diredonna network
logo
Stai leggendo: 10 Cose Che Gli Uomini Non Sanno Sul Piacere Femminile

10 Cose Che Gli Uomini Non Sanno Sul Piacere Femminile

Tutto quello che gli uomini non sanno, ma dovrebbero imparare, prima di fare sesso con una donna!
Quello che gli uomini dovrebbero sapere prima di fare sesso con una donna
(Foto Web)

Ahhhh, il corpo femminile: questo sconosciuto!

Trascorso quasi mezzo secolo dalla rivoluzione sessuale promossa dalle femministe, da quando la stampa rosa iniziò a parlare di sessualità femminile e  le donne a rivendicare e prendere atto del loro diritto al piacere durante l’atto sessuale,  sull’argomento regna ancora un gran caos.

Nonostante siano pochissimi gli uomini che ammettano di capirci ben poco in materia, la verità è che solo nel 2009 gli scienziati sono riusciti a comprendere quali siano i meccanismi biologici alla base del funzionamento del clitoride!

E se gli scienziati ci hanno messo tanto, figuriamoci i comuni mortali!

Non c’è da stupirsi quindi se ancor oggi molte donne vivano l’orgasmo come una conquista o peggio ancora come un utopia!

Non possiamo negare, però che gran parte della responsabilità va attribuita proprio alle signore in questione. Perché se è vero che gli uomini tendono ad essere un po’ egoisti e molti pigri, dal canto loro le donne spesso tacciano i loro desideri e le loro difficoltà.

Signore, è il momento di salire in cattedra e far prendere appunti ai vostri partner: ecco cosa un uomo dovrebbe sapere prima di andare a letto con una donna.

1. La percezione che una donna ha del proprio corpo incide sul suo modo di vivere il sesso

Quello che gli uomini dovrebbero sapere prima di fare sesso con una donna
(Foto wehertit)

Spesso gli uomini non riescono a comprendere questo modo di pensare tipicamente femminile, così lontano dal loro mondo.

Ma la percezione che una donna ha del proprio corpo influisce nettamente sulla sua vita sessuale.

Secondo la maggior parte degli studi sull’argomento, le donne che hanno un buon rapporto con il proprio corpo hanno una vita sessuale più soddisfacente rispetto ad altre donne che non accettano la propria immagine.

Ciò dipende dal fatto che durante l’atto sessuale sono più concentrate a coprire i lori difetti, che a godere del momento.

Qualche complimento e un corteggiamento galante non risolvono il problema, ma possono aiutare!

2. Una donna impiega dai 10 e i 20 minuti per avere un orgasmo

(Foto wehertit)
(Foto wehertit)

Le statistiche sono piuttosto chiare: per raggiungere l’orgasmo il tempo medio impiegato da una donna durante i preliminari e la penetrazione vaginale si attesta tra i 10 e i 20 minuti.

Volete sapere quanto tempo ci impiega un uomo?

Moooolto meno tempo, in alcuni casi, decisamente troppo poco.

Bastano dai 5 ai 14 minuti ad un uomo per avere un orgasmo.

Inoltre è fondamentale che gli uomini comprendano che sono pochissime le donne che riescono a toccare il picco del piacere solo con la penetrazione.

Il corpo femminile è diverso, e la maggior parte delle donne per godere ha bisogno di un mix speciale e personalissimo di pratiche sessuali.

3. I baci non vanno sottovalutati

(Foto wehertit)
(Foto wehertit)

Le leggende metropolitane raccontano che esistono uomini freddi e cinici che non amano baciare la propria donna.

Ma davvero? Dove? Perchè?

Estremismi  a parte, è fondamentale non sottovalutare il ruolo del bacio come super-alleato del piacere femminile.

Durante il bacio, infatti, nella donna viene prodotta la dopamina, che inviata all’ipotalamo permette all’ipofisi di rilasciare gli ormoni dell’eccitazione.

Il bacio è lo strumento afrodisiaco più facile e piacevole da usare: sfruttatelo!

Serve a ricondurre le donne in quella sfera di intimità-eccitazione che dovrebbe essere costante durante l’atto sessuale.

4. Il piacere femminile è limitato dal pregiudizio sociale

(Foto wehertit)
(Foto wehertit)

Sembra un discorso anacronistico, ma purtroppo non lo è affatto.

Una ricerca nel 2012 ha evidenziato che molte donne ancor oggi non ritengono importante provare piacere mentre fanno l’amore.

Come se l’orgasmo fosse un diritto prettamente maschile.

