ricevere del sesso orale ma a me fa schifo. Cosa posso fare?

Lui vorrebbe ricevere del sesso orale ma a me fa schifo. Cosa posso fare?

Anonimo

chiede:

Sono una ragazza di 21 anni, frequento un ragazzo da qualche mese, con il quale mi trovo molto bene. C’è solo un problema, lui vorrebbe che io gli praticassi del sesso orale. Non ha mai insistito molto, ma ho capito che è una cosa che gli piacerebbe. Il punto è che a me non va, non l’ho mai fatto e l’idea non mi piace. Solo che non so come dirglielo. Per un ragazzo è praticamente scontato riceverlo e non vorrei che questo possa mettere in crisi la relazione. Come posso fare? Grazie

Carissima,

sicuramente lui avrà capito che non sei molto d’accordo, la comunicazione non è solo verbale ma anche non verbale.
Non è scontata, ci sono tantissime altre pratiche che donano piacere ma è sicuramente molto apprezzata perchè la sensibilità del prepuzio permette sensazioni intense a contatto con la lingua del partner.
Ti invito a riflettere poi sulla tua frase “a me non va, non l’ho mai fatto e l’idea non mi piace” perchè mi sembra incoerente: parli di una cosa che non hai mai fatto, come fai a sapere che non ti piacerà? Parli poi di un’idea quindi la identifichi come cosa razionale e anche questo ti dimostra che è il concetto che hai del sesso orale che ti blocca più dell’esperienza pratica in sè.
Sei libera di scegliere e di avere le tue preferenze ma se mi scrivi probabilmente non sei così sicura ed è giusto che tu rifletta su questo!
Quindi intanto liberati da quest’agitazione che un po’ percepisco tra le righe, prima di decidere il da farsi, analizza la situazione: cosa ti blocca? qual è la tua concezione di sesso orale? Com’è giudicato nella tua famiglia il sesso? Che pregiudizi, paure, pensieri o preconcetti senti di avere in merito? di cosa hai paura?
Quando avrai fatto più chiarezza in te, ti consiglio anche di parlarne con il tuo ragazzo.
L’intimità migliora anche con la comunicazione !

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento