diredonna network
logo
Stai leggendo: La sottile differenza tra farsi desiderare e capire che non gliene può fregare di meno

La sottile differenza tra farsi desiderare e capire che non gliene può fregare di meno

L'uomo che vi interessa fa di tutto per farsi desiderare? Non sempre è così, a volte il suo è solo disinteresse: ecco come capirlo e farsene una ragione.
Farsi desiderare
Fonte: Web

Farsi desiderare è considerata una tecnica di seduzione. Ma non sempre è efficace: sicuramente non lo è se dalla persona che abbiamo di fronte speriamo qualcosa di duraturo – anche se difficilmente sulle prime si può stabilire una cosa del genere. Sì, perché i giochi di seduzione non portano a nulla di duraturo: non è così che nascono le relazioni da «e vissero felici e contenti». A meno che la seduzione non sia qualcosa di serio, qualcosa che uno ha nel proprio DNA, una capacità di farsi desiderare che fa parte del proprio atteggiamento e del proprio modus operandi. Ma questa è un’altra storia.

Quante volte in un gioco di seduzione ci è capitato di fraintendere? Perché i maschietti non sono così bravi a dire di no esplicitamente. Sicuramente ce ne sono alcuni sinceri, ma non sono poi così diffusi come sembrerebbe. Non è una questione di cattiveria – con le dovute eccezioni – ma se gli uomini non vi dicono che non gli piacete è anche per una questione di gentilezza. Sembra assurdo, ma probabilmente non vogliono semplicemente farci del male, sebbene tenerci sulla corda alla lunga fa male assai. Ma prima di tutto cerchiamo di capire in che modo gli uomini si fanno desiderare.

Modi in cui gli uomini si fanno desiderare dalle donne

Farsi desiderare
Fonte: Web

«Prendi una donna, trattala male, lascia che ti aspetti per ore». No, non vorremmo cadere nel cliché per cui Marco Ferradini è considerato il guru delle relazioni d’amore, ma in realtà c’è un fondo di verità anche in “Teorema”. Non fosse altro che in un certo senso la teoria è supportata anche da Fabrizio De André e dal suo «amore che fuggi, da me tornerai».

Il desiderio è qualcosa di primordiale, non ha a che vedere con una sana relazione alla pari. Può essere anche qualcosa di molto effimero il desiderio, e lo è quando i maschietti puntano a farsi desiderare da noi, sottraendosi, non telefonando, dimostrando che la relazione – qualunque sia la sua natura – è tutta sbilanciata ed è nelle loro mani.

Canzoni d’autore a parte, la verità è che farsi desiderare passa attraverso questi mezzucci per gli uomini. Non che per noi sia troppo diverso, eh. Quando la relazione al suo incipit assume i contorni di un gioco delle parti, o bisogna essere ben corazzate da queste mosse degne di un sociopatico, oppure lasciarsi andare. Perché il gioco delle parti sempre gioco è.

Come capire se lui è timido

Farsi desiderare
Fonte: Web

Quando ci si fa desiderare, le cose vanno in due modi: o va bene, o va male. Se va male, le possibilità sono due: o non gli piacete – e a questo ci arriveremo tra poco – oppure lui è un timido. I segni della timidezza possono essere abbastanza palesi: rossori, balbuzie improvvisa, sguardo ammirato e simili sono tutti ottimi segni, forse è il caso di buttarsi, anche se è meglio non farlo in maniera troppo aggressiva. Invitatelo a prendere un caffè o una birra insieme e incrociate le dita: forse può essere anche qualcosa di più di un flirt, ma lo si vedrà col tempo.

Come capire se non gli piacete

Farsi desiderare
Fonte: Web

Quando un uomo si fa desiderare “troppo”, è abbastanza probabile che non gli piacete abbastanza. Se rifugge i vostri complimenti, non risponde alle chiamate o ai messaggi in tempo reale e alla fine lo fa in maniera sgarbata non si sta facendo desiderare: vi vuole semplicemente fuori dai piedi.

Qualcuno a cui piacete ama i contatti, non cerca di farvi sentire di troppo e non gli sembra mai che disturbiate – però vedete di non esagerare con chiamate e messaggi. Anche in questo caso chiedergli di uscire una volta potrebbe funzionare: se vi dice di no e poi non si fa più sentire, oppure se vi dice di sì ma vi sembrerà che voglia stare in un altro posto, significa che avete puntato sul cavallo sbagliato.

Ovviamente, se vi dice di no, dovrete essere voi a sparire per qualche giorno: se è lui a riemergere dal silenzio magari gli piacete, ma dovrete andare coi piedi di piombo.