Le donne che riescono a provare piacere durante un rapporto sessuale sono un numero nettamente inferiore rispetto agli uomini (la maggior parte dei quali ha l’orgasmo con la penetrazione).

E i pregiudizi sociali influiscono moltissimo su questi dati.

Sono ancora moltissime le ragazze che quando fanno l’amore si concentrano esclusivamente sui bisogni del partner senza esprimere il desiderio di reciprocità.

5. Le donne apprezzano il sesso occasionale tanto quanto gli uomini

(Foto wehertit)
(Foto wehertit)

Il super-ego di alcuni ragazzi li spinge a pensare che ogni donna che gli concede l’onore di andare a letto con loro nutre lo smodato desiderio di mettergli l’anello al dito.

Sbagliato, ragazzi!

Le donne sono in grado di apprezzare i benefici di un’avventura sessuale tanto quanto gli uomini.

In termini di percentuale non esiste differenza di sesso tra i sostenitori del sesso occasionale.

Tuttavia sembra che le donne lo apprezzino maggiormente se il partner si dimostra una persona attraente e piacevole, e se si sentano tutelate dal rischio di passare come delle poco di buono.

Maledetti pregiudizi!

6. Il sesso è divertimento

(Foto wehertit)
(Foto wehertit)

Sembra che un uomo che sia in grado di fare ridere una donna abbia molte più possibilità di darle piacere al letto di un palestrato serioso.

Ridere tra le lenzuola fa bene all’amore e all’attività sessuale.

Ciò dipende dal potere rilassante e anti-stress che le il ridere ha su ognuno di noi. Una donna rilassata e divertita e una donna che fa bene l’amore, sentendosi a suo agio con il partner.

Non a caso le donne dicono sempre di sentirsi attratte da chi “riesce a farle ridere”.

Quindi via quei musoni signori e l’atteggiamento da seduttori incalliti, sfruttate il potere erotico della risata.

7. Le donne non parlano mai dei loro desideri sessuali

(Foto wehertit)
(Foto wehertit)

E qui ci sta una bacchettata alle Signorine.

Perchè se una donna non parla mai con il proprio partner della loro vita sessuale, non significa che le cose vadano bene.

Si sentono infatti in imbarazzo a discutere di un aspetto importantissimo nella coppia, facendo cadere tutto nell’oblio del silenzio.

Per un uomo è fondamentale quindi spingere la propria lei a confidarsi e confrontarsi sull’argomento.

Così sarà più facile trovare nuovi punti d’incontro e scoprire nuove cose da fare insieme tra le lenzuola per creare un’intesa super.

8. L’orgasmo non è tutto

(Foto wehertit)
(Foto wehertit)

A volte pensare all’orgasmo come l’unico obiettivo di un rapporto sessuale può impedire di godere del momento in sè.

Molte donne sviluppano una sorta di ansia di raggiungere l’orgasmo con i loro partner, che rende molto più difficile divertirsi.

Ma una donna  “non deve” raggiungere l’orgasmo ogni volta.

Avere o meno un orgasmo non può dettare l’indice della soddisfazione sessuale di una persona.

Anche in questo caso, la comunicazione è fondamentale.

Il valore di un orgasmo  e la capacità di una donna di averne regolarmente uno  varia da individuo a individuo.

9. Una donna soddisfatta è una donna a cui vengono dedicate attenzioni

(Foto wehertit)
(Foto wehertit)

In breve: uomini non siate egoisti!

Soprattutto durante i primi incontri sessuali una donna ha difficoltà ad avere l’orgasmo non sapientemente “indotta”.

Anche da questo dipende la bravura di un uomo a letto, dalla capacità di darle piacere.

Se è vero che le donne devono chiedere di più, è altrettanto vero che gli uomini devono dare più. E se le donne non tacciono, voi potete sempre chiedere!

10. Esistono donne che non possono provare piacere

(Foto wehertit)
(Foto wehertit)

Spesso dietro la scusa di un banale malditesta, o di una stanchezza tale da non voler fare l’amore, si nasconde un problema più grande: una vera e propria difficoltà a fare l’amore o a provare piacere.

La sfera del piacere ha una faccia poco conosciuta ed esplorata, i disturbi sessuali femminili.

Gli studiosi hanno scoperto che quasi la metà delle donne soffre di disfunzioni sessuali di vario tipo, che vanno dal dolore durante il sesso alla totale assenza di libido.

Ci sono disfunzioni particolari che rendono il sesso legittimamente doloroso, come il vaginismo.

Anche in questo caso vale la regola: parlare, confrontarsi, trovare una soluzione.