logo
Stai leggendo: Chi sono i LAT (Living Apart Together), quelli che si amano ma ognuno a casa sua

Chi sono i LAT (Living Apart Together), quelli che si amano ma ognuno a casa sua

Si chiamano Lat, cioè Living Apart Together. Sono delle coppie che hanno preso una decisione che ci potrebbe apparire insolita: vivere separati per amarsi sempre di più.

Un tipo particolare di relazione di coppia è rappresentato dai Lat. Il fenomeno è emerso pubblicamente già ai tempi della storia d’amore di Woody Allen con Mia Farrow – che non è andata a finire nel migliore dei modi, ma quella è una questione statistica generale: si tratta di persone che scelgono di stare insieme ma di non vivere insieme.

Diciamo che prima di loro, a Jean Paul Sartre e Simone de Beauvoir è andata molto meglio. Si tratta di una scelta molto fuori dalla tradizione, che potrebbe essere tacciata di individualismo. Ma è da superficiali farlo. Ogni coppia scrive le regole della propria relazione, e, se le cose vanno bene, buon per loro.

Lat, cosa significa il termine?

Lat living apart together
Fonte: Rex Features

Il termine Lat è l’acronimo di «Living apart together», qualcosa che suona tipo «Vivere insieme separati». In pratica si fa riferimento alla relazione che intercorre tra due persone che vivono in due case diverse, magari non lontano, magari addirittura sullo stesso isolato.

Lat, le testimonianze

Le testimonianze sono importanti e interessanti per comprendere al meglio il fenomeno. Tanto più che l’incomprensione regna sovrana in questi casi. Quando si parla di amore e sesso, c’è sempre qualcuno che crede di saperla più lunga dei diretti interessati. Ma ovviamente non è così. Per questo le testimonianze, in tal senso, sono indispensabili alla comprensione (ma prima si deve leggere e ascoltare). C’è per esempio chi crede che una relazione Lat possa essere provvisoria, non definitiva.

Mia sorella dice: vabbè, alla fine siete fidanzati – racconta Mavi, 29 anni, su Elle – Poi farete famiglia e allora le cose cambieranno. Non ha capito. Non è una fase, non stiamo temporeggiando in attesa che la nostra storia evolva né abbiamo paura dei progetti. Credo – crediamo entrambi – che ci siano ormai dei modi diversi di costruire le relazioni e di intendere l’amore.

Possibile che si tratti solo di una questione di figli? In realtà, tra le tante persone che decidono di vivere una relazione del genere ci sono anche molti divorziati, che dopo esserci passati una volta, pensano che forse il cambio di scenario, qualcosa di completamente diverso dalla propria precedente liaison importante – ma certo, non si tratta solo di questo – non può che giovare alla propria storia d’amore. Tanto più che i matrimoni sono diventati terribilmente costosi (e talvolta davvero proibitivi, anche per chi ha un doppio reddito) e si cerca di razionalizzare la questione.

La felicità è un equilibrio misterioso, e molto personale – aggiunge Sonia, 41 anni, sempre su Elle – La mia sta in bilico tra casa mia, vecchiotta, caotica e affascinante, e quella di Pietro, high tech e minimal. Stessa città, quartieri non proprio vicini, ma raggiungibili anche a piedi. Io fumo, lui no. Lui è vegano, io mi faccio la carbonara una sera sì e l’altra pure. Lui ha un cane, e io ci gioco pure volentieri col pelosone bavoso ma solo al parco, perché a tenerlo sul divano di casa, alla lunga, sclero. Lo amo, ci amiamo da cinque anni, ma lui vive a casa sua. […] Funziona così, che io quelli come il mio ex marito, che al secondo giro si rimettono in ballo a comprare i mobili dell’Ikea e ricominciano tutto da capo, non li capisco. Per me quella è una modalità già sperimentata, dalla quale ho avuto tutto.

Lat, cosa dice la psicologia

Lat
Fonte: Pixabay

Secondo Psychology Today, non c’è un modo giusto e un modo sbagliato per stare insieme, ogni coppia è bene scelga la propria formula. Chi non vive insieme aumenta la possibilità di novità ed eccitazione per le cose nuove in una relazione con attività che hanno a che vedere con la conoscenza reciproca profonda. Si lavora di più sul non dare nulla per scontato, per abbattere quella routine che può sorgere tra una coppia sposata e/o convivente da molti anni. In altre parole, scegliendo di non vivere insieme si previene la monotonia. Queste coppie di solito trascorrono del tempo di qualità insieme, si sforzano per mantenere viva la fiamma dell’amore, vincendo la noia e accrescendo la soddisfazione reciproca. Certo, anche questo tipo di relazione può fallire, ma queste coppie ce la mettono tutta.

Rating: 5.0/5. Su un totale di 4 voti.
Attendere prego...